In-Site annuncia l'ingresso in Open Hub Med

In-Site annuncia l'ingresso in Open Hub Med

Dopo la progettazione del Data Center di Carini, In-Site annuncia il suo ingresso nel consorzio tecnologico Open Hub Med.

Open Hub Med è nato per offrire agli operatori di telecomunicazioni internazionali un modello multi-stakeholder per lo scambio del traffico internet nel Mediterraneo (leggi la nostra intervista a Joy Marino, Presidente del MIX, che si è espresso anche in riferimento al polo Open Hub Med). Il consorzio è composto, oltre che da In-Site, da altre dieci società specializzate nel mondo delle telecomunicazioni: Eolo, Equinix, Fastweb, Interoute, Italtel, MIX, Retelit, SUPERNAP Italia, VueTel e XMED. In-Site entra nel consorzio con una partecipazione al capitale sociale di Open Hub Med del 4,76%.

In-Site e Open Hub Med hanno già collaborato per la progettazione del Data Center di Carini (Palermo), il primo polo tecnologico neutrale aperto a tutti gli operatori presenti nel Mediterraneo. Ospitato nell’area di ricerca di Italtel in Sicilia, il Data Center di Carini offre una struttura pianificata per essere scalabile nel tempo e modificabile per fasi successive, nonché un progetto improntato al criterio del massimo risparmio energetico.

Valeria Rossi, presidente, Open Hub Med
Siamo felici dell’ingresso in Open Hub Med di In-Site, perché porta all’interno del consorzio una prospettiva diversa, originale. Avere una realtà come In-Site tra i propri partner, inoltre, dimostra come l’attenzione di Open Hub Med nei confronti del mondo Data Center sia molto elevata: l’obiettivo, del resto, è quello di offrire agli operatori delle telecomunicazioni di tutto il mondo un polo tecnologicamente sempre più all’avanguardia e attento al concetto di risparmio energetico.

In-Site annuncia l'ingresso in Open Hub Med

Pietro Matteo Foglio, CEO & Founder, In-Site
Siamo orgogliosi e onorati di entrare a far parte del consorzio Open Hub Med, il progetto è ambizioso e moderno. Open Hub Med rappresenta un motivo di orgoglio nazionale e noi vogliamo mettere a disposizione tutto il nostro know-how nella progettazione integrata di infrastrutture a grande valenza tecnologica, con l’obiettivo di portare un valore aggiunto all’interno del consorzio – non solo per la progettazione del polo tecnologico di Carini, ma anche per la crescita del progetto nel suo complesso.

Leggi la nostra intervista al CEO In-Site, Pietro Matteo Foglio.