Microsoft Office 2016, il bello di lavorare insieme

Microsoft Office 2016, il bello di lavorare insieme

Microsoft rinnova la suite Office 365 e introduce oggi il nuovo pacchetto software Office 2016, pensato per semplificare le attività produttive di ogni giorno e rendere più fluida la collaborazione.
Si sa, gli scenari di business stanno cambiano giorno dopo giorno, le sfide e le necessità dei professionisti sono sempre più pressanti. Chi sviluppa software ha il compito di realizzare architetture flessibili, dinamiche, capaci di adattarsi ai differenti contesti. La mobilità pervasiva, il cloud, la digital transformation e la rottura dei canonici schemi lavorativi stanno realmente modificando il modo di lavorare di tutti i giorni.

Microsoft Office 2016, il bello di lavorare insieme

Così, oggi, ci troviamo a scambiare freneticamente informazioni e dati in ogni genere, un flusso continuo indispensabile per la creazione e lo sviluppo di progetti e piani di lavoro.
Per Microsoft, Office 2016 rientra in una più ampia strategia di mercato, seguendo un’evoluzione che poggia su tre robuste basi, la creazione di una vera esperienza di computing, lo sviluppo del cloud intelligente e la costruzione di nuovi processi di business per una maggiore produttività. Proprio quest’ultimo pillar strategico è demandato alla rinnovata suite per l’ufficio. 

Seguendo il claim “il bello di lavorare insieme”, Microsoft rinnova l’intero pacchetto, senza sconvolgerlo, ma rendendo più fluide le normali attività. Il funzione dedicata alla condivisione diretta permette di creare gruppi e di inoltrare il nostro lavoro direttamente al team o a un collega. La condivisione consente una revisione rapida del lavoro, oppure solamente una lettura veloce da parte dei colleghi, in base alle permission impostate. La modifica ai file è simultanea, il proprietario e gli utenti abilitati possono dunque cambiare il contenuto di un dato documento in real-time. Rimane ben inteso che la piattaforma si occupa di monitorare costantemente i processi riguardanti la sicurezza delle condivisioni, basate su permessi specifici, su alert mirati ed è in grado di mantenere attive differenti copie pregresse, per poter accedere a revisioni progressive del progetto in lavorazione.

Microsoft Office 2016, il bello di lavorare insieme

In questo modo, “strumenti ormai famigliari per oltre 1 miliardo di persone al mondo, come Word, Excel, PowerPoint e OneNote, si sono evoluti, cambiando pelle e consentendo una vera esperienza di computing, ma non per questo espressamente legata a un computer”, come evidenzia Claudia Bonatti, Direttore delle Divisione Applications and Services di Microsoft Italia.
Proprio grazie a questa formula, che combina in modo equilibrato, una solida e nota struttura, con novità funzionali e un rinnovamento costante, la suite Office è oggi utilizzata dall’83% della aziende Fortune 500, con sottoscrizioni che crescono del 74% anno su anno e una base installata stabile del 25% per Office 365.

Sommario