Intel Core di settima generazione, Kaby Lake al debutto

Intel Core di settima generazione, Kaby Lake al debutto

Kaby Lake, la nuova famiglia di processori Intel Core di settima generazione, è pronta per il debutto e porta in dote elevate performance, oltre a consumi molto contenuti.
Da questa architettura prendono forma microprocessori per sistemi desktop, mobile e i potenti Xeon per workstation. La base di partenza è il processo costruttivo a 14 nm+, capace di assicurare un elevato grado di integrazione, dimensioni contenute e l’aggregazione di milioni di transistor, in modo efficace ed efficiente.
Grazie alla nuova architettura Intel punta a soddisfare un ampio range di possibili richieste, dal segmento mobile, dove detachable e 2-in-1 stanno spopolando, ai sistemi desktop e da lavoro, dove è richiesta potenza grafica, di calcolo e per il multimedia.

La famiglia include una vasta serie di CPU, modelli da 4,5 W Intel Core vPro serie Y per gli ambienti mobile, oltre a varianti da 15 W Intel Core vPro e da 15 W – 28 W Intel Core (U-series), per 2-in-1 convertibili e thin & light, anche con SKU dotati di grafica Intel Iris Plus.

Intel Core di settima generazione, Kaby Lake al debutto

La sezione del listino che include i modelli serie H, vede unità da 45 W per dispositivi più grandi e notebook premium, oltre a modelli unlocked per enthusiast e la VR.
Sempre con un TDP di 45 W, Intel renderà disponibili CPU Xeon per workstation mobile e il mondo professionale.
Per i sistemi desktop all-in-one sono previsti modelli Core e Core vPro della serie S e TDP da 65 W a 35 W. Ulteriori unità da 65 W a 95 W sono invece progettate per desktop “classici”, per l’ufficio, la casa, sino ad arrivare ai modelli top per gli appassionati.

La famiglia Core, che include come d’abitudine la gamma i3, i5 e i7, si distingue per l’elevata potenza offerta e per la sezione grafica ulteriormente evoluta. Un sistema ottimizzato per la realtà virtuale e la gestione di contenuti eterogenei.
I modelli i5 e i7 dispongono di tecnologia Intel Turbo Boost 2.0, capace di erogare sempre le migliori prestazioni possibili monitorando e regolando dinamicamente la potenza della CPU. Oltre a una maggiore reattività, la piattaforma consente di ridurre i consumi quando le richieste sono al minimo.

Intel Core di settima generazione, Kaby Lake al debutto

Intel Speed Shift Technology permette un controllo diretto degli stati di prestazione del processore (P state) senza dover passare dal sistema operativo. Ciò garantisce passaggi di clock più rapidi e tempestivi e accelerazioni più importanti sul singolo task. Se ciò non bastasse, Intel Ready Mode Technology mantiene il sistema in uno stato di vigilanza attiva e garantisce aggiornamenti continui.
Grazie alle motherboard predisposte per Intel Optane Memory Ready è possibile aggiungere memoria superveloce Optane aftermarket, utile per accelerare il boot, la gestione del sistema e dei file di lavoro.

Sommario