ThinkPad P1, Lenovo rinnova il concetto di workstation mobile

ThinkPad P1, Lenovo rinnova il concetto di workstation mobile

Lenovo ThinkPad P1 è una workstation mobile che coniuga elevate performance e portabilità; in prova la versione con CPU six-core Intel i7 e Nvidia Quadro P2000.
Fino a pochi anni fa, il concetto di workstation portatile era associato a configurazioni hardware estremamente costose e decisamente poco pratiche da portare in viaggio. Tuttavia, la riduzione dei processi costruttivi per le CPU e le GPU, l’eliminazione delle unità meccaniche (hard disk e DVD-RW) e l’adozione di materiali robusti e leggeri hanno permesso di cambiare radicalmente questa situazione.

Nasce così ThinkPad P1, una macchina estremamente potente, ideale per le elaborazioni CAD/CAM/CAE e per la modellazione 3D, nonché per il ritocco fotografico e l'editing di immagini ad altissima risoluzione.
Questa configurazione rappresenta il compendio ideale per disegnatori, grafici e fotografi, che desiderano le medesime performance dei sistemi desktop, ma in mobilità. In effetti, con ThinkPad P1 le rinunce da fare sono davvero pochissime.

ThinkPad P1, Lenovo rinnova il concetto di workstation mobile

In uno chassis da 416x281x24,5-29,4 mm, per un peso di 3,4 Kg, Lenovo ha integrato una intera stazione di lavoro professionale, con un layout tastiera di dimensioni standard, un grande touchpad e trackpoint (vero emblema della serie ThinkPad).

La postazione è distribuita con due possibili varianti di gamma CPU, Intel Xeon o Intel Core. La versione in test adotta il veloce processore Core i7 8850H a 2,6 GHz. Si tratta di una revisione introdotta da Intel nel Q2 2018, realizzata con processo costruttivo a 14 nm e capace di raggiungere i 4,3 GHz in modalità Turbo. Il vantaggio offerto da questo modello è strettamente correlato alla disponibilità di 6 core e dalla possibilità di gestire sino a 12 thread. In considerazione del campo di applicazione dove andrà a operare ThinkPad P1, la disponibilità di numerosi nuclei di calcolo è senza dubbio un plus da non sottovalutare. La parallelizzazione dei task è infatti altamente impiegata negli ambienti della progettazione e modellazione grafica.

ThinkPad P1, Lenovo rinnova il concetto di workstation mobile

Oltre alla SmartCache da 9 MByte, questo Core i7 incorpora un controller dual-channel per la memoria e può allocare sino a 64 MByte di memoria DDR4 a 2.666 MHz o LPDDR3 a 2.133 MHz. La massima banda passante di 41,8 GB/s consente l’esecuzione di comandi e applicativi in memoria con tempi di reazione minimi.

ThinkPad P1, Lenovo rinnova il concetto di workstation mobile

Anche se la workstation dispone di un GPU discreta, il processore Intel mette a disposizione un acceleratore integrato UHD Graphics 630, un componente capace di lavorare sino a 1,15 GHz, di allocare sino a 64 MByte di RAM di sistema e di controllare sino a tre display simultaneamente. Quando non si lavora con programmi dedicati, questa GPU risulta più che adeguata per tutte le attività office quotidiane.

Sommario