Cloud, Red Hat acquisisce asset e tecnologia di Permabit

Cloud, Red Hat acquisisce asset e tecnologia di Permabit

Red Hat acquisisce gli asset e la tecnologia di Permabit Technology Corporation, con un focus sull'offerta Permabit di data deduplication e data compression.

Obiettivo di Red Hat è migliorare ulteriormente le proprie soluzioni cloud-native e Linux container con l’offerta di deduplicazione e compressione dei dati di Permabit. Grazie all’aggiunta di tali nuove funzionalità alla piattaforma Red Hat Enterprise Linux, infatti, Red Hat consentirà una migliore digital transformation grazie a opzioni storage più efficienti.

Una soluzione efficiente e open source - Con la tecnologia di Permabit, Red Hat può aggiungere a Red Hat Enterprise Linux potenti caratteristiche di data deduplication e compression, con un conseguente aumento delle funzionalità relative su tutte le tecnologie storage e hybrid cloud di Red Hat, tra cui Red Hat OpenStack Platform, Red Hat OpenShift Container Platform e Red Hat Storage. In linea con il suo impegno verso soluzioni completamente open source e verso un’innovazione upstream-first, Red Hat intende rendere open source la tecnologia di Permabit. Questo permetterà alle aziende clienti di utilizzare un’unica piattaforma, supportata e completamente open, per incrementare l’efficienza dello storage, senza doversi affidare a tool eterogenei o personalizzati, e a sistemi operativi supportati in modo inadeguato.

L’efficienza è un elemento fondamentale nel rispondere alle crescenti necessità di data storage delle imprese, in particolare con l’emergere delle infrastrutture convergenti (HCI), che uniscono storage e capacità di elaborazione su un unico server x86. In questo contesto, soluzioni open source di livello enterprise, come le proposte Red Hat, possono aiutare a rispondere con successo alle sfide storage nell'era digitale, utilizzando il software per incrementare lo storage disponibile alle applicazioni, senza dover per forza aumentare la quantità assoluta di storage fisico.

Impatto fiscale - Non è previsto che l’operazione abbia alcun impatto materiale sulle indicazioni Red Hat relative al secondo trimestre fiscale, che finirà il 31 agosto 2017, o all’intero anno fiscale, che si chiuderà il 28 febbraio 2018.

Jim Totton, vice president and general manager, Platforms Business Unit, Red Hat
Tecnologie di trasformazione digitale, quali infrastrutture cloud, container Linux e infrastrutture iperconvergenti, richiedono che le aziende tornino ad esaminare decisioni tecnologiche non sufficientemente considerate in passato o ormai consolidate, soprattutto in tema di storage, per ottenere più benefici possibili per l’evoluzione del business. Con l’aggiunta a Red Hat Enterprise Linux degli strumenti Permabit di data deduplication e compression, Red Hat sarà in grado di supportare queste organizzazioni nella ricerca di una più efficiente footprint storage che possa stimolare l’innovazione del loro business.