Kroll Ontrack, la nuova frontiera del data recovery

Kroll Ontrack, la frontiera del data recovery

Kroll Ontrack annuncia di aver conseguito una serie di successi nel recupero dati da sistemi di storage aziendali, in particolare EMC Isilon, CommVault Simpana, Infortrend EonStor e HP EVA.
Secondo un sondaggio condotto da EMC, nel 2014 quasi due terzi delle organizzazioni hanno subito casi di improvvisi malfunzionamenti del sistema o perdita dei dati mentre il 71% non è certo di poter recuperare con successo i sistemi o le informazioni per rispondere alle necessità aziendali. In questo contesto, le nuove tecnologie sviluppate da Kroll Ontrack sono pensate per i recuperi dati più complessi in un campo, quello dello storage aziendale, in continua evoluzione.

Todd Johnson, vice president, Data & Storage Tecnologies di Kroll Ontrack
A causa del rapido progresso tecnologico degli hardware e ai metodi di storage dei dati sviluppati da ogni singolo vendor, stiamo riscontrando che la maggior parte dei malfunzionamenti che si verificano nelle aziende che portano alla perdita delle informazioni richiedono una soluzione di ripristino personalizzata. A questo si aggiunge l'enorme volume di dati trasmessi attraverso sistemi estremamente complessi, che ostacolano e rendono le attività di recovey ancora più difficili. In questi ambienti in continua evoluzione, il processo di recupero è ancora più legato alla valutazione del malfunzionamento, all’analisi e all’individuazione dei metodi di storage utilizzati, alla ricostruzione dei file system e, infine, allo sviluppo di soluzioni ad hoc per il ripristino dei dati critici.
Mentre ogni caso di perdita dei dati ha la sua specifica identità, le soluzioni che sviluppiamo costruiscono una conoscenza tecnica che può essere applicata a diverse realtà aziendali. Un knowhow che, in ultima analisi, porta a soluzioni più rapide e più efficienti nel momento in cui malfunzionamenti di sistema o errori umani causano perdita di dati.

Recentemente, Kroll Ontrack è stata in grado di completare con successo interventi di recupero dati sviluppando soluzioni personalizzate per diverse configurazioni enterprise:

EMC Isilon IQ 6000x: un’importante azienda farmaceutica statunitense ha subito la perdita di oltre quattro milioni di file business-critical dal sistema di storage EMC Isilon. Il problema si è verificato durante il trasferimento dei file all’interno del sistema di storage Isilon. I sistemi Isilon sono altamente specializzati e progettati per la gestione di grossi volumi di informazioni attraverso un file system unico (OneFS). Kroll Ontrack, in collaborazione con EMC, ha sviluppato una serie di tool proprietari per poter recuperare i dati persi da un sistema di storage EMC Isilon. Questi strumenti possono essere utilizzati per ridurre i tempi di inattività del sistema e aumentare il tasso di successo di interventi di recupero dati su EMC Isilon.

Commcell Media Server & Commvault Simpana 9/ Dell MD1200: una società americana ha perso l'accesso a oltre 230 milioni di file cruciali a causa di un file del database Media Agent corrotto sul loro server Commvault Media. Gli sviluppatori software di Kroll Ontrack e gli ingegneri di recupero dati hanno creato una nuova soluzione per effettuare il rebuild dell’array della library tape virtuale per poter ricostruire la mappatura dei dati. Questo nuovo set di strumenti ridurrà il tempo necessario per recuperare le informazioni da sistemi basati su Commvault.

Array RAID Infortrend EonStor: un’importante organizzazione governativa britannica ha imparato sulla propria pelle che persino gli array RAID 6, noti per la loro affidabilità, non sono immuni al 100% dai guasti hardware. Quasi 24 terabyte di dati confidenziali sono andati persi in seguito al danneggiamento di due hard disk. Le unità sono state sostituite, ma il sistema non è stato in grado di effettuare il rebuild, lasciando quindi i dati inaccessibili. Ogni controller RAID utilizza algoritmi e parity unici per creare una configurazione RAID 6. Gli ingegneri Kroll Ontrack sono stati in grado di decifrare il complesso algoritmo RAID 6 utilizzato dal produttore dell’hardware grazie ad un set di strumenti software sviluppato ad hoc. Questi tool hanno permesso di recuperare con successo le informazioni perse dal sistema e possono essere utilizzati per facilitare il ripristino da tutte le configurazioni RAID 6.

HP StorageWorks EVA 6000: l’allagamento di un data center ha lasciato i server e i sistemi di storage di un cliente parzialmente sommersi nell’acqua provocando gravi danni al sistema. Il danno peggiore ha riguardato un HP StorageWorks EVA (Enterprise Virtual Array) 6000 che conteneva file di database SQL molto importanti e businesscritical, nonché informazioni sensibili sui dipendenti. Il complesso sistema di mappatura RAID distribuisce i dati tra diverse unità e la struttura proprietaria dei file system ha richiesto un’analisi approfondita per la decodificazione dei file. Il
team di ricerca e sviluppo di Kroll Ontrack e i suoi sviluppatori di soluzioni software hanno creato strumenti completamente nuovi per estrarre le informazioni, recuperando con successo l’86% dei loro dati più critici. Questi strumenti hanno rivoluzionato il recupero dei dati dal sistema HP EVA, oggi ampiamente utilizzato, e si sono dimostrati efficaci in diversi casi.