Toshiba Portégé, Tecra e Satellite, ora con architettura Broadwell

Toshiba Portégé, Tecra e Satellite, ora con architettura Broadwell

I nuovi notebook business Portégé Z30, Tecra Z40 e Satellite Pro R50-B di Toshiba integrano, per la prima volta, i processori Intel Core di quinta generazione. La piattaforma è in grado di assicurare performance e autonomia superiori rispetto alla generazione passata, garantendo una maggiore ergonomia d'uso per i professionisti in movimento.
Tutti i modelli sono disponibili secondo differenti configurazioni personalizzabili e possono disporre di numerosi modelli CPU, sino ai veloci processori Intel Core i7.
Più in dettaglio, chi privilegia la mobilità e la leggerezza dei materiali apprezzerà l'ultra-mobile Portégé Z30 che, secondo il produttore, è ora in grado di assicurare un'autonomia di elaborazione di circa 17 ore, superando il precedente livello di 13,5 ore dei modelli sinora a listino.

Toshiba Portégé, Tecra e Satellite, ora con architettura Broadwell

Il Tecra Z40 è stato invece progettato per offrire un buon equilibrio tra mobilità e produttività e si spinge sino a 15 ore di autonomia, mentre Satellite Pro R50-B raggiunge le 8 ore, prolungando le attività di lavoro per l'intera giornata.
Ritagliati sulle esigenze dei professionisti, i Portégé Z30 da 13,3" e i Tecra Z40 da 14,1", sono pensati per le aziende più dinamiche e per i mobile workers. Grazie a funzionalità di sicurezza avanzate come il Trusted Platform Module (TPM), docking comune e tecnologia Intel vPro , entrambi i modelli permettono ai responsabili IT di controllare e gestire semplicemente tutta la gamma.

Diversamente, il Satellite Pro R50-B da 15,6" fa leva sulle doti di affidabilità, convenienza e valore aggiunto per le PMI ed è supportato dalla Reliability Guarantee di Toshiba, che unisce funzionalità business dedicate a un design sottile e leggero.