Talend Summer’17, l’integrazione Multi-Cloud dei Big Data

Talend Summer’17, l’integrazione Multi-Cloud dei Big Data

Talend rilascia Summer’17, la seconda delle due major release annuali del Data Fabric, soluzione ora in grado di supportare in modo completo le principali piattaforme cloud.
Incontriamo Camillo Moratti, Channel e Key Account Manager di Talend Italia e Felice Sandro Bellanti, Senior Pre-Sales Consultant, che ci illustrano le nuove peculiarità di questa architettura e il percorso di crescita dell’azienda.

Talend Summer’17, l’integrazione Multi-Cloud dei Big Data

Moratti, in azienda da pochi mesi si occupa degli aspetti legati al canale e alla vendita indiretta, a contatto diretto con i VAR e i System Integrator. Importante anche la collaborazione con numerosi istituti e realtà capaci di realizzare e sviluppare osservatori e modelli di advanced analytics.
Talend crescere a livello worldwide del 40% - 50% anno su anno, un trend rispettato anche nella nostra country per quanto riguarda l’H1 2017. Nel secondo quarter sono stati acquisiti circa 15 nuovi clienti, portando il totale a circa 35. Si tratta di una crescita organica e regolare, precisa Moratti, non dovuta ad acquisizioni o boost in ambito commerciale.

Talend Summer’17, l’integrazione Multi-Cloud dei Big Data

Tra le novità più recenti, l’apertura di una sede a Milano (fine maggio) e l’attesa per un nuovo Sales Leader che arriverà a breve. La crescita aziendale passa anche dalla ricerca e dall’integrazione di nuove figure dedicate alla parte di prevendita e al settore professional services. Entro fine anno l’organico dovrebbe salire sino a 7 – 8 elementi.
La crescita del canale rappresenta un aspetto cruciale per il medio periodo, la volontà è quella di approcciare i partner per offrire competenze mirate, in modo puntuale su tutto il territorio.
Il nostro Paese ricopre un ruolo importante nella strategia Talend, professionisti e aziende hanno dimostrato nel tempo molto interesse per le piattaforme di gestione del dato. Lo dimostra il gran numero di download della versione entry-level Community e l’adozione in ambito application integration e per utilizzi indipendenti open source o Hadoop.

Talend Summer’17, l’integrazione Multi-Cloud dei Big Data

Come abbiamo già potuto constatare durante la presentazione di Talend Data Fabric Winter’17, tra i vantaggi di questa soluzione c’è senza dubbio la forte integrazione con tutti i cloud esistenti e non solo. L’azienda non adotta codice proprietario ma usa il linguaggio della piattaforma con la quale va a integrarsi, astraendo le complessità tipiche del mondo dei Big Data. Tra i numerosi benefici offerti dal Data Fabric, la possibilità di evitare il vendor lock-in, la riduzione dei costi d’esercizio, l’adozione in situazioni di disaster recovery e la possibilità di operare con maggiore agilità.

In particolare, Talend Summer’17 aiuta a gestire le informazioni sulle piattaforme Amazon Web Services (AWS), Cloudera Altus, Google Cloud Platform, Microsoft Azure e Snowflake, consentendo ai clienti di integrare, pulire e analizzare rapidamente i dati per ottenere un vantaggio competitivo e stimolare l'innovazione.
Talend Data Fabric Summer’17 permette ai clienti di avere accesso a una ricca library di componenti cloud nativi Talend utilizzando intuitivi strumenti visivi per il drag-and-drop che permettono di creare flussi di big data in grado di funzionare con qualsiasi cloud e praticamente dovunque.

Talend Summer’17, l’integrazione Multi-Cloud dei Big Data

La nuova release, disponibile dal 29 giugno, può:
• Velocizzare lo sviluppo di pipeline multi–cloud: Talend Summer’17 offre una gamma di nuovi connettori per Azure, Cloudera e Google Cloud in grado per Big Data, cloud data warehousing, NoSQL e piattaforme di messaggistica. Inoltre, il nuovo aggiornamento di Talend Data Fabric include il primo supporto per Cloudera Altus, una nuova soluzione platform-as-a-service che semplifica la costruzione e la distribuzione di pipeline di dati intelligenti su Cloudera - con minor necessità di supporto operativo.
• Accelerare la migrazione verso il cloud: Talend Summer’17 consente di migrare rapidamente i dati on-premise su cloud, permettendo ai clienti di creare in modo semplice e intuitivo data warehouse nel cloud, alimentare analisi più ricche e velocizzare i tempi di consultazione. Questa nuova release Talend permetterà agli utenti di usufruire del più veloce connettore Snowflake per caricare grandi quantità di dati e aumentarne la velocità di migrazione fino a 20 volte. Talend riduce il tempo di migrazione dei dati on-premise e cloud verso Snowflake grazie all’utilizzo di strumenti di data quality ed ETL visivi.
• Offrire la flessibilità e la portabilità necessarie per sfruttare le attività di sviluppo progettate per una piattaforma cloud e riutilizzarle con altre piattaforme cloud: in questo modo i clienti possono adottare rapidamente nuove innovazioni per i servizi cloud e per i futuri progetti di sviluppo. Di conseguenza, le aziende sono in grado di combinare e analizzare i dati in modi nuovi per innovare più velocemente, riducendo allo stesso tempo i costi d manutenzione e sviluppo.
• Offrire data quality con l’apprendimento automatico su scala Big Data: quando gli archivi di dati crescono, i clienti devono trovare nuove modalità per bonificare e gestire i dati in modo che l’intervento umano sia sempre minore. Talend Summer’17 utilizza gli algoritmi di machine learning alimentati da Apache Spark per automatizzare e accelerare la corrispondenza e la bonifica dei dati, migliorando la scalabilità, le prestazioni e l'accuratezza. Questi nuovi algoritmi e le funzionalità di machine learning sono progettati per funzionare in modo ottimizzato con l’intuitiva app Talend Data Stewardship basata sui ruoli, per consentire un miglioramento continuo all'interno di ciascun modello di qualità dei dati.