Syncplicity, parliamo di digital workplace con il CEO Jon Hubermann

Syncplicity, parliamo di digital workplace con il CEO Jon Hubermann

Intervistiamo Jon Hubermann, CEO di Syncplicity, per parlare di modernizzazione delle infrastrutture IT e dei cambiamenti in atto a livello aziendale per abilitare il cosiddetto digital workplace.

- Qual è lo status di Syncplicity, oggi, sul mercato italiano e nello scenario economico globale?
Syncplicity sta registrando forti crescite ogni trimestre dopo lo spin off da EMC. L’Italia rappresenta per l’azienda un mercato eccellente, in cui abbiamo chiuso qualche ordine importante e nel quale intendiamo incrementare la nostra presenza. Abbiamo recentemente annunciato un nuovo EVP of Worldwide Sales con base in Europa, Jan Jensen, che ha l’impegno di far crescere il mercato EMEA e ha organizzato una presenza commerciale in Italia, focalizzata sulla chiusura di accordi a livello di grande azienda.

- Qual è il vostro focus e quali le vostre strategie per il 2016/2017, in tema di prodotti e piattaforma?
La roadmap di prodotto di Syncplicity per il 2016 è incentrata sui temi seguenti:
- Digital Transformation: modernizzazione delle infrastrutture IT e risposta alla richiesta di Digital Workplace espresso dagli utenti. Nuove funzionalità per il 2016 prevedono la possibilità di notifiche sui file in utilizzo per Microsoft Office 365, e la possibilità di supportare migrazione e sostituzione di file share di rete, cosa che rende condivisioni nell’ordine dei Petabyte utilizzabili su ogni dispositivo
- Data Governance: sicurezza, privacy, sovranità dei data e compliance. Tra le nuove funzionalità per il 2016 ci sono eDiscovery, legal hold, supporto DLP e opzioni EU per la sovranità dei dati.
- Enterprise scale: caratteristiche di empowerment che consentono le più estese implementazioni EFSS al mondo. Abbiamo clienti attivi che hanno realizzato progetti che coprono l’intera azienda, e che aggiungono ogni mese centinaia di utenti, senza interrompere alcun servizio. Nuove funzionalità per il 2016 comprendono strumenti per la migrazione dei contenuti, oltre a nuovi connettori, controlli amministrativi, API e migliorie all’architettura del sistema

- Quali settori e tipologie di aziende ritenete maggiormente strategici per lo sviluppo del vostro business?
Molti dei nostri clienti arrivano da settori quali manufacturing, life science, energia e automotive, ma abbiamo clienti praticamente in ogni settore e mercato. Una caratteristica forse più significativa è il tipo di organizzazione – Sono innovativi? Hanno casi di utilizzo complessi e richiedono sicurezza di livello enterprise? I nostri clienti hanno tipicamente grandi dimensioni e guidano il loro mercato a livello di innovazione e adozione della digital transformation.
Syncplicity è nato per ambienti enterprise complessi e di grandi dimensioni, che richiedono l’esperienza utente di una soluzione consumer. Dal nostro modello di storage ibrido fino alla sincronizzazione multi-folder, operiamo per l’IT enterprise e per gli utenti enterprise. Ci concentriamo su grandi progetti enterprise, dalle 10.000 postazioni e oltre, e vantiamo già numerosi clienti oltre le 100.000 postazioni, compreso l’accordo recentemente annunciato con Siemens che ha riguardato 330.000 postazioni

