Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

Plustek eScan A250 è uno scanner di rete pensato per i gruppi di lavoro di medie dimensioni, facile da integrare in ufficio ma anche presso realtà più estese.
La versione A250 rappresenta, di fatto, un’evoluzione diretta del modello eScan A150 provato diverso tempo fa. Scocca e architettura principale riprendono quanto già visto in precedenza, offrendo però miglioramenti strutturali e maggiori prestazioni.
In un corpo compatto (318x170x189 mm), questo scanner si propone come unità stand alone per accelerare le operazioni di acquisizione dei documenti, ma anche la modifica rapida, l’esportazione e l’integrazione degli stessi nei flussi documentali già presenti in azienda.

Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

La base hardware ricalca da vicino le specifiche del modello A150, ancora presente a listino Plustek, e include un doppio sensore CIS da 600x600 DPI, ideale per accelerare la scansione duplex. Il vassoio di ingresso può ospitare sino a 50 pagine e gestire supporti da 40 a 157 g/mq. Tra le migliorie della nuova versione, una superiore velocità di scansione, che passa da 17 ppm a 30 ppm lavorando in modalità a scala di grigi e 200 DPI e da 4 ppm a 10 ppm a colori, sempre a pieno formato A4.
L’intero percorso carta è stato irrobustito, usando rulli e tamburi studiati per durare più a lungo. Il materiale di consumo offre ora una durata di 70mila scansioni per quanto riguarda i pad interni (contro le 50mila della versione A150). Rimane invariata la durata dei tamburi in gomma, pari a 300mila scansioni.
Cresce così notevolmente la capacità di lavoro giornaliera del device, che sale da 1.500 pagine/giorno a ben 6.000.

In base alle disponibilità dell’ufficio, eScan A250 può essere connesso a una rete cablata, via wireless, oppure a un client di rete via USB 2.0. In ogni caso, il punto di forza rimane l’operatività stand-alone, che permette di lavorare tramite il generoso e definito display da 7” (1.280x800 pixel), eseguendo ogni passaggio necessario, dall’installazione sugli endpoint, alla personalizzazione dei processi di scansione.


Tramite il pannello di gestione, disponibile anche in lingua italiana, è possibile vedere le immagini elaborate e ritagliarle prima del salvataggio; i documenti catturati possono essere inviati direttamente a una pendrive collegata, oppure su cartelle remote, dispositivi mobile, oppure ancora spedite via Email o archiviate nel cloud. Il funzionamento locale su USB è immediatamente disponibile, così come l’accesso a cartello locali tramite SMB (disponendo degli accessi a cartelle o NAS del network aziendale).

Per poter indirizzare uno specifico endpoint è invece necessario installare eScan Client, un compatto software (14 MByte) che non risiede sul DVD a corredo ma è precaricato nella memoria interna dello scanner. Accedendo tramite il menu “impostazioni\download” è possibile recuperare la versione per Windows o Mac e copiarla direttamente su pendrive. Successivamente, eseguendo l’applicativo, sarà possibile scegliere cartelle di archiviazione dei file e le attività da eseguire al termine della scansione, come per esempio la stampa su un device predefinito o l’avvio di un software OCR.

Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

Tutte le funzioni di gestione delle immagini (colore - B/N, risoluzione – formato) sono rapidamente modificabili dalla homepage, dove si trova inoltre il grande pulsante pensato per avviare la scansione. Tutti i fogli vengono letti e memorizzati temporaneamente nello spazio storage dello scanner, solo successivamente è possibile visionare le miniature e decidere se modificarle o inviarle a una destinazione specifica.

Plustek eScan A250 si innesta facilmente all’interno della rete aziendale e dei flussi di lavoro dei piccoli e dei medi uffici. La macchina supporta infatti il protocollo Microsoft SMB, dettaglio che permette di accedere alla rete in modo diretto, per poter archiviare i documenti su NAS, server o PC.
Grazie alla possibilità di creare specifici "job button" direttamente da touch screen, le scansioni potranno essere inviate in automatico verso specifiche cartelle, semplificando e velocizzando le operazioni di digitalizzazione ripetitive.
eScan A250 mette poi a disposizione una serie di moduli e connettori per le più diffuse soluzioni nell'ambito della gestione documentale, come ad esempio OneDrive, Outlook.com, FileDirector, InfoRouter, FileBound e altri su specifica richiesta. Tutti i moduli e i connettori sono in grado di semplificare e velocizzare l'integrazione di eScan A250 all'interno dei processi, dalla gestione delle credenziali, alla scansione dei documenti, il tutto senza la necessità di passare dai PC.

Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

Lo scanner supporta batch multipli tramite fogli separatori, è in grado di rimuovere autonomamente pagine vuote e di ottimizzare le immagini tramite diversi algoritmi codificati nel sistema di gestione. Non solo, per ottimizzare la gestione dati in ambienti più estesi eScan A250 può lavorare direttamente su piattaforme Microsoft SharePoint e Office 365, andando incontro alle esigenze delle infrastrutture enterprise complesse. In questo contesto possono essere create utenze e gruppi con peculiarità specifiche e abilitate scritture metadata per l’impiego con Document Management Software (DMS).
Non ultima la disponibilità di API per lo sviluppo di software di terze parti, rese disponibili da Plustek per garantire l’integrazione in ambienti verticali e per consentire la creazione di GUI e App su misura per ciascuna azienda.


