Microtech e-tab Pro, mobilità smart con Windows 10, Android e Remix OS

Se la base hardware può dirsi certamente più potente rispetto a un tablet standard, la vera peculiarità di Microtech e-tab Pro è però da ricercarsi a livello software.
L’azienda offre infatti una vera e propria piattaforma multi-ambiente, che può ospitare Windows 10 o Android, oppure entrambi, contemporaneamente. Per chi predilige il sistema Microsoft, è inoltre possibile ordinare una variante Windows + Remix OS.
Facendo due conti, il prezzo base del tablet con Android o Remix OS 2.0 è di Euro 299,00, mentre si sale a Euro 329,00 per la versione con Windows 10 Home. Esiste inoltre una variante top di gamma con Windows 10 Pro e supporto LTE.

Microtech e-tab Pro, mobilità smart con Windows 10, Android e Remix OS

Remix OS è il nuovo sistema operativo creato interamente da Jide, realtà fondata da tre ex ingegneri Google, e si pone come obiettivo quello di offrire un ambiente Android per PC, per un uso “desktop”, con tastiera e mouse.
Basato, con la nuova versione 3.0, su Android Marshmallow, Remix OS propone una interfaccia che include il menu Start, la Tray Icon, il cestino e le convenzionali icone dei software più diffusi. È possibile sfogliare cartelle e aprire file, analogamente a quanto accade sui sistemi Mac o Windows. La disponibilità di due ambienti consente di adottare il tablet come device per usi sia professionali, sia personali, garantendo comunque una buona flessibilità generale.

Microtech e-tab Pro, mobilità smart con Windows 10, Android e Remix OS

Usando Remix OS non è possibile non notare i numerosi riferimenti al mondo Android, dal quale il sistema deriva. Nulla di nuovo per gli utenti del sistema Google, che si ritroveranno in un ambiente noto e famigliare, con l’aggiunta del puntatore del mouse e di alcuni riferimenti chiaramente ispirati ai sistemi desktop.

La versione giunta per i test è quella Windows 10 + RemixOS, al boot è possibile selezionare uno dei due ambienti operativi con grande facilità. Il tempo di avvio è relativamente contenuto per entrambi e, una volta sul desktop di Windows, è possibile “saltare” direttamente a RemixOS semplicemente selezionando l’icona dedicata.
Al netto dei vantaggi di avere un doppio sistema operativo (forse per sviluppatori e programmatori può risultare vantaggioso il dual-OS Windows + Android), ci sono alcune considerazioni che devono essere fatte.
La prima riguarda lo spazio storage a disposizione che, inevitabilmente, risulta risicato data la presenza di tutti i file necessari al funzionamento del tablet e dei due ambienti residenti. Di fatto, dei 64 GByte disponibili, tra partizioni nascoste, di ripristino, di boot e OS, lo spazio realmente concesso all’utente scende a soli 21 GByte. Decisamente pochi.

Microtech e-tab Pro, mobilità smart con Windows 10, Android e Remix OS

In secondo luogo, sarebbe stato interessante abilitare un meccanismo di condivisione rapida dei file tra i due ambienti operativi, magari adottando una partizione comune o tramite un software dedicato, senza dover passare attraverso piattaforme di cloud storage. Diversamente, i due sistemi si ignorano a vicenda e non è possibile spostare o copiare file o cartelle, nonostante la presenza di una sorta di “gestione risorse” in Remix OS.

Sommario