Canon, l’Imaging e l’universalità del linguaggio digitale

Canon, l’Imaging e l’universalità del linguaggio digitale

Canon rilancia il linguaggio universale dell’Imaging e aggiorna la propria lineup di prodotti, presentando modelli per il professionista, l’appassionato e il mainstream.
L’azienda supporta attivamente ogni forma creativa e si impegna a fare da portabandiera della nuova era digitale, dove fotografia e immagini svolgono un ruolo fondamentale. A supporto di quanto annunciato alla presenza del Country Director, Consumer Imaging di Canon Italia, Marco di Lernia, la società ha invitato tre figure differenti, che rappresentano, in un certo senso, altrettanti modi di fare fotografia.

Canon, l’Imaging e l’universalità del linguaggio digitale

Presso la Fabbrica del Vapore di Milano, Canon Italia ha infatti coinvolto il fotografo sportivo Giancarlo Colombo, la blogger ‘Zelda was a Writer’ Camilla Ronzullo e Orazio Spoto, uno dei fondatori di Instagramers Italia. L’obiettivo dichiarato è quello di offrire tre differenti prospettive sull’utilizzo delle immagini come strumento per raccontare, mostrare ed emozionare.
Attraverso le parole dei tre professionisti abbiamo potuto apprezzare come il mondo della fotografia si stia evolvendo, grazie a strumenti sempre più maturi e “ritagliati” per i differenti target d’utenza.
In epoca di smartphone con fotocamere sempre più evolute e selfie, Canon mette in evidenza la natura stessa della fotografia e il messaggio che ciascuno scatto porta con sé. Oggi, sempre più spesso, grazie soprattutto alla forte diffusione dei social, i pensieri scritti vengono corredati da immagini che raccontano storie con un impatto sempre più intenso. Perché ciò sia possibile vi è un forte bisogno di fotografie di alta qualità, capaci di esprimere la bellezza dei dettagli e dei colori in modo accurato.

Partendo da questo presupposto, ciascun referente interpellato ha sottolineato il forte legame con la fotografia, che parte da una necessità e diventa passione.

Canon, l’Imaging e l’universalità del linguaggio digitale

Giancarlo Colombo
La fotografia è la mia professione, il modo con cui racconto la storia, l’emozione e la fatica del mondo dello sport. La macchina fotografica è per me uno strumento professionale, ma non smetto mai di amare la fotografia che rappresenta sempre una fonte di gioia. Quando fotografo devo rimanere freddo, oggettivo, valutare tutti gli aspetti tecnici per realizzare la foto perfetta anche quando a vincere è un carissimo amico come Stefano Baldini alle Olimpiadi di Atene del 2004.

Camilla Ronzullo, blogger
Le immagini mi permettono di raccontare la vita con immediatezza, ritraggo persone e momenti della realtà che mi circonda. Non mi sento mai sola con la macchina fotografica, è la mia alleata, è il mio occhio. Scatto spesso con una compatta, ma la reflex mi sfida a superare nuovi limiti e a inquadrare il mondo in un modo diverso. Quando appoggio l’occhio al mirino mi immergo nella scena che voglio raccontare.

Orazio Spoto, instagramer
Amo scoprire i luoghi attraverso instagram e contribuire alla creazione di storie collettive. Con gli hashtag, che sono vere e proprie etichette, posso individuare e partecipare a racconti globali. Attraverso la connessione wifi posso decidere cosa condividere e cosa no in poco tempo. Solo dopo, con calma, posso assaporare gli scatti e scegliere quali potranno contribuire alla storia collettiva e quanti invece saranno archiviati a titolo personale.

Marco di Lernia, Country Director, Consumer Imaging di Canon Italia
Continuiamo a evolvere per consentire alle persone di comunicare e lavorare meglio, di condividere idee ed emozioni, con una costante attenzione all’individuo e ai cambiamenti dei nostri tempi. Il massivo utilizzo di dispositivi dotati di fotocamera sta generando un forte aumento delle immagini catturate, per Canon l’opportunità di essere protagonista non è mai stata così grande. Vogliamo coinvolgere i consumatori e invitarli a sperimentare e catturare il mondo che li circonda attraverso le soluzioni Canon.

Sommario