Buffalo TeraStation TS51210RH, scalabilità al giusto prezzo

Come per tutta la gamma TS5010, anche la TeraStation TS51210RH adotta un processore quad-core Annapurna Labs AL314 a 1,7 GHz. Tuttavia, diversamente dagli altri NAS, in questo caso di è scelto di integrare 8 GByte di RAM, anziché 4 GByte. Non solo, in questo caso il modulo AData integrato è di tipo ECC e permette di gestire il flusso di dati con controllo di errore; una caratteristica che innalza sensibilmente la stabilità e la resilienza del sistema anche quando lavora sotto stress.

Buffalo TeraStation TS51210RH, scalabilità al giusto prezzo

La combinazione tra CPU e RAM permette di raggiungere buone performance sui carichi di lavoro più comuni, il tutto mantenendo consumi modesti e una dissipazione termica contenuta, un aspetto non di poco conto per le infrastrutture che già contano numerose macchine attive all’interno dello stesso armadio Rack.

Buffalo TeraStation TS51210RH, scalabilità al giusto prezzo

Il consumo istantaneo è espresso in Watt.

Tra le peculiarità principale dei nuovi NAS Buffalo c’è senza dubbio la disponibilità di due controller 10 GbE, capaci di lavorare fino a 10 Gbps adottando cavi CAT.6A / 7, al posto della più costosa fibra ottica.

Buffalo TeraStation TS51210RH, scalabilità al giusto prezzo
Proprio l’adozione di controller 10 GBase-T caratterizza la gamma TeraStation 5010 e sottolinea la volontà, da parte di Buffalo, di portare una reale innovazione anche agli ambienti di lavoro con minori budget a disposizione (piccoli artigiani e professionisti).

Proprio per questo motivo, il NAS può rappresentare una scelta economicamente sostenibile per gli ambienti dove è indispensabile accelerare l’accesso ai dati, anche per contenere i tempi delle procedure di backup e ripristino. La TeraStation TS51210RH offre inoltre due ulteriori controller di rete a 1 Gigabit, due porte USB 3.0 e due porte USB 2.0. Le porte posteriori a 5 Gbps permettono di collegare facilmente enclosure addizionali o singoli dischi esterni, per una replica o il backup removibile.
In virtù delle numerose porte di rete disponibili è possibile configurare il NAS in differenti modalità, per l’aggregazione delle performance o in modalità di backup. Una possibile configurazione potrebbe prevedere la connessione a server locali tramite le veloci LAN a 10 Gbit, mentre i due adattatori a 1 Gbit potrebbero essere deputati a servire la rete in caso di anomalie o per raggiungere sotto-reti dedicate.

Sommario