Intel IoT, connettività e sicurezza unificate

Intel IoT, connettività e sicurezza unificate

Intel presenta il proprio modello di riferimento end-to-end per le infrastrutture e i sistemi dell'Internet of Things. L'obiettivo è quello di unificare e semplificare la connettività e la sicurezza del nuovo mondo di periferiche IoT. Per fare questo, il chip maker ha introdotto prodotti hardware e software basati sulla nuova piattaforma, rendendo note le nuove relazioni con un ampliato ecosistema di integratori di sistemi, per accelerare l'adozione di IoT su larga scala.

Grazie a questi accordi e alla nuova architettura Intel, per i fornitori sarà più semplice proporre soluzioni di ogni livello, da implementazioni di nicchia a installazioni mainstream, con elementi di base personalizzabili e replicabili per soluzioni senza limiti.
La piattaforma Intel IoT consente di introdurre le innovazioni sul mercato più velocemente, riducendo la complessità delle soluzioni e consentendo di estrarre più rapidamente informazioni strategiche per prendere decisioni, tramite l'offerta di una base definita e riproducibile che regola il modo in cui i dispositivi si connettono e inviano dati sicuri nel cloud.

Doug Davis, Vice President e General Manager dell'Internet of Things Group di Intel
Grazie a questa piattaforma abbiamo continuato a espandere la nostra famiglia di prodotti IoT oltre il silicio, con miglioramenti alle nostre soluzioni pre-integrate che rendono Internet delle Cose più accessibile ai fornitori di soluzioni. Il mercato IoT è in rapida crescita, ma deve affrontare ostacoli relativi alla scalabilità. Semplificando il processo di sviluppo e facilitando l'implementazione di nuove soluzioni che rispondono alle esigenze del mercato, possiamo favorire l'accelerazione dell'innovazione.

L'Internet delle cose ha un enorme potenziale per creare valore economico e favorire il cambiamento sociale, ma per offrire soluzioni scalabili è necessario un solido ecosistema. In quest'ottica, Intel ha annunciato nuove soluzioni e relazioni per rafforzare l'ecosistema IoT. Accenture, Booz Allen Hamilton, Capgemini, Dell, HCL, NTT DATA, SAP, Tata Consultancy, Wipro e altre società si uniscono a Intel per sviluppare e implementare soluzioni utilizzando gli elementi di base della piattaforma Intel IoT. Queste soluzioni contribuiranno a fornire una base replicabile per l'IoT e consentiranno di destinare l'impegno degli sviluppatori alla realizzazione di soluzioni in grado di risolvere le esigenze specifiche dei clienti.

Mike Sutcliff, Group Chief Executive di Accenture Digital
Accenture è impegnata ad aiutare i clienti a realizzare il valore aziendale dell'IoT il più rapidamente e facilmente possibile. Le nostre combinate capacità possono aiutarci a raggiungere questo obiettivo. Ciò ci permetterà inoltre di aiutare i clienti a superare alcuni dei maggiori ostacoli per l'adozione dell'Internet delle Cose, offrendo un modo più semplice e veloce per implementare soluzioni IoT end-to-end. Insieme, siamo in grado di consentire ai clienti di definire una strategia di chiaro valore per l'IoT. Sfruttando l'esperienza nel settore di Accenture e risorse digitali per integrare la piattaforma Intel IoT, siamo in grado di creare dei robusti framework end-to-end progettati per superare le sfide associate alla sicurezza, alla scalabilità e all'interoperabilità delle implementazioni IoT.

Per garantire uno sviluppo costante, Intel propone una roadmap di prodotti hardware e software integrati a supporto della piattaforma. Parliamo di device periferici, ma anche di cloud, API, connettività, sistemi di analisi, gateway intelligenti e una linea completa di processori IA scalabili. I nuovi prodotti di Intel includono:
• Wind River Edge Management System fornisce connettività cloud per semplificare la configurazione dei dispositivi, i trasferimenti dei file, la cattura dei dati, l'analisi dei dati basata su regole e la risposta alle informazioni ottenute. Questo insieme di tecnologie pre-integrate consente ai clienti di realizzare rapidamente soluzioni IoT per specifici settori e integrare sistemi aziendali IT disparati, utilizzando la gestione delle API. Il middleware basato su cloud viene eseguito dai dispositivi integrati fino al cloud, per ridurre il time-to-market e i costi complessivi di gestione.
• Il gateway Intel IoT più recente integra Wind River Edge Management System tramite un agente disponibile, in modo da realizzare rapidamente l'implementazione, il provisioning e la gestione dei gateway per tutto il ciclo di vita di un sistema e ridurre i costi e i tempi di immissione sul mercato. Inoltre, il gateway comprende miglioramenti prestazionali, il supporto per opzioni di memoria a costo ridotto e una più ampia scelta di opzioni di comunicazione. I gateway Intel IoT sono attualmente disponibili presso sette ODM, e ulteriori 13 rilasceranno sistemi a inizio 2015.
• McAfee, parte di Intel Security, ha annunciato Enhanced Security for Intel IoT Gateway a supporto della piattaforma Intel IoT. Questa soluzione pre validata aggiunge gestione avanzata della sicurezza ai dispositivi gateway.
• Intel Security ha inoltre reso noto che la propria tecnologia Enhanced Privacy Identity (EPID) verrà estesa ad altri fornitori di silicio. EPID offre caratteristiche di anonimizzazione, oltre a integrità rafforzata tramite software, ed è inclusa negli standard ISO e TCG. La tecnologia EPID consente ad altri dispositivi di connettersi in maniera sicura alla piattaforma Intel IoT.
• La soluzione Intel API and Traffic Management utilizza soluzioni Intel Mashery per consentire la creazione di elementi di base che facilitano lo sviluppo di nuove applicazioni software. I clienti della piattaforma Intel IoT hanno oggi accesso agli strumenti di gestione API Intel Mashery per realizzare API per dati che possono venire condivise internamente, esternamente tramite partner o monetizzate come servizi di dati per i clienti per generare profitti.

Tra le case study che evidenziano i vantaggi di un IoT pervasivo, Rudin Management, una società immobiliare di New York City, che ha prodotto una soluzione software chiamata DiBoss, ha dimostrato di poter gestire in maniera intelligente il consumo energetico dei propri edifici. In un anno - in un solo edificio - l'azienda ha potuto risparmiare più di 1 milione di dollari, ottenendo un risparmio di 50 centesimi per ogni 0,09 metri quadrati di superficie immobiliare che possiede e gestisce. Con i gateway di Intel, Rudin Management potrà elevare il livello di "intelligenza" dei propri edifici, e distribuire la propria soluzione negli edifici con, e senza, Building Management Systems (BMS).

John Gilbert, COO di Rudin Management
L'effetto dell'IoT sul business della nostra azienda avrà un impatto decisivo. Siamo una società immobiliare che si cimentava con la tecnologia e oggi - grazie all'Internet delle Cose - siamo una società tecnologica che si cimenta con investimenti immobiliari.