Aruba Enterprise, agilità e imprenditorialità prendono forma

Ma allora, se il Gruppo Aruba gode di buona salute e registra una crescita continua, perché avviare una divisione come Aruba Enterprise? La risposta è, dopotutto, più semplice del previsto e si cela nella parola dei protagonisti che si sono succeduti sul palco del DC di Ponte San Pietro.
Secondo Cecconi, in tempo di crisi è necessario continuare a investire e innovare; rallentare e accontentarsi dei risultati ottenuti non può costituire un elemento sufficiente.

Aruba Enterprise, agilità e imprenditorialità prendono forma

Non solo, come detto, la divisione, pur se non riconosciuta e visibile in modo palese, ha costruito negli anni un’esperienza notevole e una capacità di analisi e sviluppo tecnico di primissimo piano. Nei circa 10 anni di attività, quest’area di business si è fatta conoscere e ha raccolto numerosi consensi. Proprio i clienti e i partner ne hanno sollecitato la formazione e ne hanno decretato un’anima e un’operatività specifica: servire il mondo enterprise.

Stefano Sordi, fresco di nomina a Direttore Commerciale di Aruba, sottolinea come questa presentazione rappresenti l’avvio di un nuovo percorso; il primo passo per crescere ulteriormente.

Aruba Enterprise, agilità e imprenditorialità prendono forma

Stefano Sordi
L’ufficializzazione della divisione Enterprise è il naturale completamento di un percorso di crescita e l’inizio di una più forte azione di posizionamento dell’azienda su una fascia di mercato importante come quella degli enti pubblici e delle medie e grandi imprese sia a livello nazionale che internazionale.

Aruba Enterprise, agilità e imprenditorialità prendono forma

Ad affiancarlo il GM Giorgio Girelli che precisa come, nel mondo enterprise, sia il cliente stesso a sollecitare il confronto diretto con il partner, alla ricerca di un interlocutore privilegiato che sappia guidare le sue scelte. Un approccio agli antipodi rispetto a quanto accade nel segmento mainstream, privato e PMI. Pertanto, il focus della nuova divisione sarà quello di interagire con il cliente, per mettere a fuoco le necessità reali e sviluppare in tempi brevi progetti e servizi utili.
Si sviluppa così una filiera di attività specifiche tailor made, a partire dalla trattativa, alle attività di prevendita, alla creazione di progetti, sino allo sviluppo vero e proprio dei servizi ad opera del project manager.
Come riassumere l’operato di Aruba Enterprise, ci pensa Stefano Sordi: la divisione si muoverà secondo le direttrici dell’agilità e dell’imprenditorialità, con servizi personalizzati e interlocutori preparati e attenti.

Sommario