QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

In prova il potente storage NAS QNAP TVS-972XU-I3-4G, un dispositivo di rete per le PMI, facile da integrare e pensato per infrastrutture di tipo rack.
Questo modello fa parte della nuova gamma QNAP con CPU Intel Core di ottava generazione e offre, oltre ad elevate prestazioni nella maggior parte delle situazioni, un interessante rapporto performance-per-Watt; un parametro da non sottovalutare quando si progetta una server room o si integrano servizi e piattaforme esistenti.
TVS-972XU offre il meglio di sé come storage server centrale in ambienti di dimensioni medio/piccole ma è indicato anche per strutture più estese, per irrobustire i processi di backup, sincronia dati e per la gestione di specifiche attività, come per esempio l’archiviazione sicura dei flussi video della videosorveglianza o per la condivisione degli asset.

In uno chassis standard Rack 1U, strutturato per armadi con profondità standard 600/800 mm, questo NAS incorpora un’architettura Intel con CPU Core i3-8100 a 3,6 GHz e 4 GByte di RAM, eventualmente espandibili sino a 64 GByte, per carichi di lavoro particolarmente onerosi. Il processore offre funzionalità multi-thread grazie ai quattro core fisici (non è disponibile la funzione hyper-threading) e consente di velocizzare l’esecuzione dei set di istruzioni utilizzati più frequentemente, grazie ai 6 MByte di SmartCache. Si tratta di un componente adatto per la gestione fluida di macchine virtuali, in virtù del supporto Intel VT-x with Extended Page Tables e Intel Virtualization Technology for Directed I/O. L’accelerazione per le attività di crittografia e decifratura è assicurata dalle funzionalità hardware Intel AES New Instructions e Intel Secure Key.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

I quattro slot di memoria interni (in questo caso uno solo è popolato) possono ospitare banchi sino a un massimo di 16 GByte ciascuno. L’accesso dual channel possibile grazie al controller integrato nella CPU, capace di gestire moduli DDR4-2400, per una massima larghezza di banda di 37,5 GB/s.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Assemblaggio ordinato e modulare

La base hardware include una doppia flash da 4 GB per la gestione del sistema operativo, oltre a due porte GbE RJ-45 e altrettante 10 GbE SFP+ con SmartNIC.
Lo porte USB sono tutte integrate lungo il profilo posteriore (non ci sono porte sul frontale, né tasti di sincronia veloce): due USB 3.0, due USB 3.1 Gen2 Tipo C 5V/3A 10 Gbps e due USB 3.1 Gen2 Tipo A 5V/1A 10 Gbps. Sul fronte connettività si fa notare l’output HDMI 2.0, capace di pilotare display sino a 4K appoggiandosi sulla GPU Intel UHD 630.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

In evidenza lo slot di espansione PCI Express

QNAP TVS-972XU è uno storage di rete particolarmente flessibile, dettaglio sottolineato dalla presenza di uno slot interno di tipo PCI Express x16 di terza generazione. Il NAS supporta schede di espansione SAS, schede grafiche, schede di rete 10 GbE / 25 GbE / 40 GbE e schede QM2.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

La paratia con le ventole è facilmente asportabile; le singole ventole non giovano però di un meccanismo di ritenzione hot plug

Tra le peculiarità uniche, il supporto di ben 9 drive in un formato 1U. Oltre ai quattro drive bay frontali per hard disk Serial Ata da 3,5”, questa versione incorpora cinque bay da 2,5” non accessibili frontalmente per unità seriali e SSD. Il sistema offre dunque un notevole spazio di archiviazione nonostante il volume occupato e permette di gestire pool di storage con unità meccaniche o con drive solid state. Abilitando funzionalità di SSD caching e storage pool (QTier) è inoltre possibile ottenere il massimo beneficio da un’architettura ibrida, che possa dunque utilizzare entrambe le tipologie di dischi in commercio.


Chi ha già usato almeno una volta uno storage QNAP sa che il potenziale dell’hardware viene espresso al massimo grazie all’evoluta piattaforma Linux based denominata QTS. Si tratta dell’ambiente operativo con GUI desktop oriented che caratterizza la gamma del brand ormai da anni. Alla facilità di interazione (sembra di lavorare su un comune server Windows/Linux), si affianca la velocità di risposta del comparto grafico e una grande reattività nella configurazione dei differenti parametri. Diversamente dai NAS con interfaccia legacy, l’applicazione delle diverse regole avviene quasi in tempo reale, con una grafica chiara e opportune guide pop up e wizard di configurazione.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Le porte a disposizione sono molte e permettono una facile integrazione in molteplici contesti.

Gestire gli array di dischi, abilitare setup di rete, le cartelle, le condivisioni e le permission risulta perciò estremamente facile per chi ha già dimestichezza con ambienti server e CED.
L’integrazione con Microsoft AD, Linux e il mondo Apple è totale, per una grande semplicità di aggregazione di nuovi servizi, cartelle e processi di backup e recovery multipiattaforma.

