Razer Nabu X, il braccialetto intelligente e discreto

Razer Nabu X, il braccialetto intelligente e discreto

Il comparto dei wearable device e, in particolar modo, quello delle smartband e smartwatch si stanno popolando molto rapidamente, giorno dopo giorno. Tra le numerose proposte che il mercato ha da offrire, Razer, azienda molto conosciuta per quanto riguarda le periferiche gaming, rilancia l’offerta della gamma Nabu, con il nuovo Nabu X.
Si tratta di un pratico braccialetto in gomma morbida, pensato per essere indossato senza difficoltà, grazie ai numerosi fori di fissaggio e al meccanismo di aggancio a doppio perno. Il cuore del sistema è però la piccola unità estraibile collocata al centro, un dispositivo che contiene numerosi sensori e l’elettronica necessaria per il funzionamento. Il device incorpora un accelerometro, un sistema per la vibrazione cilindrica, un controller Bluetooth e la batteria agli ioni di litio, capace di garantire sino a 7 giorni di autonomia.

Razer Nabu X, il braccialetto intelligente e discreto

La ricarica della batteria avviene tramite il cavetto USB in dotazione e che adotta un connettore proprietario per il fissaggio con il braccialetto. Se da un lato, ciò garantisce maggiore robustezza e la rispondenza alle specifiche IP67, per la resistenza all’acqua sino a un metro di profondità, dall’altro ci obbligherà a trasportare il cavo dedicato nel caso di trasferte.

Razer Nabu X, il braccialetto intelligente e discreto

Una volta integrata nel braccialetto, l’unità risulta posizionata in prossimità del polso in modo da rendere visibili i tre LED RGB, che costituiscono il sistema di comunicazione dei messaggi e delle notifiche verso l’utente.

Sommario