Microsoft, lo smart working e “L’ufficio a cielo aperto”

Microsoft, lo smart working e “L’ufficio a cielo aperto”

Microsoft commenta i risultati di una ricerca inerente alle abitudini lavorative, ma non solo, degli italiani e sostiene attivamente lo smart working con l'iniziativa "L'ufficio a cielo aperto".

In un mondo in rapido cambiamento, dove gli scenari convenzionali e il posto di lavoro "classico" sono stati sconvolti dall'avvento di nuove tecnologie e da un approccio dinamico, Microsoft propone una piattaforma versatile e si impegna per rendere fruibili gli strumenti di lavoro anche al di fuori dell'ufficio.
Proprio in questo senso va interpretata la campagna "L'ufficio a cielo aperto", che ha coinvolto, per cominciare, tre grandi aziende presenti sul territorio italiano, per dimostrare come sia possibile essere produttivi al di là dei tradizionali luoghi di lavoro.

Nelle scorse settimane, Microsoft ha lavorato a stretto contatto con Gruppo Credito Valtellinese, Alpitour World e Leitner, durante tre diverse giornate dedicate allo smart working. Ai dipendenti è stato chiesto di sperimentare un nuovo modo di lavorare e di abbracciare una filosofia operativa aperta e dinamica.
Nei tre giorni, gli operatori delle società partner sono stati operativi dalle piazze centrali di Sondrio, Torino e Vipiteno (BZ), come testimonianza effettiva della flessibilità abilitata dalle nuove tecnologie, grazie alle quali è possibile lavorare virtualmente ovunque.
La società di Redmond, da parte sua, ha messo la componente tecnologica, dalla piattaforma di produttività cloud Office 365, ai device Windows e Windows Phone, che hanno reso possibile la collaborazione, la condivisione di informazioni e lo sviluppo di progetti in modo fluido e continuo.

Sommario