Asterys AEquacy rivoluziona la cultura e i processi aziendali

Asterys AEquacy rivoluziona la cultura, i processi aziendali

Asterys AEquacy è un design organizzativo basato su una struttura radiale e paritaria di team auto-organizzati e coordinati tra loro, capace di superare i limiti gerarchici.
Questo design operativo si basa sul forte cambiamento dei paradigmi moderni. Di fatto, l’economia globalizzata, la trasformazione digitale, la connettività costante e l’innovazione tecnologica hanno modificato radicalmente i processi di business.
Come conseguenza, l’organizzazione aziendale canonica non è più in grado di sostenere l’evoluzione della società né i contesti economici complessi.
In questo contesto, Asterys pone l’attenzione sulla necessità di un cambiamento radicale dei processi e della cultura organizzativa e propone un modello agile, centrato sull’uomo, basato sulla collaborazione e sull’innovazione. 

Le disfunzioni dei sistemi organizzativi attuali sono tanto profonde che le aziende premono già per un cambiamento radicale, come testimonia la ricerca “The New Organization: Different by Design” condotta da Deloitte nel 2016. L’82% delle grandi aziende si sta riorganizzando o lo ha fatto recentemente o pianifica di farlo a breve, per rispondere meglio alle necessità dei propri clienti. Il 92% considera fondamentale ripensare il proprio modo di lavorare e il 90% identifica nella leadership uno dei problemi maggiori.

Asterys ha compiuto una propria ricerca in collaborazione con ResearchNow, per capire come i dipendenti e i manager immaginano l’azienda del futuro. Dai dati emerge che questi desiderano un’azienda in cui lo spirito di collaborazione sia molto più accentuato e il personale si senta maggiormente responsabilizzato. Il 52% degli intervistati immagina questa azienda ideale come un network di team collegati tra loro, in cui le decisioni non provengono dall’alto ma sono prese a livello di team (59%). Tali decisioni non dovrebbero essere basate tanto sul volere del top management o di un diretto superiore ma su un insieme condiviso di principi guida e valori (41%). Le informazioni, oggi riconosciute come uno degli asset più importanti per ogni azienda, dovrebbero diventare accessibili a tutti i dipendenti (64%).

Trasformare l’idea in una nuova realtà organizzativa - AEquacy agisce direttamente sulla cultura aziendale e combina la creazione di una nuova piattaforma valoriale adeguata all’impresa moderna con un metodo scientifico e rigoroso per ridefinire i processi e le regole del contesto. Supera i limiti menzionati offrendo alle persone ciò che cercano nella propria esperienza lavorativa e, al contempo, garantendo reattività ed efficienza maggiori all’interno delle organizzazioni. Si tratta di un paradigma strutturale che già nel nome evidenzia la propria caratteristica più peculiare: l’uguaglianza tra i membri dell’organizzazione, intesa come possibilità per tutti di prendere parte ai processi decisionali estesi, condividendo idee, responsabilità e meriti.

AEquacy si basa su un framework di quattro elementi cardine:
1. La creazione di un contesto abilitante adeguato, costituito da
- Una struttura di team auto-organizzati che lavorano in autonomia promuovendo gli scopi societari;
- Un sistema di coordinamento basato su rapporti paritari e non gerarchici;
- Autorità distribuita, che consente di prendere decisioni in modo più rapido;
- Responsabilità finanziaria estesa a ogni team.

2. Lo sviluppo di valori essenziali in grado di sostenere la nuova struttura, ovvero
- Fiducia reciproca, fondamentale in assenza di una funzione di controllo formalmente istituita;
- Senso di responsabilità reciproca tra colleghi e nei confronti dell’azienda;
- Spirito di cooperazione;
- Apprendimento continuo - Attitudine al miglioramento costante.

3. L’implementazione di sistemi smart che rafforzano le pratiche di lavoro dell’organizzazione e le semplificano
- Semplicità radicale, mirata a evitare il ritorno della burocrazia;
- Decisioni basate sull’assenso, che permettono maggiore allineamento tra i membri del team senza rallentare i processi;
- Cicli di feedback tra pari che sostituiscono il vecchio sistema di gestione delle performance;
- Flusso libero delle informazioni, che consente a tutti di aumentare l’innovazione e affrontare meglio i problemi.

4. Lo sviluppo di padronanza personale e di team. Per garantire performance ottimali nel nuovo modello, ogni membro dell’azienda deve acquisire
- Padronanza personale, per poter lavorare in autonomia senza ostacolare i colleghi nel raggiungimento degli obiettivi;
- Consapevolezza sistemica, ossia visione chiara delle dinamiche del team e dell’intera organizzazione;
- Capacità di collaborare efficacemente con i colleghi;
- Abilità di team management poiché ogni membro ora ne condivide la responsabilità.

La nuova struttura organizzativa prevede un disegno radiale di relazioni paritarie ed eque. I team condividono alcune caratteristiche pur mantenendo i propri attributi specifici. In particolare, tutti i team rispettano i principi guida dell'organizzazione e l'insieme di valori condivisi.