VMware NSX connette e protegge le App Cloud

VMware NSX connette e protegge le App Cloud

VMware annuncia novità nell’offerta sicurezza e networking VMware NSX, per consentire connettività pervasiva e sicurezza in qualsiasi ambiente.
Con NSX, VMware consente all'IT di creare reti virtuali basate su software, ottenere visibilità sulla rete e gestire le policy di sicurezza da un unico luogo per tutte le applicazioni in un panorama eterogeneo multi-cloud.

VMware NSX-T Data Center 2.3 estende funzionalità avanzate di networking e sicurezza multi-cloud ad AWS, oltre a Microsoft Azure e ambienti on-premises. Questa connettività pervasiva, indipendente dal cloud sottostante, consente ai clienti che operano su più cloud pubblici di sfruttare le zone di disponibilità locali e i servizi unici di diversi provider cloud. NSX-T Data Center 2.3 introduce il supporto per gli host bare metal, oltre agli ambienti hypervisor e container. Ciò include carichi di lavoro basati su Linux in esecuzione su server bare-metal, nonché contenitori in esecuzione su server bare-metal senza hypervisor. Per supportare questa nuova funzionalità, NSX-T sfrutta l'Open vSwitch, consentendo a qualsiasi host Linux di essere un nodo di trasporto NSX-T. Ciò consente all'IT di terminare una rete overlay sull'host Linux e fornire servizi di sicurezza a livello di stato.

VMware estende ulteriormente il supporto multi-cloud con l'anteprima del supporto per la tecnologia NSX-T in ambienti VMware Cloud on AWS. Con questo supporto, che è attualmente in anteprima, i clienti di VMware Cloud on AWS sarà in grado di implementare la micro-segmentazione con il firewall distribuito e criteri di corrispondenza avanzati come i tag di sicurezza tra i data center definiti dal software in VMware Cloud on AWS.

Semplificazione della distribuzione, gestione e utilizzo di NSX
VMware NSX-T Data Center 2.3 semplificherà l'installazione, la configurazione e la gestione con nuovi flussi di lavoro di distribuzione e funzionalità di ricerca per oggetti ed eventi. NSX-T Data Center ora installerà i componenti tramite un flusso di lavoro semplificato e una nuova interfaccia di ricerca consentirà agli amministratori di cercare oggetti ed eventi all'interno del sistema NSX-T ed eseguire rapidamente le operazioni. L'automatizzazione della gestione delle applicazioni su più cloud viene semplificata dalla combinazione di NSX-T con VMware vRealize Automation 7.5, che aggiunge il supporto nativo per NSX-T alla tela di vRealize Automation Blueprint. Inoltre, NSX-T 2.3 introduce nuove API per definire policy guidate dal linguaggio naturale e dichiarazioni dichiarative per la sicurezza. Ciò consentirà agli amministratori di eplicitare policy che potranno essere applicate al data center e all'infrastruttura multi-cloud.

Pianificazione della sicurezza e operazioni di self-driving per la Virtual Cloud Network
Con oltre 1.000 clienti attuali, VMware vRealize Network Insight consente la pianificazione della sicurezza incentrata sulle applicazioni e la visibilità della rete tra cloud privati, pubblici e ibridi, con risoluzione unificata degli stessi sia negli ambienti fisici che virtuali. Questo aiuta i clienti a creare ed eseguire un'infrastruttura ottimizzata, altamente disponibile e più sicura per il cloud networking virtuale. Con il nuovo supporto per NSX-T Data Center in vRealize Network Insight 3.9, i clienti possono accelerare la pianificazione e l'implementazione della micro-segmentazione, pianificare la migrazione delle applicazioni e ottenere visualizzazioni operative per gestire, scalare e applicare la conformità per le installazioni del data center VMware NSX. Utilizzando vRealize Network Insight, i clienti possono ridurre i rischi aziendali, i tempi e i costi associati alla pianificazione della sicurezza, consentendo la disponibilità e la pianificazione della migrazione per le loro applicazioni business-critical. Questa soluzione è disponibile sia come software on-premises sia come offerta SaaS con funzionalità complete e parità di scala tra entrambe le versioni.