Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

Synology incontra la stampa italiana per raccontare le ultime evoluzioni del mercato, lo stato dello sviluppo del DSM e per annunciare l’ingresso nel mondo networking.
In un mercato in forte cambiamento, l’azienda vuole irrobustire la propria presenza nel campo dello storage, mantenendo l’attuale base di clienti, ma puntando con decisione verso il comparto professionale di fascia alta ed enterprise. L’obiettivo è quello di crescere “verso l’alto”, senza però dimenticare il mondo Home, Soho e quello delle PMI.

Synology quest’anno celebra i 15 anni di attività e, anche per questo, ha scelto di indire la sua prima conferenza stampa italiana, corroborata dalla presenza del Product Manager Chloé Bordas, e di Rosiel Lee, da marzo 2015, General Manager di Synology France e responsabile per il mercato italiano.
L’azienda, che impiega oltre 500 dipendenti, il 70% dei quali ingegneri, crede fortemente nell’innovazione e nello sviluppo di nuove tecnologie per una migliore integrazione nei contesti di business e di vita quotidiani. Synology è attiva in più di 70 Paesi, ha un headquarter a Taiwan e filiali Cina, Francia, Germania, Regno Unito e USA. In Italia, a livello commerciale, sta conoscendo un periodo particolarmente prospero, con vendite in continua crescita e un interessante margine positivo (+55%) nel 2015, rispetto al 2014.


Ad oggi, il focus aziendale è quello di incrementare i propri margini operativi e la market share rispetto ai competitor. Per fare questo si è scelto di mettere in campo una strategia di lancio di componenti e servizi adatti a sviluppare, da un lato, l’ecosistema domestico, Soho e multimediale, dall’altro le infrastrutture professionali ed enterprise.

Virtualizzazione, Protezione dei Dati, Cloud, Mobile e Multimedialità sono le cinque direttrici fondamentali individuate da Rosiel Lee come strategiche per la crescita nel medio/lungo periodo.

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

Chloé Bordas
La famiglia di prodotti Synology comprende circa 30 prodotti, ciascuno adatto per la maggior parte dei contesti, dal segmento Soho, a quello enterprise. La base comune è l’evoluto sistema DiskStation Manager, o DSM, che a breve raggiungerà la sesta release e si distingue per la versatilità, la configurabilità e l’ergonomia d’uso, analoga a quella di un ambiente desktop.

La piattaforma consente l’esecuzione di applicazioni e istanze multiple, dal backup e recovery completo, alla gestione file, dal cloud ibrido alla virtualizzazione, alla videosorveglianza.
Le nuove App annunciate in questa occasione comprendono MailPlus, un servizio mail basato su cloud privato, capace di garantire un adeguato livello di privacy e di offrire supporto multi-piattaforma e un’elevata continuità di servizio.
Per la modifica di fogli di lavoro in mobilità e in ufficio, Synology introduce SpreadSheet, ideale per creare, compilare e condividere rapidamente con il team diversi file di lavoro. Si tratta di uno strumento innovativo pensato per stimolare la collaborazione e rendere più fluidi singoli processi di lavoro.

In ambito cloud, la piattaforma Cloud Station Manager è ora aggregata a DS Cloud, Cloud Station Drive, Cloud Station Backup e ShareSync, strumenti essenziali per la replica dei dati, la sincronia e l’accesso in mobilità.
Cloud Station Backup si avvantaggia del principio di funzionamento snapshot ma si distingue per la leggerezza della piattaforma e per la reale capacità di creare copie di sicurezza in tempo reale, senza creare repliche inutili e senza dover attendere specifici “task schedulati”.
A questo si aggiunge Cloud Sync, per realizzare un effettivo ambiente cloud ibrido e replicare i dati su uno storage di terze parti, quali per esempio: Google Cloud Storage, OpenStack Swift, OneDrive for Business, Amazon S3, DropBox for Business e Google Drive for Work.

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

Il nuovo DMS 6.0 supporta infrastrutture hardware con architettura a 64 bit, abolendo i limiti di allocazione tipici delle precedenti logiche a 32 bit e garantisce l’accesso a più di 4 GByte per singolo task e la capacità di gestire il Btrfs File System. Ciò garantisce maggiore sicurezza a livello del dato, grazie al supporto di specifici checksum di controllo, alla gestione delle quote e degli snapshot.

Snapshot e replica del dato stanno diventando sempre più comuni sul mercato, Synology segue le tendenze più attuali e offre strumenti adatti alla gestione di backup multipli locali e remoti, su siti di recupero di diverso tipo, per garantire la continuità del business ed evitare la perdita di asset aziendali.
La gestione di sistemi virtualizzati è ora più evoluta, in modalità “full”, grazie a Virtual DSM, per la creazione di istanze indipendenti, oppure adottando il concetto ormai diffuso di docker, per virtualizzare lo stato applicativo, beneficiando di maggiore velocità e un minore impatto sulle risorse hardware.

Come anticipato, Synology non dimentica la vocazione multimediale dei propri dispositivi e sceglie di rinnovare Video Station, integrando una nuova interfaccia e il supporto per la transcodifica offline.
In aggiunta con DS note e DS audio, l’azienda pone l’accento sugli wearable device e conferma la possibilità di gestire sorgenti musicali, note audio e documenti direttamente tramite Apple Watch. DS Video, invece offre un supporto esteso e multipiattaforma per tutti gli ambienti attualmente sul mercato.


Gli annunci non finiscono qui, Synology infatti ha scelto di presentare una nuova linea di device per il networking, esulando, dunque, dal proprio contesto d’elezione, quello dello storage di rete. La prima, e attualmente l’unica, unità della gamma è il router RT1900ac, un dispositivo compatto con tecnologia wireless AC1900, capace di lavorare su entrambe le bande wireless, aggregando performance di 1.300 Mbps a 5 GHz e 600 Mbps a 2,4 GHz.

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

Per consentire la migliore diffusione del segnale, il router supporta la tecnologia Beamforming, capace di concentrare il flusso del segnale direttamente verso i dispositivi che ne fanno richieste. Le antenne esterno orientabili sono tre, le porte Gbit sono quattro.
Per questo dispositivo l’azienda ha mutuato il proprio software NAS DSM per la realizzazione di un ambiente facile da configurare e da comprendere.

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

Il router lavora infatti con un firmware proprietario Synology Router Manager, o SRM, permette di installare App e di gestire le principali funzioni in forma grafica, con report dettagliati, funzionalità di sicurezza evolute e per la prioritizzazione del traffico. Lo slot SD permette di espandere lo spazio a disposizione per l’installazione di applicazioni e lo stoccaggio di dati.

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità

I due nuovi NAS introdotti dall’azienda sono il dual bay DS716+, che sostituisce il precedente DS713+, e la versione multimediale DS216play, al posto del NAS DS214play.
Il DS716+ offre performance superiori e consumi inferiori alla passata generazione grazie all’adozione dell’architettura Intel Braswell Celeron N3150 con processo costruttivo a 14 nm e consumi in idle di appena 6 W. La macchina vanta capacità di crittografia hardware e supporto per la transcodifica 4K.

Synology, la strategia per la crescita, nuovi prodotti e funzionalità


La variante DS216play adotta una CPU dual-core a 1,5 GHz, 1 GByte di RAM e offre, a un prezzo contenuto, il supporto 4K e per i codec H.264 e H.265.
Tra i nuovi device anche il DS416 a quattro bay per le PMI, la soluzione di videosorveglianza Synology NVR216 e il compatto dual bay DS216se.

Sommario