Zscaler Vision 2019, la sicurezza cloud trasforma il business

Zscaler Vision 2019, la sicurezza cloud che trasforma il business

Zscaler, realtà che permette alle aziende di trasformare con sicurezza le proprie reti per il mondo mobile e cloud, traccia la propria visione per l’anno in corso.
“Veloce, sicuro e affidabile” sono le tre parole che descrivono il servizio offerto da Zscaler. L’obiettivo principale è quello di proteggere i clienti aziendali che devono accedere a risorse online IaaS, sia dall’ufficio, sia in mobilità. La base di 100 data center, sparsi per il mondo, consente di creare un ecosistema di protezione e copertura in grado di supportare più di 60 miliardi di transazioni elaborate quotidianamente.

I servizi di punta includono Zscaler Internet Access e Zscaler Private Access, fondamentali per creare connessioni veloci e sicure tra gli utenti e le applicazioni, indipendentemente dal dispositivo utilizzato, dalla posizione o dalla rete. I servizi Zscaler sono forniti in cloud al 100% e offrono una semplicità, una sicurezza avanzata e un’esperienza utente ottimizzata che le appliance tradizionali o le soluzioni ibride non sono in grado di garantire.

Zscaler Vision 2019, la sicurezza cloud trasforma il business

Cloud e mobilità sono direttrici fondamentali per lo sviluppo dei servizi offerti da Zscaler come sottolinea Didier Schreiber, Regional Marketing Manager, South Europe. Da un modello di soli data center si passa ad un modello di data center affiancati dal cloud. Da un sistema di hub and spoke verso i data center ad un sistema di direct to cloud. Basilare è, inoltre, l’evoluzione dal punto di vista della network security. A tal proposito, l’azienda offre ai propri clienti un servizio all traffic, all users, all locations. In questo modo ogni aspetto legato alla security accompagnerà i partner nei diversi Paesi in cui le aziende operano, proteggendo le diverse location nelle quali sono presenti sedi operative.

In termini di sicurezza, a novembre, Zscaler è stata inserita nel Magic Quadrant for Secure Web Gateways di Gartner per l'ottavo anno consecutivo. Il report, che valuta le aziende per loro capacità di esecuzione e completezza di visione, ha anche posizionato Zscaler più a destra dei competitor, proprio per la completezza della sua vision.

Zscaler Vision 2019, la sicurezza cloud trasforma il business
Per quanto riguarda i trend del 2019 andremo incontro a un aumento degli attacchi rivolti a specifiche applicazioni cloud come Office 365, sottolinea Fabio Cipolat, Sales Manager Italy di Zscaler. Anche il settore statale trasferirà le proprie applicazioni in cloud, chiedendo supporto e assistenza ad aziende private. Aumenteranno esponenzialmente gli attacchi proveniente da dispositivi IoT; le violazioni informatiche avranno un impatto sul prezzo delle azioni, in particolar modo nel settore della tecnologia e della sicurezza informatica.

Mentre assistiamo a un continuo consolidamento nel mercato della sicurezza, le problematiche di integrazione delle piattaforme potrebbero essere sfruttate dagli hacker per colpire.
Un esempio rilevante viene da Maire Tecnimont è una multinazionale italiana con diverse sedi nel mondo e 5.800 utenti, che lavora nel settore dell’ingegneria chimica. Questa realtà ha scelto Zscaler per via dell’impiego pervasivo della tecnologia cloud e la possibilità di gestire facilmente i cantieri direttamente dalla sala operativa di Milano, il tutto senza alcun cablaggio fisico. Le piattaforme Zscaler assicurano inoltre adeguata copertura anche per i device degli operatori che lavorano in mobilità.

Zscaler Vision 2019, la sicurezza cloud trasforma il business
Maire Tecnimont ha inoltre beneficiato di sistemi di autenticazione rapidi e sicuri, nonché di un approccio proattivo al monitoraggio degli eventi e a un supporto tecnico attento e affidabile.

Ad oggi le soluzioni Zscaler sono utilizzate in oltre 185 nazioni attraverso la più grande piattaforma per la sicurezza cloud a livello globale, capace di proteggere migliaia di aziende ed enti governativi da attacchi informatici e dalla fuoriuscita di dati sensibili. Tutto questo secondo un approccio lineare, veloce da implementare e al passo con quanto richiesto dai processi di trasformazione digitale in atto.