PFU e The Watercolour World proteggono delicate opere d’arte

PFU e The Watercolour World proteggono delicate opere d’arte

PFU Limited ha raggiunto un accordo con The Watercolour World per contribuire a digitalizzare e catalogare dipinti in un unico archivio ricercabile.
Alla base del progetto le innovative funzionalità dello scanner ScanSnap SV600 di PFU EMEA, che consentirà alla fondazione britannica di creare un’immagine visiva del mondo prima dell’introduzione della fotografia, e rendere gli acquarelli storici disponibili a tutti.

The Watercolour World è nata con l’obiettivo di raccogliere e digitalizzare raccolte pubbliche e private di acquarelli provenienti da tutto il mondo, e di renderle disponibili attraverso il sito web dell’associazione. Ad oggi, il suo archivio gratuito contiene circa 80.000 acquerelli distribuiti su 18.000 location differenti, molti dei quali sono stati digitalizzati usando lo ScanSnap SV600.

PFU e The Watercolour World proteggono delicate opere d’arte

Progettato per un’acquisizione semplice e veloce delle immagini con un risultato di alta qualità, lo ScanSnap SV600 può effettuare scansioni attraverso il vetro, il che vuol dire che i dipinti non devono essere rimossi dalla cornice, evitando quindi ogni possibile danno. Lo ScanSnap SV600 è anche dotato di una fonte di illuminazione sufficientemente potente da acquisire immagini dettagliate, ma anche contenuta in modo da non danneggiare i colori delicati dell’acquarello. Lo ScanSnap SV600 è anche molto maneggevole, cose che permette ai team di digitalizzazione di portarlo fisicamente presso musei, esibizioni e case private per acquisire le immagini.

Andra Fitzherbert, Chief Executive Officer di The Watercolour World
Gli acquarelli sono fragili, spesso nascosti per evitare il rischio di sbiadire. The Watercolour World è nata per documentare questa importante tipologia di dipinti, collocati presso collezioni pubbliche e private, e raccoglierli su un sito geolocalizzato, prima che possano perdersi per sempre. L’archivio online che abbiamo creato, con il supporto di PFU, consente ai visitatori di ricercare e ammirare nei dettagli molti di questi acquarelli. Già questo ha permesso alla comunità scientifica di identificare cambiamenti del paesaggio nel corso del tempo, e vedremo come le possibilità di questa nuova era digitale potranno sfruttare le informazioni contenute in questi storici acquarelli.

Mike Nelson, Senior Vice President, PFU (EMEA) Limited
Gli acquarelli hanno contribuito a creare un archivio visuale del mondo prima della fotografia, mettendo a disposizione di storici e scienziati informazioni davvero vitali. Come tutta la nostra gamma ScanSnap, il modello SV600 è stato sviluppato con l’obiettivo di aiutare gli utenti a trasformare la loro esperienza di scansione e creare immagini digitali molto accurate. È fonte di orgoglio per noi collaborare con The Watercolour World per aiutarli a digitalizzare e registrare questi dipinti per il futuro, permettendo a chiunque di vedere come fosse la vita reale prima del 1900 e, in questo modo, di dare informazioni su come è cambiato il nostro mondo da quando sono stati realizzati i dipinti originali.

Tagged under: scanner accordi imaging