Andrea Recupero, le soluzioni voice e collaboration di Polycom

Andrea Recupero, le soluzioni voice e collaboration di Polycom

Andrea Recupero, SE Voice South EMEA di Polycom, ci accoglie presso la sede milanese della società e ci illustra le novità in ambito voce e collaboration.
Il manager ci conferma il momento positivo per Polycom, che sta chiudendo l’anno con importanti risultati e persegue le principali direttrici di business, legate all’ambito voce e video su Microsoft (specialmente per il segmento enterprise).
Il mercato richiede soluzioni interoperabili e flessibili; si registrano interessanti volumi sia per quanto riguarda le attività on-premise, sia per quanto concerne le attivazioni di servizi online, sempre più richieste.

Come ormai da anni, la collaborazione diretta con Microsoft rappresenta uno dei pilastri fondamentali dell’attività Polycom; l’intensa attività di sviluppo ha consentito al brand di emergere sul mercato come partner privilegiato per molti contesti e mercati.
L’azienda segue direttamente la roadmap della piattaforma Microsoft, apportando miglioramenti, integrando le funzioni principali e garantendo eventuali personalizzazioni, oltre a un elevato tasso di affidabilità per gli ambienti di business.
Polycom è dunque in grado di fornire un valore aggiunto consistente a questo tipo di piattaforme, grazie al rilevante know-how maturato in ambito voce. Ne è un esempio l’integrazione di funzionalità Open SIP all’interno della piattaforma Skype for Business (sia on-premise, sia online).

Andrea Recupero, le soluzioni voice e collaboration di Polycom

Parlare di Polycom significa concentrarsi anche sul segmento della telefonia e della audioconferenza. In questo ambito abbiamo potuto toccare con mano i sample più recenti come Trio 8500 e VoxBox.
Con la serie Trio, l’azienda ha voluto immaginare da capo un sistema per la conferenza audio, sviluppando un device moderno nelle forme e particolarmente funzionale.
Polycom Trio 8500
si affianca all’attuale modello 8800 e costituisce una soluzione evoluta progettata per stanze di medie dimensioni. Le specifiche di questa edizione includono microfoni con copertura a 360° e una distanza massima di 4,3 metri (contro i 6 metri dell’8800). Come per la release di fascia superiore, anche l’8500 supporta array di microfoni aggiuntivi, per una migliore capacità di acquisizione della voce.
I tratti comuni a entrambi i device sono molti, a partire dall’estetica moderna che include uno chassis robusto con display touch da 5” e tre sezioni distinte per raccogliere i suoni e le voci di tutti partecipanti. Parliamo di sistemi compatibili Open SIP, con supporto video esteso H.264 AVC, H.264 High Profile e X-H.264UC, e certificazione Microsoft Office 365 e Skype for Business, unità ideali per gli ambienti professionali di medie dimensioni. L’integrazione con Exchange e la disponibilità della funzione one-touch-join meeting permettono di agevolare e rendere fluida la gestione degli incontri di lavoro, integrandola con il proprio calendario in modo rapido.

Per migliorare l’esperienza professionale e rendere chiamate e conferenze davvero alla portata di tutti, Polycom abilita il supporto per connessioni dirette via USB e Bluetooth (per esempio per abbinare il proprio smartphone e riprodurne i flussi audio).
La qualità della conversazione è cristallina, merito del supporto HD Voice e dei sistemi di soppressione dei disturbi e per la cancellazione dei rumori di fondo quando nessun relatore sta parlando.
A livello hardware, la macchina vanta il sistema di connessione LAN PoE, per ricevere l’alimentazione direttamente attraverso il cavo ethernet; a breve sarà invece disponibile il supporto attivo per la videocamera Full HD USB.
In termini di controllo, amministratori IT e gestori di rete hanno la possibilità di controllare lo stato degli apparati, di effettuare il rilascio di patch e aggiornamenti, il tutto in modo centralizzato, tramite la console RealPresence Resource Manager (monitoring provisioning, device health, mass deployment).

Andrea Recupero, le soluzioni voice e collaboration di Polycom

Polycom VoxBox

Pensato per l’uso personale e in mobilità, VoxBox di Polycom rappresenta invece una soluzione certamente insolita e al di fuori dei consueti schemi di settore.
In un guscio metallico, molto robusto e resistente a polvere e liquidi (IP64), questo apparato include le principali tecnologie e innovazioni che ritroviamo sui dispositivi più “classici” da ufficio.
La batteria con autonomia sino a 6,5 ore ne permette un uso in mobilità; VoxBox è tuttavia indicato per gli ambienti Soho e per piccole conference room (grazie ai quattro microfoni con raggio d’azione di 3 metri).
La piattaforma vanta connettività USB e Bluetooth 4.1 + EDR, con possibilità di pairing fino a un massimo di 10 device, per poter ricreare ovunque il proprio ufficio, in perfetta armonia con la filosofia BYOD. Anche in questo caso la qualità audio rappresenta una priorità assoluta per Polycom e, come abbiamo verificato, il segnale viene riprodotto con grande enfasi e una più che discreta potenza. L’architettura Acoustic Clarity consente, in più, di normalizzare la voce di chi parla, per una maggiore chiarezza, effettuando inoltre una gestione intelligente degli array di microfoni integrato e abilitando una efficace riduzione del rumore ambientale.

Sommario