Brocade Workflow Composer, automazione di rete in stile DevOps

Brocade Workflow Composer, automazione di rete in stile DevOps

Brocade Workflow Composer è una piattaforma di automazione di rete basata su server che permette a imprese e fornitori di servizi cloud di ottimizzare le loro funzioni IT.
Brocade Workflow Composer offre automazione di rete in stile DevOps per implementazione, convalida, risoluzione dei problemi e rimediazione di reti multi-vendor, integrandosi con i workflow di più domini IT per garantire un'automazione end-to-end.

Nel loro percorso verso la digitalizzazione, le imprese necessitano di un'architettura di rete sottostante automatizzata, in grado di supportare l'agilità del business. Questa architettura New IP consente alla rete di trasformarsi in una piattaforma di innovazione, sviluppo, distribuzione e protezione di nuove applicazioni. Secondo un sondaggio globale tra i CIO , il 75% degli intervistati dichiara che la rete influisce direttamente sulla capacità delle loro organizzazioni di raggiungere gli obiettivi aziendali. La mancanza di automazione e integrazione di rete con le altre funzioni IT e i toolchain è il principale ostacolo che impedisce di sfruttare al meglio la digitalizzazione.

L'automazione è da tempo un segno distintivo delle soluzioni Brocade, a partire dalle reti di archiviazione del 1995. Nel 2009 Brocade ha rafforzato la propria leadership nel campo dell'automazione con il primo Ethernet Fabric basato su switch Brocade VDX con tecnologia Brocade VCS Fabric.
Quest'anno Brocade ha ampliato l'offerta Fabric per data center con Brocade IP Fabrics, una soluzione aperta e basata su standard che sfrutta architetture basate su BGP pronte per il cloud, con automazione garantita dal nuovo Brocade Workflow Composer. Più recentemente, Brocade ha acquisito StackStorm, società innovatrice nel campo del software di automazione basata su eventi, al fine di mettere al servizio delle reti funzioni di automazione in stile DevOps. La tecnologia StackStorm è ora un elemento fondamentale di Brocade Workflow Composer.

Per rendere possibile l'automazione interdominio, le organizzazioni devono pensare in termini di workflow. I workflow si sono affermati come componente essenziale delle funzioni IT negli hyperscale cloud provider, in quanto meccanismi efficaci per la conversione di regole e policy in servizi IT scalabili. Dal momento che un workflow è costituito da una serie di attività spesso eseguite manualmente e in modo ripetitivo, è facile intuire come possa fungere da elemento portante per lo sviluppo dell'automazione.

I workflow possono essere monodominio, come nel caso dell'implementazione di un dispositivo di rete, oppure interdominio, come nel caso del rilevamento di un problema con un dispositivo di rete, e la creazione e assegnazione automatica di una richiesta di assistenza a un operatore di rete. Con l'automazione basata su workflow interdominio è possibile eliminare i passaggi manuali di rilevamento del problema, identificazione della potenziale causa, applicazione delle contromisure e persino creazione di una richiesta di assistenza o intervento di un tecnico. Di conseguenza, è possibile ridurre al minimo l'errore umano, migliorando l'efficienza operativa e riducendo notevolmente i tempi di risoluzione dei problemi. Secondo ZK Research, l'errore umano è all'origine del 35% dei downtime di rete. L'automazione di rete è in grado di azzerare il downtime.

Caratteristiche principali di Brocade Workflow Composer
A differenza di altre soluzioni per l'automazione di rete, spesso monolitiche, proprietarie e rivolte unicamente alla rete, Brocade Workflow Composer offre:
• Gestione del ciclo di vita basata su software. Brocade Workflow Composer automatizza l'intero ciclo di vita della rete, dall'implementazione e convalida iniziale fino alla risoluzione dei problemi e la correzione automatica degli errori.
• Integrazione interdominio. Brocade Workflow Composer sfrutta punti di integrazione personalizzabili per riconoscere eventi riguardanti qualsiasi dispositivo di rete, piattaforma o applicazione interdominio, quindi attiva la risposta di altri strumenti e applicazioni per realizzare un workflow automatizzato. Brocade Workflow Composer mette a disposizione oltre 1.900 punti di integrazione personalizzabili per le piattaforme e le applicazioni più diffuse, come Linux, Windows, vSphere, AWS, Azure, CloudFoundry, OpenStack, Docker, Kubernetes, CoreOS, FireEye, New Relic, Sensu, Splunk, ChatOps, PagerDuty e VictorOps.
• Automazione flessibile dei workflow per le reti multi-vendor. Brocade Workflow Composer assicura l'agilità del comparto IT con un'ampia scelta di soluzioni di automazione dei workflow di rete predefinite, personalizzabili o programmabili da zero, tutte supportate negli ambienti di rete multi-vendor.
• Metodologie di ispirazione DevOps. L'esecuzione dei workflow è garantita dal framework aperto, estendibile e basato su microservizi di Brocade Workflow Composer. Questo framework sfrutta StackStorm, una serie di diffuse tecnologie DevOps open source, e una fiorente community per la collaborazione e l'innovazione.