L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare adotta AMD EPYC

L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare italiano adotta AMD Epyc

In occasione di ISC 2018, AMD ha reso noto che l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare in Italia ha selezionato il processore EPYC 7351 per il cluster HPC.
I processori AMD EPYC 7351 offrono 16 cores,128 linee di connettività PCIe e otto canali di memoria, disponibili su tutti i processori della famiglia EPYC 7000.

Scott Aylor, corporate vice president and general manager of Datacenter Products, AMD
Siamo estremamente orgogliosi di poter supportare il data center di INFN grazie alle elevate prestazioni del processore AMD EPYC. Il computing ad alte prestazioni è un altro segmento di mercato in cui le funzionalità del processore AMD EPYC si distinguono per la sua capacità di fornire un supporto scalabile per le risorse di elaborazione e storage, necessarie nelle attività di ricerca avanzata."Tra i principali istituti di ricerca europei, INFN conduce ricerche teoriche e sperimentali nei campi della fisica subnucleare, nucleare e delle astroparticelle, offrendo libero accesso alle sue risorse di elaborazione in tutta Europa.

Il processore AMD EPYC 7351 a 16 core, utilizzato nel cluster HPC dell’istituto italiano, contribuirà a supportare i progetti nei campi della fisica subnucleare, nucleare e delle astroparticelle. Il cluster avanzato basato su EPYC sarà anche offerto ad altre organizzazioni di tutta Europa per aiutarle a gestire i carichi di lavoro necessari per le loro ricerche.

Luca dell'Agnello, responsabile del progetto in INFN
Come fornitore di elaborazione e archiviazione in cluster ai massimi livelli per i più grandi esperimenti di fisica attualmente in corso, l'INFN permette l'accesso alla massiccia quantità di elaborazione necessaria per la ricerca nel campo della fisica nucleare. Con l'adozione di AMD EPYC nell'istituto, siamo in grado di offrire ai nostri utenti una soluzione computazionale di ultima generazione oltre che ad ampliare quella di calcolo complessiva.