Parallels Desktop 10 supporta OS X Yosemite

Parallels Desktop 10 supporta OS X Yosemite

Parallels Desktop giunge alla versione 10 ed offre ora maggiori prestazioni e la piena compatibilità con i sistemi Mac che utilizzano OS X Yosemite. Gli utenti di Parallels Desktop per Mac possono aggiornare il software alla versione 10 direttamente tramite il portale dedicato, mentre Parallels Desktop 10 sarà disponibile per l'acquisto per i nuovi utenti, sia online, sia nei punti vendita tradizionali, a partire dal 26 agosto prossimo.

La piattaforma, che consente di emulare Windows all'interno di un ecosistema Mac consente di adottare nuove caratteristiche, dal supporto a iCloud Drive, alla condivisione di messaggi SMS e iMessage su Windows, dal controllo delle macchine virtuali attraverso l'anteprima di Spotlight, alla funzione QuickLook. Grazie a specifiche procedure guidate, gli utenti saranno aiutati nei processi di ottimizzazione del sistema, per migliorare le prestazioni e incrementare l'autonomia dei loro dispositivi. Il pacchetto consente di selezionare l'ambiente operativo congegnale rispetto alle proprie necessità, sia che si tratti di OS X Yosemite, Mavericks, Mountain Lion, sia Windows 8, Windows 7, Chrome OS, Android e una serie di distribuzioni Linux.

Tra le migliorie più evidenti del nuovo Parallels Desktop 10 per Mac:
• fino al 48% più veloce nell'apertura di documenti su Windows;
• incremento dell'autonomia fino al 30%, per offrire agli utenti più tempo per completare il loro lavoro quando ne hanno bisogno;
• fino al 10% di riduzione nell'utilizzo della memoria del Mac per il funzionamento delle macchine virtuali;
• fino al 50% più veloce nell'avvio delle applicazioni di Office 2013 all'interno delle macchine virtuali (con impostazioni di default);
• le machine virtuali utilizzano ora lo spazio sul disco del Mac strettamente necessario. In più, l'ottimizzazione in tempo reale compatta automaticamente il disco virtuale evitando il bisogno di effettuare ottimizzazioni manuali periodiche;
• il Free Disk Space Wizard permette di analizzare e ottimizzare lo spazio su disco utilizzato da Parallels Desktop e dalle macchine virtuali;
• con un semplice click è ora possibile scegliere tra una serie di opzioni per ottimizzare la propria macchina virtuale a seconda dell'utilizzo a cui questa verrà principalmente assegnata: produttività, gaming, progettazione o sviluppo;
• il nuovo Parallels Control Center costituisce un punto di riferimento unico per la gestione di Parallels Desktop, permettendo la gestione centralizzata delle macchine virtuali e delle opzioni di configurazione;
• l'installazione di Windows è stata ulteriormente semplificata, aggiungendo nuovi metodi di configurazione delle macchine virtuali;
• le impostazioni regionali del Mac sono ora utilizzate di default all'interno delle macchine virtuali basate su Windows;
• gli utenti possono condividere file, documenti e pagine Web da Windows utilizzando i propri account (come Twitter, Facebook, Vimeo e Flickr) già configurati sul Mac o utilizzando l'e-mail, AirDrop e Messages;
• quando viene installata una nuova applicazione di Windows, l'icona viene automaticamente aggiunta al Launchpad di OS X;
• l'indicatore delle mail non lette di Outlook permette agli utenti di visualizzare il numero di messaggi ancora da leggere in Outlook, proprio come con Apple Mail
• è possibile aprire i file in Windows anche trascinandoli sull'icona della macchina virtuale nel dock;
• gli utenti hanno ora la possibilità di ripristinare ogni impostazione al valore di default cliccando sul bottone Restore Defaults all'interno della finestra Virtual Machine Configuration;
• è possibile spostare i file trascinandoli direttamente tra le varie macchine virtuali;
• è possibile creare un clone collegato della macchina virtuale;
• offre il supporto a Vagrant;
• supporta fino a 16 CPU e 64 GB di RAM virtuali per macchina virtuale;
• è possibile impostare la virtualizzazione nidificata per le macchine virtuali guest basate su Linux;
• è possibile creare una macchina virtuale partendo da dischi VHD e VMDK;
• possibilità di aggiungere utenti guest in OS X con un semplice drag and drop;
• possibilità di scaricare una macchina virtuale di prova (valida 90 giorni) per effettuare test con Internet Explorer.

Oltre alla nuova versione 10, Parallels aggiorna inoltre Parallels Desktop per Mac Enterprise Edition, la versione dedicata alle imprese che consente agli IT manager di attivare il supporto per le applicazioni Windows per gli utenti Mac attraverso soluzioni configurabili e in linea con le regole aziendali.
Le nuove funzionalità permettono agli amministratori di selezionare e imporre una policy per l'utilizzo di dispositivi attraverso le porte USB, installare il sistema operativo OS X come guest attraverso l'utilizzo di un'immagine NetBoot a partire da un server della rete aziendale, crittografare macchine virtuali basate su OS X grazie al sistema di crittografia FileVault integrato in OS X e controllare lo stato delle licenze, assegnandole a seconda delle necessità. Parallels Desktop per Mac Enterprise Edition integra funzionalità centralizzate per l'amministrazione e la gestione, così come un sistema di sicurezza migliorato per permettere una migliore gestione delle macchine virtuali da parte dei tecnici IT.

Il prezzo suggerito di vendita di Parallels Desktop 10 per Mac è di 79,99 Euro, mentre la Student Edition è disponibile a 39,99 Euro. Gli aggiornamenti per le versioni 8 e 9 sono invece offerti a 49,99 Euro. Gli utenti di Parallels Desktop 10 per Mac riceveranno inoltre un abbonamento trimestrale all'app Parallels Access, con il supporto fino a 5 Mac e PC e a un numero illimitato di dispositivi iOS e Android.

Jack Zubarev, President, Parallels
Milioni di utenti di Parallels Desktop per Mac si sono abituati ad aspettarsi da Parallels originalità, semplicità di utilizzo e velocità, e non resteranno delusi da Parallels Desktop 10. Grazie a Parallels Desktop 10 il pubblico potrà aspettarsi nuovi livelli di produttività senza temere che l'app di cui hanno bisogno non sia disponibile su un particolare sistema operativo – Parallels crea un mondo di compatibilità a casa, al lavoro e in movimento.

Laura DiDio, ITIC Consulting
Il comportamento degli utenti sta cambiando profondamente. I clienti si aspettano infatti di essere in grado di far funzionare, con la massima semplicità, qualsiasi applicazione di cui hanno bisogno, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato. Parallels Desktop 10 aiuterà quindi gli utenti a raggiungere quest'obiettivo, offrendo loro il miglior software di virtualizzazione del settore insieme a strumenti per l'accesso multi-piattaforma a disposizione degli utenti consumer e aziendali.