Adobe e Microsoft, collaborare e comunicare in modo efficiente

Adobe e Microsoft, collaborare e comunicare in modo efficiente

Adobe e Microsoft annunciano oggi una nuova partnership strategica per aumentare la produttività e l’efficienza in azienda. A partire da oggi infatti Adobe Sign, il servizio di firma elettronica disponibile attraverso Adobe Document Cloud, entra a far parte del portfolio di soluzioni Microsoft, tra cui Office 365.

Microsoft Teams, inoltre, il nuovo servizio di collaborazione basato su chat disponibile per gli utenti business nella piattaforma di produttività cloud Office 365, diventa uno strumento per la collaborazione all’interno di Adobe Creative Cloud, Document Cloud ed Experience Cloud.
Infine, grazie a questo accordo, Microsoft Azure diventa la piattaforma cloud preferenziale per Adobe Sign. Insieme, Microsoft e Adobe offrono ai singoli e ai team di lavoro la possibilità di collaborare e comunicare in modo efficiente, promuovendo un processo di decision‐making su più dispositivi.
L’accordo fa seguito al recente lancio delle prime soluzioni sviluppate insieme per aiutare le imprese a rivoluzionare la customer experience attraverso Adobe Experience Cloud, Microsoft Azure e Microsoft Dynamics.

Oltre alla partnership annunciata oggi, le aziende esploreranno insieme l’opportunità di collaborare in ambiti quali Articial Intelligence, Analytics, automazione documentale intelligente, massimizzando la produttività sul Cloud.

Le prime soluzioni integrate, disponibili nelle prossime settimane includono:
- L’integrazione di Adobe Sign all’interno di Microsoft Office 365, che offrirà la possibilità di utilizzare il servizio di firma elettronica Adobe all’interno dei programmi Office 365, quali Microsoft Word, Microsoft Powerpoint e Microsoft Outlook. La firma elettronica in questo modo diventerà parte delle nostre operazioni quotidiane.
- L’integrazione di Microsoft Teams all’interno di Adobe Creative Cloud e Adobe Stock: darà la possibilità a tutti i professionisti della creatività di accedere a un ambiente di lavoro che favorisce la collaborazione globale e accelera le interazioni e il processo decisionale nell’ambito di un progetto creativo. In futuro Microsoft Teams sarà integrato anche all’interno di Adobe Experience Cloud.
- Integrazione tra Adobe Sign e Microsoft Teams, che consentirà di rendere più efficienti i processi di creazione, approvazione e firma di contratti e accordi tra team di lavoro. L’app di Adobe Sign all’interno di Microsoft Teams include la possibilità di inviare documenti per la firma e bot che permettono al team di lavoro di gestire e tracciare i documenti.
- Integrazione tra Adobe Sign e Microsoft Flow: darà la possibilità agli utenti di abilitare flussi di lavoro digitali end‐to‐end implementando Adobe Sign all’interno dei processi di Microsoft Flow. Nei prossimi mesi, le aziende potranno beneficiare dell’integrazione di Flow con altre applicazioni Microsoft come SharePoint, Dynamics e OneDrive.

Adobe Sign per Microsoft Dynamics e Microsoft SharePoint è già disponibile. L’integrazione di Adobe Sign in Microsoft Teams, Microsoft Flow, Microsoft Word, Microsoft PowerPoint e Microsoft Outlook sarà invece disponibile a partire dale prossime settimane, insieme all’integrazione di Adobe Creative Cloud con Microsoft Teams, a cui seguirà quella con Experience Cloud.