Alla prova dei fatti, eScan A250 non delude le aspettative, con prestazioni solide e una buona usabilità generale. Il sistema touch rimane leggermente “legnoso”, come evidenziato nella prova del predecessore A150, non troppo reattivo né sensibile. Segnaliamo inoltre un piccolo particolare di natura pratica: se si sceglie di interrompere un job di scansione in corso, lo scanner si arresta in tempi brevi ma non provvede al rilascio della carta in uscita e neppure di quella del vassoio in ingresso. Sarà dunque premura dell'operatore estrarre con cura le pagine trattenute. 
Il test di acquisizione di lotti misti (A4/A5, grammatura da 60 a 120 g/mq) ha evidenziato una buona capacità di gestione della carta e l'ottima flessibilità del meccanismo di cattura.

Se abbinata a piattaforma iOS e Android moderne, l’App Plustek permette di gestire file e processi di scansione, in modo analogo a quanto è possibile effettuare tramite PC. L’aggregazione a reti non broadcast o con segnale non molto forte appare critica, in alcuni casi non è possibile integrare il device.

Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

Le performance sono sensibilmente aumentate rispetto al predecessore A150. Lo scanner è ottimizzato per lavorare in modalità grayscale, nonostante questo la velocità simplex a colori risulta particolarmente elevata. A 600 DPI l'A250 rallenta in modo vistoso ma è in grado di produrre scansioni di alta qualità. 

In termini di prestazioni pure, come il precedente modello, anche l’A250 risulta particolarmente ottimizzato per lavorare in modalità a scala di grigio duplex, un setup tipico per molti scenari d’uso reali. Utilizzando pagine in formato A4 PDF e impostando la risoluzione a 200 DPI si passa dalle 26,1 ppm B/N alle 21 ppm a colori (51 ipm e ancora 21 ipm rispettivamente se si attiva il duplex).
Se gli originali devono essere acquisiti a una qualità superiore, scegliendo di scansionare a 300 DPI si ottiene un buon compromesso. La qualità generale migliora, soprattutto nel caso di documenti grafici, disegni, foto, progetti o carta molto delicata. Si paga qualcosa in velocità, con performance che rimangono quasi invariante in modalità B/N (25 ppm) e scendono a 14 ppm a colori.
Osservando le prestazioni è immediato notare come il decadimento in modalità grayscale sia quasi impercettibile, mentre appare più evidente aumentando la profondità colore.

Plustek eScan A250, scanner standalone con supporto DMS

I consumi del device sono molto conteuti. In stato di attesa dei lavori, con il display acceso e tutte le funzioni abilitate, abbiamo registrato appena 9,2 W.

Ipotizzando di dover lavorare al massimo della capacità ottica disponibile (600 DPI), abbiamo raggiunto velocità di 7,9 ppm in scala di grigi e di 1,8 ppm a colori. Il forte decadimento era scontato dato che i tempi di passaggio della carta e della successiva elaborazione devono tenere conto dell’imponente mole di dati generati per ogni singola pagina A4.

Punteggio
81
su 100
PRO
Compatto; design funzionale; numerose interfacce di comunicazione; buona integrazione in ambienti misti; buone performance; qualità generale elevata.
CONTRO
Interfaccia touch non sempre reattiva; qualche difficoltà con le reti wireless poco potenti e non broadcast; la carta non viene rilasciata se si interrompe un job.

Caratteristiche generali
Produttore Plustek
Modello eScan A250
Sito web  http://plustek.com/it
Prezzo (IVA inclusa) Listino: Euro 899,00
Dimensioni 318 x 170 x 189 mm
Peso  2,8 Kg
Caratteristiche tecniche
Tecnologia 2x Sensore CIS
Fonte illuminazione LED
Risoluzione ottica 600 DPI
Formati supportati A4 / A5 / A6 / B5 / B6 / Biglietto da visita / Cartolina / Letter / Legal / formati personalizzati (Max: 244 x 356 mm, Min: 50,8 x 50,8 mm)
Grammatura carta da 40 a 157 g/mq
Velocità (mod. normale)  30 ppm (B/N, 200 DPI) / 10 ppm (colore, 200 DPI)
Interfacce  USB 2.0 /  Wireless / Wired LAN
ADF 50 fogli (70 g/mq)
Bundle software Plustek eScan Client / eScan APP for Android - iOS / PDF-Tool / TIFF-Tool / ABBYY FineReader OCR
Ciclo di lavoro fino a 6.000 pagine al giorno / Longevità dei rulli: 300.000 pagine / Longevità del sistema di trascinamento: 70.000 pagine

Sommario