Sophos Synchronized Security, protezione completa e proattiva

Sophos Synchronized Security, protezione completa e proattiva

Sophos Italia si rinnova e cresce in termini di fatturato, visibilità e canale. Merito della lungimirante strategia “Synchronized Security”, oggi ulteriormente perfezionata.
Le novità che riguardano da vicino l’azienda e i passi in avanti fatti in termini di market share e di prodotto sono stati illustrati da Marco D’Elia, Country Manager Sophos Italia e Fabio Buccigrossi, Channel Director di Sophos Italia.
L’anno fiscale 2016, conclusosi il 31 di marzo, ha regalato risultati molto importanti alla società, superiori alle aspettative e alle previsioni del medio periodo.
Come precisa D’Elia, la crescita è stata registrata in ogni comparto aziendale, “dall’endpoint protection alle network security”, senza particolari aree di sviluppo preferenziali.

Sophos Synchronized Security, protezione completa e proattiva

Il fatturato sale del 19,7% rispetto allo scorso anno, il tutto senza considerare le acquisizioni maturate nel periodo (like-for-like billings). La crescita nel nostro Paese è ancora più rilevante, con un +33%, un valore che consolida una tendenza in atto da diversi anni, sottolinea il Country Manager.

Il trend positivo di Sophos nasce certamente da alcuni aspetti congiunturali di mercato ma soprattutto dal posizionamento scelto dall’azienda.
Sophos si propone infatti come partner ideale per gli ambienti medio/piccoli e, soprattutto in ottica canale e PMI, questo aspetto è stato premiante. I pacchetti di security proposti sono infatti di immediata gestione e possono essere orchestrati anche in situazioni dove è disponibile un solo IT manager per il controllo dell’intera infrastruttura dell’impresa. Situazione non infrequente in Italia.

Sommario