TomTom, le aziende italiane non sfruttano il loro potenziale IT

Una nuova ricerca targata TomTom Telematics svela le difficoltà delle aziende italiane nello sfruttare le novità tecnologiche degli ultimi anni.

Nell'era della trasformazione digitale, le aziende italiane affrontano sfide crescenti per mantenersi al passo con l'innovazione tecnologica. Secondo uno studio condotto da TomTom Telematics tra 400 dirigenti di aziende italiane con 5 o più dipendenti, però, più di due terzi delle aziende in Italia (67%) dichiara di non utilizzare i sistemi tecnologici introdotti negli ultimi 5 anni.
Il dato è confermato dal fatto che il 37,5% delle aziende oggetto dello studio afferma di utilizzare ancora la carta per archiviare informazioni sensibili, mentre il 32,5% sostiene di adottare fogli di calcolo.

I costi sono la barriera più rilevante all’introduzione di soluzioni tecnologiche (per il 31% degli intervistati). Il 24% indica invece come causa la difficoltà ad introdurre nuovi sistemi, mentre il 16% rileva una resistenza da parte dei dipendenti. Un ulteriore 11% evidenzia la difficoltà di integrazione con i sistemi già esistenti.

Nonostante queste difficoltà, il 61% degli intervistati riconosce l’importanza dell’utilizzo di tecnologie adeguate ai cambiamenti tecnologici degli ultimi anni.  

TomTom, le aziende italiane non sfruttano il loro potenziale IT

Marco Federzoni, Sales Director Italia, TomTom Telematics
Le aziende che introducono nuovi sistemi tecnologici in modo lento o tardivo rischiano di restare indietro e, di conseguenza, perdere il loro vantaggio competitivo. Strategie digitali a lungo termine, unite all’integrazione di soluzioni tecnologiche in azienda, possono essere la chiave di volta per semplificare i processi, aiutando a migliorare l’efficienza delle operazioni, la produttività e contribuire alla crescita dell’azienda nel complesso. In questa fase è importante che i manager capiscano che un investimento iniziale è indispensabile, ma una volta che la tecnologia è stata implementata in azienda e, soprattutto, utilizzata, i risultati in termini di efficienza non tarderanno ad arrivare e, di conseguenza, sarà possibile anche un rapido ritorno sull’investimento. I clienti che hanno adottato soluzioni telematiche avanzate, per esempio, hanno osservato ritorni già dopo 3 mesi. Inoltre, i giusti partner tecnologici sono in grado di mettere in campo i requisiti necessari per supportare l’azienda evitando interruzioni durante la transizione e aiutandola in un’implementazione semplice e tempestiva.