- Molte aziende stanno attualmente affrontando la digital transformation e l’evoluzione del postazione di lavoro. Come interpretate questa tendenza?
Come fornitore di soluzioni Enterprise File Sync and Share vediamo la digital transformation come l’opportunità per offrire alle grandi aziende globali un percorso nel caso in cui il cloud-only non sia un’opzione percorribile, ma ci sia comunque una spinta a trasformare il modo in cui viene condotto il business – dalla condivisione sicura dei dati all’interno e all’esterno, alla possibilità di accedere alle informazioni ovunque, sempre e da ogni dispositivo. La nostra soluzione non solo rende possibile un workplace digitale – con tanto di mobilità e condivisione dei file – ma dà anche all’IT la possibilità di modernizzare la propria infrastruttura, migliorandone l’efficienza e riducendo i costi correlati.
Vediamo una crescente tendenza all’adozione a livello enterprise della digital transformation in tre aree:
DIGITAL WORKPLACE - I nostri clienti abilitano e rendono mobili i loro dipendenti, permettendo loro di collaborare in tempo reale accedendo senza problemi ai contenuti, ovunque, sempre e da ogni device. Il backup in tempo reale dei file di un utente grazie alla nostra capacità di sincronizzare ogni cartella significa la possibilità di accedere ai propri dati e averli sempre disponibili su ogni dispositivo, anche nel caso in cui il loro computer si blocchi o venga perso o rubato.
MODERNIZZAZIONE DELL’IT - L’IT sblocca la potenza del cloud consolidando vecchie cartelle e repository di contenuti, utilizzando moderno storage in grado di abbattere significativamente i costi – la nostra soluzione permette ai clenti di migrare le loro condivisioni di file da storage NAS antiquato a
public cloud, private cloud e storage privato on-premises, con prezzi per GB ridotti letteralmente di un ordine di grandezza.
DATA GOVERNANCE - Le organizzazioni possono ora mettere a disposizione dei loro utenti una soluzione EFSS in grado di fornire accesso sempre e ovunque a tutti I loro dati, senza dover scendere a compromessi sulla protezione, sulla privacy o sulla compliance, sfruttando le nostre policy di sicurezza granulari e group-based e i controlli sulla data residency.

- Per trarre vantaggio dalle reali possibilità offerte dalla trasformazione digitale è necessario avere una mente aperta e abbandonare i metodi di lavoro obsoleti. Che cosa proponete per accelerare il business dei clienti?
Qualunque cambiamento richiede una mente aperta. Questa era di trasformazione digitale non è diversa e richiede che le organizzazioni IT ripensino il modo in cui forniscono i servizi ai loro utenti finali abituati a lavorare con strumenti consumer nella loro vita personale, ma sono spesso costretti a sopportare sistemi obsoleti al lavoro. Per esempio, aiutiamo i nostri clienti ad accelerare la trasformazione digitale offrendo una soluzione mobile moderna che assicura accesso anytime a tutti i documenti da qualunque dispositivo, senza dover prima accedere alla rete aziendale tramite VPN. I clienti possono così migrare rapidamente petabyte di file archiviati su costosi file share legacy a Syncplicity senza dover decidere a priori se sono tranquilli a trasferire tutti i loro contenuti sul cloud pubblico. La maggior parte dei clienti desidera conservare alcuni dati, o tutti, on premise e/o in un cloud privato, il che assicura loro maggior sicurezza e controlli di conformità data residency. Offriamo loro una soluzione EFSS con scelta dello storage e un percorso evolutivo che ha senso per il loro business.

- Quali sono i principali vantaggi delle piattaforme hybrid enterprise file sync e quali i driver della loro adozione in azienda?
Il principale beneficio è che i clienti possono trarre vantaggio dal valore del cloud – risparmi, accesso ovunque e facilità d’uso – senza dover spostare tutto il contenuto sul cloud pubblico. Hanno la possibilità di conservare i dati on-premise, realizzare un cloud privato e/o avvalersi di un cloud pubblico. I vantaggi partono dalla flessibilità di scelta basata sui loro requisiti di sicurezza, le loro esigenze di data governance e sul modo in cui supportano i loro utenti in tutto il mondo. Non tutte le imprese sono uguali e la nostra piattaforma hybrid EFSS dotata di data residency group-based granulare e controlli di sicurezza offre alle aziende quello che desiderano. Il risparmio IT associato al consolidamento di file storage obsoleto in una soluzione cloud-enabled moderna rappresenta una proposta molto interessante per coloro che devono reindirizzare i budget IT – risparmiare milioni per la trasformazione digitale, guadagnando piuttosto che compromettendo la sicurezza e il controllo sui dati, rappresenta un forte incentivo all’adozione.