Appian, Paul Maguire spiega la rivoluzione del Low-code

Appian, Paul Maguire spiega la rivoluzione del Low-code

Paul Maguire, Vice President of Europe di Appian, ci spiega come il “Low-code” trasforma il modo con il quale la tecnologia e il business lavorano insieme.
Oggigiorno il mercato si evolve molto rapidamente. Nuovi competitor che scendono in campo, ed esigenze dei clienti in costante cambiamento, richiedono alle aziende di essere agili e di anticipare le tendenze per rimanere competitive. I manager pertanto debbono portare le proprie aziende a innovarsi, essere più efficienti e ottimizzare i processi.

L’economia digitale ha creato questi cambiamenti; ha anche permesso alle aziende di trasformare le loro operation e di fornire servizi e soluzioni personalizzate di maggiore qualità. Allo stesso tempo il digitale ha portato con sè potenziali criticità che le aziende hanno bisogno di gestire nel modo migliore per proteggere la propria attività.
Attualmente le imprese si affidano largamente alle applicazioni di livello enterprise. Tali software forniscono gli strumenti necessari per raccogliere, gestire e tradurre i dati in conoscenza di valore e azioni concrete. La richiesta di applicazioni aziendali sta crescendo cinque volte più velocemente rispetto alla capacità di svilupparle. In futuro ciò potrebbe esporre le aziende a rischi notevoli mentre lottano per rimanere competitive. Per questo, le aziende hanno bisogno di una soluzione che permetta loro di costruire e personalizzare le proprie applicazioni ma senza il bisogno di creare un livello di codifica troppo complesso.

Le piattaforme low-code sono state scelte da alcune delle più grandi aziende al mondo per rinforzare i propri team di lavoro e reinventare il modo in cui l’IT può guidare il modello di business aziendale. Grazie a esse i dipendenti sono ora sono in grado di sviluppare le applicazioni aziendali, poiché richiedono un livello di codifica molto basso o pari a zero.
In Inghilterra, la catena di grandi magazzini John Lewis ha utilizzato la nostra piattaforma low-code per costruire una soluzione di Customer Project Management (CPM) per accelerare e i processi di compilazione degli ordini dei clienti, permettendo di conseguenza di fornire una migliore customer experience.

Ogni ordine presente nella piattaforma CPM diventa un nuovo elemento nei dati di registrazione dei clienti. In questo modo il ciclo di vita dei prodotti nelle modalità di vendita e distribuzione viene monitorato e può essere adattato per soddisfare le esigenze dei clienti e le priorità dell’azienda. Eventi importanti come ispezioni interne, lavori di ristrutturazione e il caso estremo della chiusura di un negozio sono tutti agevolati attraverso l’applicazione di Appian, all’interno della quale i dipendenti e i partner di John Lewis possono collaborare in tempo reale con i clienti. Le soluzioni sviluppate direttamente da John Lewis hanno permesso ai dipendenti di diventare più efficienti e migliorare la customer experience.

Cos’è il low-code?
Forrester definisce piattaforme di sviluppo low-code come: “Piattaforme che abilitano un rilascio rapido di applicazioni aziendali con una minima creazione di codice e un piccolo investimento iniziale per l’impostazione, la formazione e il rilascio”.
A differenza delle applicazioni tradizionali che sono pensate utilizzando linguaggi di programmazione specializzati come Java e C#, il low-code richiede una codifica minima, permettendo alle applicazioni di essere testate e rilasciate in poche settimane, anziché mesi. Il low-code fornisce alle aziende una base per disegnare e sviluppare le proprie applicazioni innovative.
Perché le aziende stanno adottando il low-code?
I nostri clienti adottano il low-code per tre ragioni principali – la facilità di utilizzo, la velocità di rilascio, e la potenza delle sue funzionalità.

Semplicità: bisogno di codifica minimo, grazie a funzionalità visive di drag-and-drop di facile utilizzo
Due terzi dei progetti di trasformazione digitale finiscono per fallire a causa della loro complessità, con la maggior parte dei team IT che passano l'80% del loro tempo in manutenzione e solo il 20% in innovazione. Il low-code è semplice e intuitivo; gli utenti possono sviluppare e personalizzare le app trascinando gli oggetti.
l dipendenti e i clienti di oggi sono abituati ad accedere a una varietà di applicazioni tramite i loro dispositivi mobile, ecco perché la user experience è fondamentale, Appian ha sviluppato la sua piattaforma low-code per essere semplice e intuitiva. Inoltre essendo basata sul cloud, gli utenti possono accedere da qualsiasi dispositivo continuare a lavorare ovunque si trovano.

Velocità: massima reattività, possibilità di passare immediatamente dall’idea all’app
Per fare in modo che le aziende possano adattarsi alle condizioni di mercato variabili, i team che lavorano nel low-code possono passare dall’idea alla produzione di app in poche settimane. La velocità di implementazione consente alle aziende di essere più agili e ai team di dedicare più tempo all’innovazione del business così da ottenere un vantaggio competitivo e offrire ai clienti una migliore esperienza.

Potenza: funzionalità di livello aziendale sicure e scalabili
La versatilità del low-code risiede nel fatto che le applicazioni possono essere costruite e scalate per soddisfare le nuove esigenze di clienti e dipendenti. La flessibilità del low-code consente ai team esterni al reparto IT di diventare leader digitali e di creare un vantaggio competitivo.
In definitiva, adottare una soluzione di low-code significa ottenere di più in minor tempo. La piattaforma consente alle aziende di dedicare più tempo alla creazione e all'innovazione. Il valore intrinseco del low-code è la sua capacità di riunire l'IT e il business, consentendo uno sviluppo più rapido e collaborativo.