Tandberg RDX QuikStor e NAS QNAP, integrazione completa

Come anticipato, l’integrazione nativa tra le due soluzioni è un plus non indifferente per i clienti che vogliano ottenere una protezione off-site dei propri dati. In più, adottando il NAS TVS-882BRT3-i5-16G, è possibile accorpare fisicamente il drive RDX QuikStor (che in alternativa potrebbe essere usato esternamente, optando per la variante autoalimentata USB 3.0).

Tandberg RDX QuikStor e NAS QNAP, integrazione completa

Ma perché installare un drive di questo tipo rispetto a un qualunque drive esterno o a un masterizzatore per supporti ottici?
Come abbiamo potuto constatare durante la prova della singola unità interna con interfaccia Serial Ata (leggi il nostro test approfondito), lo storage removibile Overland Tandberg si distingue per la grande robustezza di tutti i componenti in gioco.

Tandberg RDX QuikStor e NAS QNAP, integrazione completa

Si tratta di un fattore di primaria importanza quando si parla di salvaguardia dei dati. Device SATA e cartucce (HDD o SSD), sono coperti da una garanzia estesa e sono costruiti con materiali particolarmente solidi. A questo si deve aggiungere la grande praticità delle “cassette”, facili da trasportare e utilizzare quotidianamente, aspetti fondamentali per rendere la protezione del dato davvero puntuale e alla portata di tutti. A questo va aggiunta la possibilità di effettuare un backup puntuale a rotazione su più cartucce, la possibilità di crittografare il contenuto dei dati e il supporto Ransomblock e WORM, per gli ambienti più esigenti e con stringenti imposizioni in termini di compliance (Healthcare, PA).

Una volta inserita una cartuccia RDX è possibile utilizzare il dispositivo indirizzandolo come storage, facilitando la procedura di salvataggio dati tramite la voce dedicata “external backup”, il tutto passando da “Backup Station”.

Tandberg RDX QuikStor e NAS QNAP, integrazione completa

Con la copia diretta è possibile replicare cartelle e singoli file determinando sorgente e destinazione, impostando directory preferenziali, fino alla definizione delle modalità di copia. È possibile effettuare un’attività in tempo reale, consentendo la modifica, la rimozione e l’alterazione dei documenti non appena questi vengono generati o cambiati.
Diversamente è possibile programmare la replica periodica, su base oraria o giornaliera per esempio, definendo policy e la possibilità di espellere la cassetta al termine delle operazioni, per facilitare la turnazione delle cartucce, giorno dopo giorno.

Sommario