HP svela il primo sistema “Production-Ready” per la stampa 3D

HP svela il primo sistema “Production-Ready” per la stampa 3D

HP ha presentato il primo sistema di stampa 3D commerciale production-ready a Rapid, importante conferenza dedicata all’additive manufacturing 3D.
HP Jet Fusion 3D Printing Solution rivoluziona la progettazione, la prototipazione e la produzione, offrendo per la prima volta parti fisiche di qualità superiore fino a 10 volte più velocemente e alla metà del costo rispetto ai sistemi attuali di stampa 3D. Grazie alla possibilità di stampare le parti funzionali a livello di voxel (un voxel è l'equivalente 3D del pixel 2D nella stampa tradizionale), HP offre ai clienti una capacità senza precedenti di trasformare le caratteristiche delle parti e fornire una mass customization.

Ricerca e sviluppo per guidare il settore - La nuova HP Jet Fusion 3D Printing Solution è il risultato di decenni di ricerca ed esperienza di HP nel campo della meccanica di precisione, della microfluidica e della scienza dei materiali. Ma non esiste azienda, nemmeno se dotata delle notevoli esperienza, dimensioni e asset di HP, in grado di trasformare da sola l'industria globale del manufacturing. HP è quindi orgogliosa di ricevere gli input e il sostegno da parte di produttori leader, di co-sviluppatori e di partner strategici come Nike, BMW, Autodesk, Jabil, Johnson & Johnson, Materialise, Proto Labs, Shapeways e Siemens.

HP svela il primo sistema “Production-Ready” per la stampa 3D

HP offre due nuove stampanti 3D progettate per prototipazione e produzione rapide.
• La stampante HP Jet Fusion 3D 3200 è ideale per la prototipazione grazie alla produttività migliorata e alla possibilità di incrementare l’utilizzo a un costo per pezzo inferiore.
• La stampante HP Jet Fusion 3D 4200 è progettata per le necessità della prototipazione e del manufacturing nel breve termine, con un’elevata produttività che permette di rispondere alle richieste nella stessa giornata e ai più bassi prezzi per pezzo.
• E’ disponibile un set sincronizzato di strumenti che include software intuitivo, un’innovativa HP Jet Fusion 3D Processing Station con Fast Cooling e materiali di alta qualità.

Materiali e piattaforma software open per scatenare la stampa 3D - In linea con la visione di una piattaforma open annunciata nel 2014, HP e i partner certificati collaboreranno per rendere possibile l’innovazione dei materiali e lo sviluppo di nuove applicazioni per la sua HP Multi Jet Fusion Solution, riducendo così i costi della stampa 3D e accelerando l’adozione del 3D printing nell’industria. HP sta creando un’app store dei materiali 3D e sta già collaborando con partner certificati come Arkema, BASF, Evonik e Lehmann & Voss, con il progetto di estendere l’ecosistema della piattaforma open in futuro.

HP ha inoltre collaborato con dei partner leader nel settore del software per rendere più semplice e intuitivo il processo dalla progettazione alla stampa. Tra questi troviamo: Autodesk, Materialise e Siemens. Attraverso l’integrazione con i principali fornitori di soluzioni software per il settore del manufacturing, HP sta rendendo possibile una piena integrazione della stampa 3D all’interno dei processi produttivi. HP è membro fondatore del consorzio industriale che ha sviluppato 3MF, un formato migliorato di file per la stampa 3D. HP Jet Fusion 3D Printing Solution è la prima stampante 3D pienamente compatibile con questo standard leader del settore.

Uno sguardo al futuro - Con l'espansione della gamma di materiali e colori offerta da HP, i clienti potranno trasformare le caratteristiche delle parti a livello dei voxel, disporre di un controllo senza precedenti e di infinite combinazioni di applicazioni, colori e materiali con proprietà uniche fino a oggi inimmaginabili, come:

• La capacità di stampare includendo strumenti di intelligence, come i sensori contenuti nelle parti, è chiave per l’Internet of Things.
• La stampa di parti con informazioni incorporate, come tracce o codici invisibili, porterà a un futuro caratterizzato da maggiori sicurezza e tracciabilità per reinventare le filiere produttive.

In futuro si stima inoltre che fino al 50% delle parti plastiche che compongono le HP Jet Fusion 3D Printer verrà stampato e prodotto con tecnologia HP Multi Jet Fusion invece che con i metodi produttivi tradizionali.

Insieme ad innovazioni come Sprout by HP, la digitalizzazione completa, dalla progettazione alla produzione, rappresenterà un cambiamento fondamentale rispetto alla produzione tradizionale. La digitalizzazione e la stampa 3D possono aiutare a rivitalizzare le aree di tutto il mondo che cercano di coniugare la sostenibilità con la crescita industriale. La digitalizzazione e la stampa 3D reinventeranno la filiera tradizionale e creeranno un modello di produzione “just in time”.

La stampante HP Jet Fusion 3D 4200 sarà in consegna a fine 2016, a cui seguirà HP Jet Fusion 3D 3200 nel 2017 in alcuni Paesi selezionati in EMEA a partire da Austria, Belgio, Repubblica d’Irlanda, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Spagna e Svizzera. La disponibilità verrà estesa in altri Paesi europei a partire dalla seconda metà del 2017. La stampante HP Jet Fusion 3D 3200 è disponibile a partire da 120.000 Euro. La soluzione end-to-end completa è disponibile a partire da 145.000 Euro.