Kaspersky, le nuove suite di sicurezza e le strategie per il futuro

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Kaspersky svela i dettagli delle nuove piattaforme Kaspersky Anti-Virus 2015, Kaspersky Internet Security 2015 e Kaspersky Internet Security – Multi-Device 2015 e traccia la rotta dei futuri sviluppi, oltre ai trend degli attacchi più diffusi. Alla presentazione dei tre pacchetti per l'utenza consumer e per gli uffici, si affianca infatti la visione generale della società, commentata direttamente da Aldo del Bò, Marketing Director Europe Kaspersky Lab.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

L'obiettivo per i prossimi mesi è quello di incrementare la visibilità e la diffusione delle piattaforme per la sicurezza sfruttando lo strumento offerto dai portali Web e Internet. La copertura dell'intera esperienza digitale degli utenti è il fulcro dell'operato Kaspersky del medio periodo e, proprio per questo, l'azienda sta portando a termine importanti campagne per la diffusione delle proprie soluzioni, sia tramite store online, come Amazon, sia dialogando direttamente con produttori di hardware e soluzioni come Lenovo e Samsung. Se attualmente Kaspersky è identificato come primo marchio per la sicurezza, dall'altro lato si evince la volontà di non arrestare la crescita e, anzi, di mettere a segno nuovi e sempre più ambiziosi obiettivi di mercato.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

A guidare la crescita, Morten Lehn, neo-Managing Director Kaspersky Lab Italia e già parte del gruppo da diverso tempo. La situazione attuale vede Kaspersky guadagnare quote nel segmento B2C, ma l'azienda intende sviluppare maggiormente il proprio business nel segmento business ed enterprise, supportando il canale e i vendor che mostrano qualche segno di stanchezza, complice la crisi e le difficoltà operativa.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Non solo, La strategia di go to market di Kaspersky Lab in Italia passa per la collaborazione con le maggiori insegne della grande distribuzione e della vendita ai segmenti pro-sumer e SoHo. Una rete di partner di canale sostiene le attività Kaspersky Lab nel B2B, i partner vengono affiancati da personale certificato e specializzato, sia nella fase di prevendita sia nella progettazione e implementazione delle soluzioni di sicurezza nei contesti enterprise.
Come sottolinea Lehn, il settore bancario apprezza particolarmente le soluzioni del Gruppo ed è in questo ambiente, ma anche in altri contesti, che Kaspersky continuerà a operare per ampliare i volumi di vendita.


Per offrire una visione d'insieme sullo stato di sviluppo delle piattaforme di cybercrime e sugli attacchi malware, alla presentazione dedicata alla stampa è intervenuti Dani Creus, Security Analyst di Kaspersky Lab. Creus opera da dieci anni nel campo della sicurezza informatica dove ha acquisito competenze specifiche nelle diverse aree del cybercrimine e dell'intelligence.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

La situazione globale vede minacce in costante evoluzione e la diffusione di 219 nuovi malware ogni minuto. La complessità degli attacchi ne consente una categorizzazione generale, che vede un 90% di cybercrime cosiddetto "tradizionale", dove l'obiettivo è il furto di danaro, un 9,9% di attacchi mirati verso determinate organizzazione, con l'intento di rubare credenziali e informazioni riservate, e uno 0,1% di quelle che viene definito Cyber-weapons. Si tratta di software sviluppati appositamente per attaccare e infiltrarsi negli ambienti governativi, negli impianti di produzione di alto livello, nelle utility su larga scala, "sponsorizzati" o meno, da entità statali. Solo per citarne alcune, tra queste armi di attacco sono stati rilevati oltre 100mila attacchi ad opera di Stuxnet, più di 2.500 tramite Gauss e numerosi altri perpetrati attraverso Flame, Duqu e miniFlame.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Le minacce scoperte o in fase di analisi sono molte e fanno vittime in ogni parte del mondo, concentrandosi, in base alle volontà dei cyber-criminali, su determinate aree o Paesi. Tra gli attacchi più diffusi: Red October, NetTraveler, Careto, Epic Turla di cui abbiamo già parlato, Machete e Crouching Yeti che ha già fatto circa 102 vittime in Italia.
In questo quadro, complesso e articolato, emerge la figura del cyber-mercenario, disposto a eseguire ordini di qualunque associazione sia in grado di pagarlo, capace di eseguire attacchi rapidi e di attaccare ignari utenti dopo solo poche ore di accesso alle rete. Questi criminali vantano un'ampia esperienza , sono capaci di operare con precisione chirurgica, adottando tecniche di accesso remoto per mettere le mani sui dati memorizzati nella rete delle aziende.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

