AMD Kaveri, APU mobile per device ultrasottili e potenti

Le più potente APU Mobile Performance 2014 vantano un'architettura fino a 12 Compute Cores, suddivisi in 4 nuclei CPU e 8 GPU. Il sistema consente di raggiungere elevati livelli di prestazioni e una reattività ideale per l'esecuzione di applicazioni molto pesanti.

AMD Kaveri, APU mobile per device ultrasottili e potenti

Grazie all'innovativa Heterogeneous System Architecture (HSA), le CPU e la GPU vengono coordinate per lavorare in modo sinergico, suddividendosi i compiti in base alle esigenze, in tempo reale. Per operare in piena libertà, entrambi i comparti hanno identico accesso a tutta la RAM di sistema, secondo lo schema hUMA. Si tratta di un approccio rivoluzionario, disponibile per la prima volta sui prodotti in distribuzione sul mercato. Questa piattaforma consente di sfruttare appieno le capacità della CPU e di utilizzare tutte le risorse della GPU, solitamente relegate a pochi compiti specifici.

AMD Kaveri, APU mobile per device ultrasottili e potenti

La logica integrata sfrutta un sistema di ricerca intelligente (Intelligent Queuing – hQ), che consente ai due comparti di aver pari opportunità per la creazione e la gestione dei singoli elementi da processare.
I Core Streamroller sono dunque affiancati da un comparto Graphics Core Next con supporto Mantle, per prestazioni sino a 818 GFlops. Questa soluzione garantisce l'esecuzione di applicativi che adottano le API 11.2 e la riproduzione sonora fedele, tramite AMD TrueAudio Technology, che offre un supporto per l'audio direzionale di alta qualità, la capacità di riprodurre più voci e canali in tempo reale e una migiorata capacità di rimozione del rumore.

AMD Kaveri, APU mobile per device ultrasottili e potenti

Non solo, l'APU incorpora un controller per memorie DDR3-2133, un gestore per canali PCI Express di terza generazione e i decoder UVD 4.2 e VCE 2.0.
Se questo non bastasse, AMD rinnova la dotazione tecnologica per queste APU Mobile, garantendo il supporto per Quick Stream Technology, Perfect Picture, Steady Video Technology, AMD Gesture e Face Login.

Nel dettaglio, AMD introduce tre varianti Standard Voltage, altrettante Ultra-Lov Voltage e tre modelli ULV della gamma Pro.
Le versioni standard comprendono i modelli FX-7600P, A10-7400P a A8-7200P, rispettivamente con 12, 10 e 8 core, tutte dotate di 4 MByte di cache L2 e con un TDP di 35 W. I clock operativi standard sono inclusi nel range da 2,7 GHz a 2,4 GHz, ma è possibile raggiungere picchi di 3,6 GHz per alcuni modelli.
Le varianti a basso consumo, con TDP di 19 W sono denominate FX-7500, A10-7300 e A8-7100, le prime due con 10 core e l'ultima con 8 nuclei. In questo caso la frequenza di base scende a 1,8 GHz / 2,1 GHz, raggiungendo i 3,0 / 3,3 GHz in modalità Turbo.

AMD Kaveri, APU mobile per device ultrasottili e potenti

Per le versioni Pro, AMD propone i modelli A10 PRO-7350B, A8 PRO-7150B e A6 PRO-7050B, da 10 e 5 core. Solo l'ultima variante si distingue per specifiche basilari, con una cache che scende da 4 MByte a 1 MByte una sezione CPU dual-core e non quad-core. Il medesimo modello, tuttavia, risulta il più parco tra tutti, con 17 W di TDP.
È interessante notare come tutte le versioni Pro e i modelli ULV dispongano unicamente di controller PCI Express x8 Gen2 e controller per memorie a 1,6 GHz. Diversamente, il top di gamma Standard Voltage offre controller DDR3 a 1.866 e 2.133 MHz e gestori per il bus PCIe x16 Gen3.

Sommario