Retelit, la Control Room bolognese offre servizi tailor made

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi “tailor made”

La visita alla Control Room e al datacenter di Villanova di Castenaso (BO), è stata l’occasione per parlare di cyber-security e GDPR con gli esperti di Retelit.
È bene ricordare come l’azienda rientri oggi a pieno titolo tra i principali player italiani del settore infrastrutture e servizi dati per le telecomunicazioni. Ai servizi di connettività che costituiscono il background storico di Retelit, l’azienda affianca da tempo evolute attività di security, disaster recovery e business continuity.

Retelit può fare affidamento sul datacenter e su una infrastruttura in fibra ottica proprietari. La linea si sviluppa per oltre 12.500 Km e collega 9 Reti Metropolitane e 15 Data Center in tutta Italia. Non solo, il network valica i confini italiani e si estende in Europa tramite un ring paneuropeo con PoP a Francoforte e Londra. In questo modo i servizi offerti raggiungono i principali hub di telecomunicazioni europei, come Amsterdam e Parigi.

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi “tailor made”

Da sinistra: Luca Cardone Marketing Manager, Enrico Nasuto Sales Manager Retelit, Federico Protto CEO di Retelit, Marianna Iodice Product Manager, Enrico Mondo COO di Retelit e Claudio Porta Responsabile Vendite Business

Con una simile infrastruttura e, grazie a un team coeso di esperti, Retelit si propone come partner per gli Operatori TLC e ICT e per le grandi aziende. A queste realtà l’azienda offre servizi che vanno dalla connessione Internet in fibra ottica ultrabroadband al Cloud, dai servizi di rete e VPN alle soluzioni di colocation in oltre 10.500 metri quadrati di spazi attrezzati e sicuri connessi in fibra ottica, per esternalizzare servizi di Data Center e soddisfare esigenze di disaster recovery e business continuity.

Focus della visita presso la sede bolognese è stata la suite di servizi sulla Sicurezza Informatica, messi a punto per assicurare una difesa completa del network aziendale. Si tratta di pacchetti scalabili realizzati su misura per ciascuna realtà professionale e per differenti segmenti di mercato. Parliamo di un mix di attività che include la visita dal cliente, la possibilità di intervento locale e remoto, il monitoraggio costante e che si basa sulla profonda conoscenza degli eventi in real-time.

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi tailor made

 

La dashboard a disposizione degli esperti è completa e consente di avere tutto sotto controllo in pochi istanti (clicca per ingrandire).

Proprio la Cyber Security Control Room che abbiamo visitato rappresenta il nucleo operativo di tutte le operazioni. In questo ambiente protetto, più esperti in cyber-security si occupano di controllare lo stato delle reti clienti, scandagliando il traffico e correlando eventi e allarmi per una pronta risposta. Risulta dunque possibile minimizzare o eliminare del tutto le criticità quotidiane, avendo al tempo stesso una visione d’insieme sugli incident a livello globale. La rete di sicurezza Retelit vanta infatti una capacità di lettura e correlazione davvero molto ampia, superiore a molte altre.

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi “tailor made”

Luca Cardone, Marketing Manager Retelit

Durante la visita alla control room e al datacenter, il Marketing Manager Luca Cardone ha messo in evidenza la capacità di Retelit di intervenire in modo tempestivo, coordinando l’intervento su diversi gradi di rilevanza. In base al contratto in essere, il cliente può essere infatti avvisato telefonicamente, lasciandogli libertà di intervento, ma possono anche scattare procedure mirate per contrastare le minacce nel minor tempo possibile (aspetto fondamentale per ridurre al minimo possibili danni o esfiltrazioni di dati).


Simulando un data breach, gli esperti della control room hanno messo in evidenza cosa potrebbe succedere a seguito di un accesso indesiderato alla casella di posta o ad Active Directory da parte di un soggetto aziendale non autorizzato.

Le persone di riferimento all’interno dell’azienda (CEO, manager, ecc) sono infatti considerate figure chiave e, pertanto, sono monitorate con una maggiore attenzione. Suonerà dunque sospetta una connessione alla posta elettronica aziendale da parte del CEO da una località estera, soprattutto se pochi istanti prima la medesima persona ha effettuato il login al dominio locale della società.
Controlli incrociati di questo tipo (che tengono conto di numerosissimi parametri, anche geografici), consentono di vanificare tentativi fraudolenti di accesso.

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi tailor made

Questo genere di attività sono fondamentali per le aziende, anche se, come precisato durante la visita, occorre un cambio di mentalità da parte dei titolari e delle imprese, oggi ancora troppo poco informati dei possibili rischi. Anche se qualcosa sta cambiando, e si registra una maggiore sensibilità, c’è ancora tanto lavoro da fare, soprattutto in ottica di tutela dei dati, privacy e governance, anche in riferimento a quanto imposto dal GDPR.

La scalabilità dell’offerta permette alle aziende che vogliono una totale autonomia nella gestione dell’infrastruttura di operare parallelamente ai suggerimenti Retelit. In alternativa è possibile scegliere di affidare la gestione direttamente al Managed Security Service Provider.

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi tailor made

Il datacenter è parzialmente popolato e ospita cage dedicati per i clienti che ne fanno richiesta.

Oltre alle attività avanzate della Cyber Security Control Room, la società propone service per la Sicurezza Perimetrale (IPS, Antivirus Gateway, Web Filtering,VPN sicura site-to-site, VPN client-to-site e Application Control), Security Operation Center, Cyber Security Consulting e DDoS Mitigation.

Decisamente interessante, oltre all’aspetto tecnologico, la filosofia che sta alla base dell’approccio Retelit. Una visione che è ben chiara quando si parla di “Cyber security consulting”, servizi consulenziali evoluti che accompagnano il cliente verso una reale consapevolezza di quelli che sono i rischi della Rete.
Tramite Security Audit e Penetration Test, l’azienda è in grado di fotografare il livello di sicurezza della rete e di rilevare la capacità difensiva del sistema.

Retelit, la Control Room bolognese offre servizi tailor made

Il datacenter ospita sistemi di alimentazione e condizionamento ridondati.

In questo modo è poi possibile sviluppare azioni di messa in sicurezza dei dati e di protezione contro minacce evolute, quali i ransomware. Retelit completa il proprio portfolio con attività specifiche di “Digital Forensic”, proponendo lo studio dei dati contenuti in sistemi di memorie digitali al fine di avviare attività investigative.
A poche settimane dall’attuazione del tanto discusso GDPR, la società è inoltre in grado abilitare una gestione compliant dei possibili Data Breach, offrendo pieno supporto nell’adeguamento al nuovo regolamento europeo, in termini di sicurezza preventiva e di gestione delle violazioni dei dati personali. 

Sommario