Red Hat Cloud Suite, Kubernetes, integrazione e scalabilità

Red Hat Cloud Suite, Kubernetes, integrazione e scalabilità

Red Hat presenta la nuova versione di Red Hat Cloud Suite, soluzione che unisce Kubernetes enterprise-grade con un’infrastruttura cloud estremamente scalabile.

La nuova release targata Red Hat supporta la digital transformation aziendale associando Red Hat OpenShift Container Platform, Red Hat OpenStack Platform e Red Hat CloudForms per implementazioni hybrid cloud container-ready aperte. In questo modo, Red Hat Cloud Suite permette alle aziende di realizzare facilmente applicazioni cloud-native, implementarle e gestirle con un’offerta unica, favorendo l'innovazione senza sacrificare gli investimenti in infrastruttura già esistenti.

Basata sulla principale piattaforma enterprise Linux del mercato, Red Hat Cloud Suite favorisce l’adozione dei Linux container associando Red Hat OpenShift Container Platform, la piattaforma container application, con l’infrastruttura altamente scalabile di Red Hat OpenStack Platform e Red Hat Virtualization. Insieme a Red Hat CloudForms per la gestione hybrid e multi-cloud, Red Hat Cloud Suite offre una soluzione pre-integrata per le imprese che desiderano portare i Linux containers dalle workstation degli sviluppatori su implementazioni mission-critical cloud-scale.

Queste alcune delle caratteristiche principali della nuova versione di Red Hat Cloud Suite:

  • Enterprise-grade Kubernetes: come componente di Red Hat Cloud Suite, l’ultima versione di Red Hat OpenShift Container Platform fornisce una container application platform completa basata su Kubernetes. Red Hat OpenShift Container Platform supporta la creazione di applicazioni cloud-native di nuova generazione supportando al tempo stesso workload esistenti, compresi quelli che richiedono risorse stateful.
  • Red Hat CloudForms con automazione Ansible: a sottolineare l’approccio automation-based alla gestione multi-cloud di Red Hat c’è l’integrazione di Ansible con Red Hat CloudForms, cosa che ne rende più facile l'implementazione e aumenta la profondità e diffusione dell’automazione in azienda.
  • Servizi OpenStack componibili: per i cloud Red Hat Cloud Suite basati su Red Hat OpenStack Platform, gli utenti possono comporre esattamente dove vogliono che giri ogni servizio, migliorando l’efficienza tramite il dimensionamento e la gestione di servizi specifici al bisogno.
  • Flessibili e potenti capacità di virtualizzazione: la più recente versione di Red Hat Virtualization permette di implementare un “thin” hypervisor di default, oppure di aggiungere software e servizi per indirizzare casi d’uso specifici. La gestione della virtualizzazione è stata migliorata con l’aggiunta di Cockpit per maggiori insight su ambienti virtuali e workload.

Lars Herrmann, general manager, Integrated Solutions, Red Hat
Linux container rappresenta un percorso verso la digital transformation e,se associate a tecnologie hybrid cloud come OpenStack, offre una risposta end-to-end su come abbracciare il future dell’IT senza sacrificare l’oggi. Red Hat Cloud Suite fornisce le tecnologie per realizzare questa trasformazione salvaguardando gli investimenti IT esistenti, dalla più completa piattaforma Kubernetes in Red Hat OpenShift Container Platform fino alla virtualizzazione open source di Red Hat Virtualization, il tutto in un’unica soluzione unificata ready-to-deploy in grado di soddisfare le esigenze di quasi tutte le infrastrutture IT.

Gary Chen, research manager, Software Defined Compute, IDC
L’open source continua a innovare il cloud computing. Le imprese sono sempre più interessate alle architetture multi-platform che supportano applicazioni cloud native microservices-based, così come workload tradizionali. Con Red Hat Cloud Suite, I client possono adottare questo paradigma e fornire applicazioni più rapidamente faster in un ambiente scalabile, integrato, e gestito.