L'idea di integrare cinque slot da 2,5" subito sopra i quattro da 3,5" è semplicemente geniale.

Riassumere l’intero campionario di funzioni offerte da QTS sarebbe praticamente impossibile in un solo articolo. Tuttavia, al fianco delle consolidate funzionalità del sistema operativo, in tempi recenti, QNAP ha scelto di irrobustire progressivamente le capacità di disaster recovery, introducendo funzioni di snapshot, sincronia e replica, sia verso storage, locali, verso altri NAS locali o remoti, sia verso il cloud.
L’adozione di un NAS di questo tipo va perciò nella direzione di una maggiore sicurezza generale dei dati e dei servizi di rete, il tutto senza precludere alcun tipo di possibile flusso dati in entrata o in uscita dal network aziendale (cloud pubblico, replica remota, storage removibile crittografato).

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Clicca per ingrandire

Nell’ottica di offrire maggiori prestazioni e affidabilità, TVS-972XU beneficia della presenza di cinque slot aggiuntivi per SSD e delle funzionalità evolute di tiering messe a punto da QNAP tramite il servizio Qtier. Questa architettura permette di ottimizzare il numero di drive SSD in rapporto alle unità meccaniche, consentendo un reale risparmio ed elevate performance.


La suddivisione dei dati, tra documenti a maggiore e minore intensità di accesso, consente di posizionare i file elaborati più di frequente sullo storage ad alta velocità Solid State e di conservare il materiale a bassa priorità sullo storage meccanico, più capace ma meno veloce. Qtier 2.0 sfrutta algoritmi evoluti per assicurare la corretta disposizione dei dati tra i diversi array e per sfruttare a dovere tutte le unità di archiviazione integrate nel NAS, anche in ottica di corretto sfruttamento e riduzione dell’usura.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Non di meno, se si necessita della maggiori performance possibili, è possibile scegliere di abilitare la cache SSD in riferimento a uno o più array storage. In questo modo è possibile garantire un elevato livello di IOPS in lettura e scrittura, per soddisfare le applicazioni più esigenti. In aggiunta, TVS-972XU supporta l’extra over-provisioning SSD software-defined, una funzionalità che consente di allocare spazio per ottimizzare le velocità di scrittura casuale ed estendere la durata degli SSD.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Oltre a una maggiore durata dell’hardware e a prestazioni migliorate, definendo uno spazio per l’over-provisioning è possibile adottare drive Solid State di classe desktop e beneficiare di una durata complessiva che si avvicina a quella dei ben più costosi modelli di fascia enterprise.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Il vero valore della soluzione QNAP va dunque ben oltre le performance che si possono raggiungere, ma riguarda la stabilità e l’affidabilità nel tempo di soluzioni che, tipicamente, devono resistere molti anni e garantire sicurezza e protezione ad importanti dati aziendali.


Le prove si sono svolte adottando la consueta piattaforma Intel Core-i7 6700K con storage interno Samsung 950 PRO M.2 PCIe, Windows 10 PRO e adattatore di rete Asus XG-C100C a 10 GBit. Per la prova abbiamo realizzato un array RAID 5 con quattro drive Seagate ST3000DM001 da 3 TByte in modalità Thick Volume (per le maggiori prestazioni). Successivamente abbiamo aggregato una unità SSD da 256 GByte per abilitare QTier e le funzionalità di SSD Caching.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

La comunicazione a 10 Gbit è stata resa possibile dallo switch QNAP QSW-804-4C, un dispositivo non gestito 10 GbE a 8 porte pensato per aggiornare facilmente l’ambiente di rete a costi ridotti. Lo switch supporta gli standard 10GBASE-T e NBASE-T che consentono di sfruttare i vantaggi di velocità di rete elevate con i cavi Cat 5e e 6a esistenti. Entrambe le porte SFP+ (fibra) e RJ45 (rame) sono disponibili (con 4 porte combinate) per soddisfare le richieste di diverse reti.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

In condizioni di test standard a 10 GbE abbiamo registrato fino a 587 MB/s in lettura e 489 MB/s in scrittura lineare; performance di tutto rispetto che consentono di impiegare il NAS per lo streaming multiplo e l’accesso simultaneo a file di grandi dimensioni (archivi, database). L’abilitazione delle funzionalità di crittografia riducono mediamente le prestazioni del 14%.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

