Il self-learning di Darktrace, ora disponibile per applicazioni SaaS

Il self-learning di Darktrace, ora disponibile per applicazioni SaaS

Darktrace amplia le capacità della propria tecnologia di self-learning, ora disponibile per le applicazioni SaaS, come per esempio Salesforce.com, Box, e Office 365.

Le aziende stanno adottando sempre più applicazioni cloud e, come conseguenza di questa tendenza, si sono sviluppati significativi “punti ciechi”, con dati importanti e interazioni tra utenti che possono finire fuori portata. I nuovi estendono la visibilità di rete ad aree di infrastruttura critiche, in precedenza non monitorate, che potrebbero ora beneficiare della tecnologia di self-learning Enterprise Immune System di Darktrace, che si basa sul machine learning e su formule matematiche sviluppate dall’Università di Cambridge.

I connettori SaaS di Darktrace abilitano immediatamente la visibilità di rete, con dati utili come login utenti, trasferimento dati e download, e consentono un aggiornamento, individuando comportamenti sospetti o attività anomale – attraverso una rete domestica o un WiFi pubblico – che vengono analizzati in tempo reale.

Tra i benefici:
- Visibilità completa di interazioni utenti all’interno di applicazioni SaaS;
- Facilità di installazione – meno di un’ora;
- Analisi delle minacce in tempo reale;
- Disponibilità per Salesforce.com, Box, Google Apps, Dropbox, e Microsoft Office 365.