Performance e flessibilità del cloud sono i plus di Altravia

Performance e flessibilità del cloud sono i plus di Altravia

Società informatica specializzata nello sviluppo di tecnologie open source, l’azienda ha consolidato la propria posizione avvalendosi anche dei servizi OVH. Fondata a Roma nel 2003, Altravia nel corso degli anni è riuscita a consolidare la propria posizione sui mercati, offrendo nuove attività di consulenza tecnologica e applicativa, di coordinamento progettuale, di sviluppo di servizi web e marketing innovativi e nella vendita online di prodotti informatici e camerali.
La costante crescita e trasformazione del mercato, la nascita di nuove tecnologie, applicazioni e servizi web hanno consentito ad Altravia di sviluppare in pochi anni nuove competenze e proporre soluzioni innovative per rispondere alle necessità dei clienti. A partire dal 2013, l’azienda con l’ingresso di nuovi soci e una struttura societaria dedicata ha esteso le sue attività alla commercializzazione di prodotti e servizi di terze parti, che è andata ad integrare la tradizionale offerta di sviluppo, rafforzando il posizionamento di Altravia sul mercato e consentendo un notevole incremento del giro d’affari.

Altravia ha creato così una serie di avanzate piattaforme IT di proprietà per supportare i clienti - da aziende grandi e piccole a realtà di servizio collettivo - nell’erogazione di servizi, tipicamente rivolti al cliente finale, che variano dall’e-commerce alla consulenza. Uno tra i progetti più noti di Altravia è il sito Ufficio Postale, realizzato in collaborazione con Poste Italiane e progettato per commercializzare i servizi dell’azienda, che vanno dall’invio di telegrammi, all’offerta di servizi di postalizzazione massiva sul territorio italiano. Un altro progetto importante realizzato da Altravia è il sito di rivendita dei servizi Infocert, che (anche tramite il sito Ufficio Camerale) propone servizi di pubblica utilità.
Altravia aveva la necessità di utilizzare una nuova infrastruttura di cloud privato sicura, affidabile e flessibile, sulla quale migrare tutti i propri servizi, al fine di ottenere prestazioni più elevate. Flessibilità e affidabilità sono stati elementi fondamentali nella scelta dell’infrastruttura di OVH.

Luca Scuriatti, CEO di Altravia
OVH si è dimostrato il cloud provider più affidabile e disponibile sul mercato. Ci siamo quindi convinti subito a spostare tutti i nostri servizi nella loro infrastruttura di private cloud. 

Infatti i siti gestiti da Altravia registrano spesso e volentieri picchi di accesso, nel caso di scadenze o di attività promozionali, ed è importante che il servizio venga sempre garantito. Inoltre, trattandosi spesso di e-commerce, ogni interruzione di servizio porterebbe con sé un impatto negativo diretto in termini di fatturato.
Poiché Altravia si occupa direttamente della gestione delle attività di e-commerce e delle relative anagrafiche dei clienti, anche le modalità di gestione dei dati personali hanno avuto un ruolo importante nella scelta. Ed è stata molto apprezzata la trasparenza garantita nel trattamento dei dati personali, anche in relazione all’applicazione del GDPR. OVH è stata infatti una delle aziende che ha contribuito alla creazione di CISPE (Cloud Infrastructure Services Providers in Europe), l'associazione che ha redatto un codice di condotta con lo scopo di promuovere la corretta applicazione del GDPR da parte dei provider di IaaS.

Luca Scuriatti, CEO di Altravia
È fondamentale poter fare affidamento su una tecnologia robusta e sicura, che ci permetta di offrire servizi efficienti, senza interruzioni, per rispondere alle richieste dei nostri clienti e degli utenti che utilizzano le nostre piattaforme. 

Altravia si avvale oggi di un’infrastruttura dedicata basata sul Private Cloud di OVH composta da 101 macchine virtuali. Le attività dell’azienda producono un flusso di traffico intenso e costante, con una quantità di dati generati pari a 9 TB. Il servizio, sviluppato da OVH su tecnologia VMware, garantisce la scalabilità del cloud in un'infrastruttura hardware dedicata al 100%. Le macchine virtuali sono gestite internamente dal team Altravia, mentre la manutenzione e l’aggiornamento hardware sono a carico di OVH.