Teradata, l'intelligenza artificiale al servizio delle imprese

Teradata, l'intelligenza artificiale al servizio delle imprese

Teradata presenta tante soluzioni facili e innovative che pongono l'intelligenza artificiale al servizio delle imprese.

Per permettere ai clienti di accelerare le loro iniziative di AI, Teradata propone nuove soluzioni basate su algoritmi di deep learning e data science.

Per esempio, Danske Bank ha lavorato con Teradata per lanciare una piattaforma di rilevazione delle frodi all'avanguardia, guidata dall’AI, che sarà capace di ottenere un ROI del 100% già nel suo primo anno di produzione. Il motore utilizza il deep learning per analizzare decine di migliaia di funzionalità latenti, analizzando e valutando in tempo reale milioni di operazioni bancarie online per fornire informazioni su possibili attività fraudolente, così da permettere reazioni immediate. Riducendo notevolmente il costo dell'indagine sui falsi positivi, Danske Bank aumenta la sua efficienza complessiva ottenendo al contempo notevoli risparmi.

Tante le proposte di Teradata in ambito AI. Vediamo alcune delle soluzioni più interessanti.

  • AI Strategy Service - Analisi del potenziale aziendale e indicazione dei migliori casi di utilizzo dell’AI in linea con le strategie aziendali.
  • AI Rapid Analytic Consulting Engagement - Consente ai clienti di comprendere il potenziale valore economico delle soluzioni analitiche - offrendone le prova - prima che un investimento venga effettuato.
  • AI Foundation Service - Costruisce e implementa una piattaforma Deep Learning attraverso un impegno collaborativo del cliente. Questo servizio integra le fonti di dati, i modelli e i processi aziendali.
  • AI Analytics-as-a-Service - Progetta e supervisiona i meccanismi per ottimizzare e migliorare i processi aziendali esistenti utilizzando l’AI. Teradata gestisce un processo stage-gate iterativo per modelli analitici - dallo sviluppo, al passaggio di consegne, all’operatività.

Teradata presenta anche "acceleratori" AI, composti da buone prassi, codice, IP e collaudati modelli di progettazione per accelerare l'implementazione di soluzioni AI e garantire un ROI veloce.

  • AnalyticOps Accelerator - Fornisce un framework end-to-end per facilitare la generazione, la convalida, la distribuzione e la gestione di modelli di deep learning in scala. Questo acceleratore è già disponibile.
  • Financial Crimes Accelerator - Utilizza il deep learning per individuare modelli attraverso prodotti e canali di retail banking quali carte di credito, carte di debito, online, operazioni in filiale, bancomat, bonifici e call center. Esegue un monitoraggio continuo degli schemi fraudolenti utilizzati dai criminali per sfruttare il sistema e li neutralizza, con un rapidissimo time-to-value. Questo acceleratore verrà rilasciato in Q4 e sarà disponibile più ampiamente nel primo trimestre del 2018.

Rick Farnell, Senior Vice President, Think Big Analytics, a Teradata Company
Teradata può aiutare le aziende ad iniziare immediatamente ad utilizzare le tecniche di Intelligenza Artificiale. I nostri servizi di consulenza sono erogati da team di data scientist esperti in tecniche di deep learning, reti neurali convoluzionali, reti neurali ricorrenti e reti antagoniste generative (GAN). I team Teradata applicano anche l'innovazione open source per generare valore, inclusi TensorFlow, Keras e Caffe.

Forrester Research
Le tecnologie di intelligenza artificiale verranno rapidamente assimilate in pratiche di analisi, e questo fornirà agli utenti un accesso senza precedenti a conoscenze più dettagliate e approfondite capaci di generare decisioni. [questo fenomeno è] generato dal vorace appetito del business per conoscenze contestuali più profonde che vedono i clienti impegnati attraverso mobile e IoT. Queste tendenze rappresentano l'inizio di una rivoluzione che darà inizio, per molte aziende, a una corsa strategica per diventare imprese guidate dalle informazioni... Quelle aziende che saranno davvero guidate dalle informazioni metteranno le mani sui 1.200 miliardi di dollari l'anno che entro il 2020 i loro concorrenti meno informati lasceranno per strada.