Almawave, ecco i trend social dell'estate 2017 in Italia

Almawave, ecco i trend social dell'estate 2017 in Italia

Almawave presenta una nuova ricerca social, che ha analizzato il sentiment dei turisti in Italia nell'estate 2017 sulla base di 18 milioni di conversazioni in rete.

La ricerca “digItalyExperience: il Turismo in Italia nell’epoca dei Big data” targata Almawave mostra come il digitale stia trasformando il turismo. L’interesse per la shared accomodation segna una crescita del 7% rispetto al 2016. Fondamentale è anche la connettività: il 78% delle condivisioni social avviene durante il viaggio e influisce sulle scelte. Spicca inoltre l’interesse per il turismo sostenibile associato a una ricerca delle eccellenze italiane, soprattutto in ambito enogastronomico. Aumenta la ricerca di mezzi di trasporto condivisi, e risulta apprezzata l’offerta di mobilità alternativa di Milano e Firenze. Molto gradito il bike sharing e il potenziamento dell’alta velocità verso il Sud Italia e la Puglia in particolare.

Durante il viaggio per i turisti prevale la ricerca dell’esperienza emozionale e dell’offerta integrata: il cosiddetto pacchetto con avventura sportiva, esperienza ludico formativa o creativa. Ma gli stranieri cercano anche il lusso e scelgono il Bel Paese per celebrare nozze da favola.

Oltre a postare informazioni o foto di località (55,3%), prima ancora che sulle strutture ricettive (13,9%) l’attenzione dei turisti è concentrata su vini e cibi italiani (19,5%). Cresce l’interesse per Campania e Sicilia rispetto al 2016. La Sicilia registra un boom di interesse nei post in lingua inglese, passati dal 24% dell’anno scorso al 57% sul totale delle conversazioni riguardanti l’Isola. 

Tra le città, Roma raccoglie il 18,9% dei commenti, fortemente polarizzati tra amore per la bellezza dei luoghi e delusione per l’accoglienza e le carenze nei servizi. Seguono Milano e Venezia (13,6% delle citazioni), con netta prevalenza del sentiment positivo. Del capoluogo lombardo piacciono l’estro artistico, l’innovazione e la funzionalità, meno la qualità dell’aria. Della Serenissima, il fascino unico dei canali e delle gondole, seppur con commenti negativi sull'assalto dei turisti mordi e fuggi e delle ingombranti navi da crociera.

L’analisi ha raccolto le conversazioni su Twitter e Instagram – il 54% in lingua italiana e il 46% in lingua inglese – avvenute dal 1 agosto al 15 settembre 2017, verificando il primato dell’uso di Instagram con post in aumento del 3% rispetto al 2016. Il report è il risultato di un’analisi social web sui fruitori dei servizi turistici; ha monitorato oltre 18 milioni di commenti in italiano e inglese, rilevando migliaia di concetti relativi a 30 topic dell’ecosistema "turismo".

Valeria Sandei, Amministratore Delegato, Almawave
L’offerta turistica digitale è strategica perché le scelte di viaggio si fanno in tempo reale consultando il web e condividendo le emozioni: tanto è vero che il 78% delle conversazioni social su luoghi e destinazioni avviene nel corso dell’esperienza. Nell’era del Turismo 4.0, i canali social aiutano a cercare informazioni sulle località visitate e a decidere, puntando alla qualità. Gli analytics consentono di monitorare le esigenze e il sentiment dei turisti nelle varie fasi del viaggio, contribuendo all’evoluzione di offerta e servizi.