TIM, arrivano i pagamenti vocali con Google Assistant

TIM, arrivano i pagamenti vocali con Google Assistant

TIM è la prima telco italiana, e fra le prime in Europa, a permettere ricariche e pagamenti attraverso l’uso della modalità vocale dell’ Assistente Google.

TIM estende quindi i servizi disponibili tramite l’Assistente di Google anche alle informazioni relative alla linea fissa di casa, e ai pagamenti delle fatture e alle ricariche. È possibile infatti effettuare il pagamento delle fatture della propria linea fissa o ricaricare la linea mobile con addebito su carta di credito o PayPal.
Evolvono così i servizi digitali di caring - già disponibili su Web e sull’App MyTIM - integrando l’Assistente Google e rendendo ancora più semplice e immediato il dialogo con i propri clienti. Grazie ai comandi vocali è possibile controllare in qualsiasi momento l’importo del credito residuo, lo stato delle offerte, o chiedere informazioni sulla propria fattura di casa, ampliando i servizi informativi già introdotti da TIM lo scorso ottobre.

Presente sui dispositivi Android e iOS (tablet e smartphone) e speaker intelligenti come Google Home e Google Home Mini, l’Assistente di Google può impostare timer e sveglie, fare chiamate in auto, avere informazioni sul traffico, riprodurre musica, controllare luci o altri dispositivi smart della casa e molto altro, utilizzando semplicemente la propria voce.

Dopo aver pronunciato Ok Google, parla con TIM, al primo accesso l’Assistente Google chiederà di collegare il proprio account MyTIM indirizzando il cliente automaticamente alla pagina di autenticazione, dove è possibile effettuare l'accesso utilizzando le proprie credenziali dell'app MyTIM.
Le volte successive, basterà pronunciare la frase Ok Google, parla con TIM per dialogare con l'assistente digitale ed avere accesso a tutte le richieste di assistenza sulle proprie linee TIM. Ad esempio: Ok Google, chiedi a TIM il mio credito residuo, Qual è lo stato della mia offerta, Voglio ricaricare.