Vodafone, il mondo Machine-to-Machine e la mobile analytics

Vodafone, il mondo Machine-to-Machine e la mobile analytics

Vodafone sviluppa il proprio business guardando al futuro, all'insegna delle Mobile App, del Machine-to-Machine (M2M) e della mobile analytics. Queste sono le direttrici che rappresentano al meglio la direzione e lo sviluppo dei servizi offerti da Vodafone, così come ha evidenziato Manlio Costantini, Direttore Divisione Enterprise di Vodafone Italia a SMAU 2014.

Nel mondo, l'azienda vanta oltre 90mila dipendenti, 430 milioni di clienti ed è presente in 80 Paesi, di cui 30 con una partecipazione diretta. Parliamo di un operatore globale che sviluppa attivamente tecnologie e supporta professionisti, aziende, interi settori di business e Governi per la diffusione di nuovi e più efficienti sistemi per la comunicazione e lo scambio dati. Non a caso, Vodafone ha investito 3,6 miliardi di Euro per la realizzazione della rete 4G e in fibra ottica in Italia e vanta un reparto di 350 persone, oltre a una business unit specifica, appositamente per il mercato M2M.

Vodafone, il mondo Machine-to-Machine e la mobile analytics

In un contesto globale, la società sta sviluppando piani dettagliati che vedono il mondo corporate, le PMI, le Pubbliche Amministrazioni e gli ambienti Soho al centro. La volontà è anche quella di modificare una percezione diffusa, che vede Vodafone solo come operatore telefonico, per diventare un vero e proprio partner a 360° per le imprese. Nonostante questo, il mondo delle telefonia e della distribuzione dati mobile rappresenta un pilastro fondamentale della società, soprattutto nel mondo enterprise, che vale il 25% dei ricavi totali nel nostro Paese.

Come partner per l'enterprise mobility, Vodafone punta a sviluppare e stratificare soluzioni per lo smart working, una serie di servizi end-to-end, oltre a una specifica strategia always-on, per supportare la continua domanda di traffico dati 24/7.
In quest'ottica la società garantisce già oggi la copertura del 72% della popolazione tramite rete 4G e 64 città sono attualmente cablate con la fibra. Per avvicinare differenti fasce di possibili clienti, Vodafone sta lavorando per personalizzare la propria offerta, con soluzioni per la gestione del flusso di lavoro, per i comparti produttivi, la forza vendite e il retail.

In un mondo globalizzato che attende la rivoluzione IoT, il dialogo tra persone non è più sufficiente. Per abilitare l'Internet delle Cose è infatti necessario rendere possibile la comunicazione tra più device, dall'automotive, agli elettrodomestici, dal comparto delle utilities a quello dei trasporti e della logistica. In questo senso, Vodafone, forte della propria esperienza nel comparto delle telecomunicazioni, sta sviluppando pacchetti su misura che, già oggi, sono adottati dal 22% delle aziende intervistate e che possono portare a un aumento ROI nell'89% dei casi (secondo i dati del M2M Adoption Barometer).

L'ampio portfolio aziendale consente a Vodafone di proporsi come partner qualificato per lo sviluppo di soluzioni intelligenti, che si stanno progressivamente diffondendo nei piani di sviluppo delle smart city e nei sistemi di gestione della PA.
In particolare, l'offerta Vodafone comprende numerosi pacchetti in continua evoluzione e applicazioni mobili che includono strumenti di Smart Public Service per erogare i servizi in modo più semplice ed efficace, Smart Grid, per consentire il controllo e la gestione da remoto delle reti, il monitoraggio dei consumi e della manutenzione, Smart Mobility per analizzare e pianificare al meglio le infrastrutture ed i servizi di trasporto pubblico, Smart Health che mette la tecnologia a disposizione del benessere e della salute dei cittadini consentendo agli enti sanitari un efficientamento delle risorse e Smart Education per il mondo della scuola.

Tutti i dati registrati e archiviati, oltre ad essere utili per la diagnostica, la risoluzione di problemi e il pronto intervento in caso di malfunzionamenti, diventano fondamentali in ottica Big Data e per la mobile analytics. La marea di informazioni e i milioni di eventi memorizzati in ogni istante, da diversi sensori, possono essere infatti incanalati e gestiti tramite appositi algoritmi, per generare business e servizi, a vantaggio delle aziende e dei cittadini.