La prova di stress prolungato con NAS Performance Tester ha evidenziato la buona capacità di gestire file di dimensioni di varie dimensioni, con prestazioni in lettura che raggiungono i 640 MB/s quando si spostano singoli archivi molto grandi (sopra gli 8 GByte). La macchina risponde bene anche se si elaborano file con dimensioni di alcune centinaia di MByte, con velocità di scrittura e lettura che si attestano sui 500 MB/s.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzatoCalano invece, come è naturale per via della gestione stessa del file system, le velocità di lettura e scrittura se si lavora con documenti sotto 1 MByte. In questo caso la scrittura risulta comunque sostenuta, a circa 392 MB/s, mentre si riduce sensibilmente la velocità abilitando la crittografia delle cartelle.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Per configurare l’over-provisioning con QTier abbiamo installato due storage SSD Kingston SV300 da 240 GByte ciascuno, opportunamente aggregati in RAID 1. Per abilitare questa funzione servono storage di dimensioni medio/grandi, dato che una certa fetta dello spazio di archiviazione sarà impiegata dal sistema per le operazioni interne. Al crescere della capacità aumenta anche la soglia di over-provisioning che è possibile abilitare (nel nostro caso 20%, in rapporto al pool principale RAID 5 da 9 TByte lineari).

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Dopo aver addestrato il sistema di caching nella gestione dei file a più frequente accesso, abbiamo riscontrato un sensibile aumento delle prestazioni, dovuto all’impiego preponderante dello storage SSD. A beneficiarne proprio l’accesso ai file di dimensioni medio/piccole, con incrementi di velocità che superano il 15%.

QNAP TVS-972XU, nove drive bay per il tiering avanzato

Il consumo istantaneo è espresso in Watt

Sul fronte consumi, la configurazione equilibrata del TVS-972XU ha permesso di raggiungere valori interessanti anche sotto stress. Quando il NAS è accesso con un basso carico di attività si registra un assorbimento di circa 66 W, che salgono a un massimo di 81 W quando il sistema è impegnato (considerando l’adozione di quattro drive da 3 TByte ciascuno Seagate ST3000DM001). Se spenta, l’unità consuma 3 W.

Nel complesso, QNAP TVS-972XU si è dimostrato particolarmente flessibile, con una grande scalabilità verso l’alto, in base alle esigenze dell’azienda. La configurazione di base, non certamente economica, è però già ben accessoriata. Chi desidera sfruttare le funzionalità di virtualizzazione dovrà ponderare con attenzione un upgrade di memoria; 4 GByte sono infatti pochi per una gestione fluida delle VM. 

Punteggio
82
su 100
PRO
Elevate prestazioni; interessante rapporto performance/consumo; 9 drive bay in rack 1U; avanzato supporto QTier e SSD Cache; QTS completo e veloce; Lan 10 GbE.
CONTRO
Manca USB frontale; bay da 2,5” non accessibili direttamente; qualche limite per le VM con 4 GByte; cassetti senza chiusura a chiave.

Caratteristiche generali
Produttore QNAP
Modello TVS-972XU-I3-4G
Sito web http://www.qnap.com
Prezzo (IVA inclusa)

TVS-972XU-RP-i3-4G (con alimentatore ridondato) -  Euro 2.524,18 / TVS-972XU-i3-4G (versione in prova) – Euro 2.219,18 

Slitte per rack - RAIL-B02 Euro 87,84 / Switch QSW-804-4C Euro 450,18

Dimensioni 43,3 × 482,6 × 484,15 mm
Peso 7,48 Kg
Caratteristiche tecniche
Numero drive bay 4 + 5
Tipo drive 2,5" e 3,5" / SATA3 / supporto SSD Cache
Livelli RAID supportati RAID 0 / 1 / 5 / 6 / 10 / 50 / 60 / JBOD / Single
CPU Intel Core i3-8100 / 3,6 GHz
RAM / RAM max. 4 GByte DDR4 / 64 GByte
Numero / tipo interfacce di rete 2x Gigabit Ethernet (RJ45) / 2x 10GbE SFP+ SmartNIC
Protocolli di rete supportati

CIFS / SMB, AFP (v3.3) / NFS (v3) / FTP / SFTP / iSCSI / SNMP

Porte USB / eSATA 2x USB 3.0 / 2x USB 3.1 Gen2 Tipo C 5V/3A 10 Gbps / 2x USB 3.1 Gen2 Tipo A 5V/1A 10 Gbps / no
Altre interfacce HDMI 2.0
Backup Cloud storage backup Amazon Glacier / Amazon S3 / Azure Storage / Google Cloud Storage / HKT Object Storage / OpenStack Swift / WebDAV - Cloud storage syncing Alibaba Cloud / Amazon Drive / Amazon S3 / BackBlaze B2 / Box / Dropbox / OneDrive / Google Drive / HiDrive / hubiC / OneDrive / OneDrive For Business / ShareFile / Yandex.Disk - RTRR server & client with bandwidth control - Rsync server with download bandwidth control - Remote server syncing (CIFS/SMB, FTP, Rsync, and RTRR) - Scheduled backup to local and remote storage spaces - Backup versioning (RTRR).
Supporto iSCSI

Supporto virtualizzazione
Supporto Microsoft AD
Consumo energetico

Modalità operativa, tipica: 72,17 W

Sommario