Il futuro digitale dei cittadini milanesi

Il futuro digitale dei cittadini di Milano

Milano Digitale, vediamo in dettaglio i progetti e gli obiettivi dell’Assessorato a Trasformazione digitale e Servizi civici al Comune di Milano.

Il futuro digitale dei cittadini di Milano

Abbiamo intervistato le collaboratrici e i collaboratori dell’assessore Roberta Cocco per approfondire le attività dell’assessorato, nello specifico quelle relative all’Innovazione e alla Trasformazione digitale.

Il futuro digitale dei cittadini di Milano

Chiara Daneo, responsabile staff Assessore Trasformazione Digitale e Servizi Civici al Comune di Milano
(clicca l'immagine per leggere l'intervista)

Il futuro digitale dei cittadini di Milano

Paola Tigrino, staff Assessore Trasformazione Digitale e Servizi Civici al Comune di Milano
(clicca l'immagine per leggere l'intervista)

Il futuro digitale dei cittadini di Milano

Paolo Belluco, supervisione dei progetti di trasformazione digitale seguiti dall’assessorato Servizi Civici e Trasformazione Digitale del Comune di Milano
(clicca l'immagine per leggere l'intervista)

L’Assessorato a Trasformazione digitale e Servizi civici annovera molteplici funzioni: Innovazione e Agenda digitale; Stato civile, anagrafe, servizi elettorali, servizi funebri e cimiteriali; Statistica; Servizi generali; Gestione dei grandi eventi sulla scorta delle delega conferita e Rapporti con i Municipi sulla scorta della delega conferita.

Tra questi diversi compiti, anche molto differenti tra loro, la nostra attenzione si è concentrata nello specifico su quelli legati alla trasformazione digitale della città e ai rapporti con i cittadini.

Nel momento del suo insediamento, a ottobre del 2016, Roberta Cocco aveva dichiarato
Milano è una città dalle immense potenzialità, che vive di cambiamento e innovazione continua e che ha tutte le carte in regola per competere con le altre capitali europee. Per farlo c’è bisogno di un’Amministrazione comunale al passo con i tempi, che abbia nel digitale la sua spinta propulsiva e che metta il cittadino al centro. Una delle prime azioni sarà quella di creare una serie di partnership internazionali di mutuo scambio, perché sono convinta che condividere le buone pratiche sia un ottimo modo per attuare una vera rivoluzione digitale.

Tra i numerosi obiettivi prioritari indicati dall’assessore ricordiamo quelli più significativi per la trasformazione digitale di Milano:
- costituzione di un hub centralizzato dei dati per rendere univoca la relazione con il cittadino e permettere all’Amministrazione di rispondere nel minor tempo possibile a ogni richiesta;
- pratiche, richieste e necessità del cittadino gestiti in maniera “virtuale”, allo scopo di semplificare i servizi e ridurre i tempi di attesa;
- piattaforma digitale unica che riunisca al suo interno tutte le informazioni e i servizi che attualmente sono disponibili nei tre portali del Comune di Milano e nei 22 secondari;
- fascicolo del cittadino, una “cartella virtuale” dove in tutta sicurezza l’utente possa consultare la propria posizione, dallo storico dei pagamenti delle tasse, al pagamento delle multe, passando per ricevute, richieste di certificati online o di pass per la sosta auto;
- open data, una banca dati sempre disponibile e condivisa che racconti il lavoro del Comune garantendo così la partecipazione attiva della cittadinanza;
- educazione digitale, insegnare ai cittadini l’uso della tecnologia per superare il divario digitale.

Chiara Daneo, responsabile staff Assessore Trasformazione Digitale e Servizi Civici,Paola Tigrino, staff Assessore Trasformazione Digitale e Servizi Civici, e Paolo Belluco, supervisione dei progetti di trasformazione digitale seguiti dall’assessorato Servizi Civici e Trasformazione Digitale, ci hanno illustrato i progetti già consolidati, quelli avviati e gli impegni per il futuro.