Dal Mise in arrivo per FITT un finanziamento di 10 milioni

Dal Mise in arrivo per FITT un finanziamento di 10 milioni

FITT ha ottenuto finanziamenti per 10 milioni di euro dal Ministero dello Sviluppo Economico destinati a un progetto di ricerca e di sviluppo di nuovi prodotti. Il progetto “Nuova generazione ‘full made in Italy’ di prodotti funzionalizzati per il trasporto dei fluidi nei settori Garden, Building ed Industrial dei mercati EU ed extra-EU”, nell’ambito del bando “Grandi Progetti - Fondo Rotativo per il Sostegno alle Imprese e gli investimenti in ricerca – progetto Industria sostenibile”, prevede, tra l’altro, la creazione di prodotti polifunzionali, lo sviluppo di nuovi materiali per il risparmio di materia prima e lo studio di sistemi per semplificare l’applicazione e monitorare le performance.

Il progetto di ricerca è stato sviluppato interamente all’intero dell’area Innovation & Technology del gruppo di Sandrigo (Vi), specializzato nella realizzazione di sistemi completi in materiale termoplastico per il passaggio di fluidi. Questa unit, che seguirà anche l’implementazione del progetto, è stata creata in soli due anni e ad oggi conta oltre 40 addetti, tra persone direttamente impiegate in funzioni I&T e altre che ricoprono ruoli in area Operations a servizio dell’I&T per lo sviluppo di processi e prodotti innovativi.

La roadmap tracciata dal team FITT non ha ricevuto alcuna richiesta di revisione e integrazione da parte della commissione, in quanto già perfettamente completa. Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono: l’accoppiamento di materiali ai fini della polifunzionalità dei prodotti; la creazione di nuovi materiali che permetteranno di risparmiare sulle materie prime; lo sviluppo di sistemi completi in grado di semplificare l’applicazione nell’ambito B2B e monitorare le performance.

Alessandro Mezzalira, CEO di FITT
Questo importante finanziamento rappresenta un riconoscimento a FITT per la sua capacità di sviluppare progetti innovativi legati al prodotto e per aver dimostrato di saper osservare e anticipare il mercato, creando prodotti che non hanno competitor in senso stretto e che necessitano di protocolli di test creati ad hoc vista l’assoluta novità che rappresentano.

Il progetto rispecchia pienamente i driver di sviluppo principali del gruppo, ovvero ecosostenibilità, water saving e centralità dell’utilizzatore finale:

-per ridurre la quantità di materia prima necessaria, lo studio si concentrerà nella creazione di materiali alternativi. Ad esempio polimeri termoplastici dalle performance superiori a quelli tradizionalmente utilizzati, in grado di assicurare caratteristiche d’uso di livello uguale o superiore.

-Per perseguire un approccio water saving, grazie al supporto delle nuove frontiere tecnologiche dell’IoT, FITT ricercherà soluzioni che permettano di dosare correttamente l’uso dell’acqua, o che aiutino ad anticipare o individuare i guasti e fare manutenzione nelle reti idriche.

-La ricerca svilupperà inoltre una nuova tecnologia di estrusione che permetta l’inserimento di strati sottilissimi - con funzionalità altamente specializzate - all’interno dei tubi, negli ambiti del controllo della purezza dei fluidi o dell’aria, nella nautica e nell’agroalimentare e studierà soluzioni complete per migliorare il lavoro del professionista in fase di scelta e installazione del prodotto.