La presentazione dei pericoli della rete è stata integrata da Paolo Ferri, Docente Nuovi Media e Tecnologie didattiche dell'Università degli Studi di Milano Bicocca. In particolar si è parlato dell'accesso a Internet da parte dei minori, osservando come, a fronte di un'età media sempre più bassa, non corrisponda un'adeguata attenzione da parte delle istituzione e delle famiglie. Di fatto, sebbene il 40-50% dei genitori tema che i propri figli possano essere contattati da estranei o possano accedere a contenuti sconvenienti via Web, solo il 25-27% mette in atto sistemi di protezione. Sono infatti poche le famiglie dove i minori navigano accompagnati dagli adulti e dove vengono attività gli appositi filtri parentali presenti nei browser e nelle suite antivirus.
Analogo discorso può essere fatto per l'accesso a Facebook, ai Social Network e ai cosiddetti "mondi virtuali" nei quali i ragazzi si immergono per giocare in modalità multi-player online. In queste situazioni, infatti, si verificano sempre più spesso atti di cyber-bullismo e situazioni a rischio per i minori e gli adolescenti.


La presentazione dettagliata delle suite Kaspersky Anti-Virus 2015, Kaspersky Internet Security 2015 e Kaspersky Internet Security – Multi-Device 2015 è stata articolata da Gianfranco Vinucci, Head of Support Services Kaspersky Lab Italia.
L'obiettivo di questi pacchetti è quello di proteggere la "vita digitale" degli utenti e i dati sensibili memorizzati, dai contatti personali, ai documenti di lavoro, dalle foto, ai video, alle Email, per arrivare alle password degli account e i dati bancari.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Come da tradizione per la maggior parte dei produttori di soluzioni di sicurezza, la versione Anti-Virus costituisce la variante più economica, per una protezione basilare. Per gli utenti evoluti e chi naviga con elevata frequenza, Kaspersky propone la Internet Security 2015, che offre in più il pacchetto Safe Money, per la gestione del portafoglio digitale e i pagamenti sicuri online, un modulo ulteriormente perfezionato per il Parental Control e la protezione delle risorse digitali disponibili.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Il più completo e versatile pacchetto disponibile a listino è la Kaspersky Internet Security – Multi-Device 2015, una versione in grado di garantire la protezione della privacy, da spyware, virus, malware, e molte altre, per differenti dispositivi. Le varianti, disponibili per 3, 5 o 10 dispositivi, ne consentono l'installazione senza limiti di tipologia su tablet, smartphone, desktop e Mac, lavorando in ambienti Windows, Mac OS X, Android, iOS e Windows Phone.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Con questa piattaforma si concretizza il concetto di protezione totale dell'esperienza d'uso degli utenti, dato che ogni apparato in nostro possesso può essere messo al sicuro e gestito con la medesima interfaccia, oltre che gestito in modo centralizzato a livello di licenza. Il sistema include un'interfaccia dedicata per gli acquisti online e per proteggere gli account utente. Nel caso lo smartphone o il tablet siano usati da più utenti, Kaspersky Internet Security – Multi-Device 2015 è in grado di oscurare i file utente privati, per una maggiore privacy. Eventuali dispositivi mobile persi o rubati potranno essere eliminati o bloccati, per evitare l'accesso da parte di utenti non autorizzati.

Kaspersky, le nuove suite per la sicurezza e le strategie per il futuro

Ciascun pacchetto è stato aggiornato, non solo per offrire maggiori capacità di riconoscimento e protezione, ma anche con l'intento di renderne l'utilizzo più facile. L'interfaccia e il pannello di controllo mantengono una formattazione consueta per le famiglie di prodotti Kaspersky, ma sono state semplificate, riducendo il numero di icone e di opzioni principali. In questo modo gli utenti meno esperti potranno trovare rapidamente soluzioni e consigli, in caso di problemi, mentre i più attenti saranno in grado di impostare le differenti funzioni in modo granulare, ma solo accedendo ai menu interni. Come precisato da Vinucci, le nuove edizioni 2015 vantano una frequenza di aggiornamento con la rete Kaspersky superiore alle precedenti e alla concorrenza, oltre a performance ulteriormente ottimizzate, per favorirne l'utilizzo anche su PC obsoleti.

Sommario