Shuttle XPC DQ170, il barebone con supporto Intel vPro

Shuttle XPC DQ170, il barebone con supporto Intel vPro

Shuttle arricchisce la gamma XPC con il nuovo modello ultracompatto DQ170, capace di ospitare CPU Intel Kaby Lake, memorie DDR3 e storage veloci M.2.
Si tratta di una configurazione che può essere declinata per numerosi tipi di impiego e che lascia aperte svariate possibilità, in funzione del tipo di processore che si sceglie di installare. Come tutti i barebone, infatti, anche DQ170 esce di fabbrica privo di CPU, RAM, storage e sistema operativo, garantendo la massima flessibilità di utilizzo, anche in base al budget a disposizione. Con un prezzo di poco superiore ai 300 Euro (IVA inclusa), questo modello è ritagliato sulle esigenze professionali, laddove serva una buona potenza di calcolo a fronte di uno spazio minimo.

Shuttle XPC DQ170, il barebone con supporto Intel vPro

Lo chassis in metallo da 1,3 litri è tra i più compatti che abbiamo potuto analizzare, soprattutto in rapporto alle opportunità di intervento e add-on dei componenti interni. Di fatto esistono configurazioni ancora più piccole, come Intel NUC, ma offrono decisamente meno possibilità di upgrade e personalizzazione.
Il guscio esterno è solido e ben assemblato, può essere agganciato a supporti VESA grazie alle staffe in dotazione ed è mutuato dalla precedente serie DHxxx, con la quale il DQ170 condivide forme e aspetto generale.

Shuttle XPC DQ170, il barebone con supporto Intel vPro

La base hardware include il chipset Intel Q170 e il Socket LGA1151, per processori Intel Skylake e Kaby Lake con TDP sino a 65 W. A questo si abbina il supporto per memorie DDR3 sino a 16 GByte e la possibilità di alloggiare storage Serial ATA da 2,5” e M.2-2260, anche in doppia configurazione. La macchina dispone inoltre di una doppia seriale RS232 + RS232/422/485, doppia LAN (Intel i211 e Intel i219LM), che si affiancano al lettore per SD Card, alle quattro USB 3.0 e alle altre quattro USB 2.0.
Grazie alla grafica integrata Intel è possibile pilotare sino a tre monitor contemporaneamente, adottando gli output HDMI e DP, con risoluzioni fino a 4K.
A livello opzionale è possibile configurare il sistema con un kit WLAN e un output VGA.
L’alimentatore, molto compatto, è esterno e con potenza massima erogata di 90 W.

Shuttle XPC DQ170, il barebone con supporto Intel vPro

Già osservando le specifiche “di targa”, lo Shuttle DQ170 si propone come PC desktop particolarmente versatile, in grado di ospitare sistemi Windows o Linux e di assolvere appieno alle normali funzioni da ufficio. Pur se molto compatto, questo sistema non ha infatti quasi nulla da invidiare rispetto ai formati SFX, micro-tower o middle-tower che, invece, sono nettamente più ingombranti.
Nella visione dell’azienda, se opportunamente configurato, questo modello può essere integrato in contesti industriali, aziendali, nel retail, negli uffici, per la gestione di piccoli carichi di lavoro, come mini-server o per la gestione multi-display di array monitor per il signage entry-level.

Sommario