Infinera Cloud Xpress, connessioni ad alta capacità tra datacenter

Infinera Cloud Xpress, connessioni ad alta capacità tra datacenter

Infinera amplia la famiglia di piattaforme per il cloud metropolitano Cloud Xpress e presenta il modello da 100 gigabit Ethernet (GbE) per servizi client, compatto e ricco di funzionalità.
La gamma Cloud Xpress è progettata per rispondere alle esigenze dei fornitori di servizi cloud e contenuti Internet, degli Internet Exchange, delle grandi aziende e degli operatori di datacenter.
Cloud Xpress, sfrutta il circuito integrato fotonico Infinera oPIC-500, per fornire servizi di interconnessione tra datacenter fino a 500 gigabit al secondo (Gb/s) all'interno di uno chassis da due unità rack. Il nuovo Cloud Xpress con 100 GbE aumenta la densità, semplifica il funzionamento e riduce il consumo della famiglia Cloud Xpress, che in questo modo può scalare con grande facilità.

Con l'aggiunta della nuova piattaforma, la famiglia Cloud Xpress oggi supporta interfacce client da 10 GbE, 40 GbE e 100 GbE per rispondere a ogni esigenza di connettività da parte degli utenti.
Insieme all'annuncio del nuovo Cloud Xpress con 100 GbE, Infinera ha aggiunto la crittografia MACsec per una maggiore sicurezza, il supporto di NETCONF & YANG per il Software Defined Networking (SDN), e il protocollo di discovery LLDP per l'automazione dei datacenter.

Nel complesso, Infinera Cloud Xpress offre soluzioni con densità scalabile, semplicità di funzionamento e consumo di un solo watt per Gb/s per l'implementazione anche nei più moderni datacenter. L'architettura rack impilabile e l'approccio basato su software permettono una facile integrazione all'interno dei sistemi di provisioning per il cloud che usano le API open SDN. Inoltre, è impostata in modo simile alle appliance di rete, e all'infrastruttura server e storage utilizzata sul cloud, per cui consente una facile integrazione all'interno dei processi operativi dei fornitori di servizi cloud e contenuti Internet, degli Internet Exchange e degli altri operatori di datacenter, che in questo modo possono differenziare i servizi con l'aggiunta di un pool di ampiezza di banda intelligente.