I nuovi rack server di Asus battono 246 record mondiali

I nuovi rack server di Asus battono 246 record mondiali

La gamma di server Asus è pensata per carichi di lavoro intensivi e per garantire la massima affidabilità; le nuove macchine fanno segnare 246 record di performance.
I device recentemente introdotti a listino hanno stabilito record mondiali, inclusi i GPGPU (general-purpose computing on graphics processing units) e server multinodo.
Come registrato dalla Standard Performance Evaluation Corporation (SPEC) per i benchmark che misurano le prestazioni ad alta intensità di elaborazione, i server Asus a doppio processore (2P) ESC8000 G4 e RS720Q-E9 hanno ottenuto i punteggi più alti per le applicazioni a elaborazione intensiva, mentre il server a singolo processore (1P) ASUS RS300-E10 ha conquistato ben 70 nuovi record ottenendo il miglior risultato in termini prestazioni.
Ognuno dei nuovi server Asus è pensato per infrangere record, lo scopo è quello di avere un prodotto altamente scalabile, progettato per funzionare perfettamente per analisi dei dati, carichi di lavori di apprendimento AI o qualsiasi altra applicazione di calcolo.

Asus ESC8000 G4 è un server 2P serie 4G GPGPU che supporta un massimo di otto schede grafiche su due livelli per l’apprendimento AI, elaborazioni ad alte prestazioni (HPC), creazione di contenuti, rendering, videogiochi, VR e AR e applicazioni di visualizzazione professionale. Il suo design brevettato di topologia adattiva gli consente di passare automaticamente da topologie single-root o dual-root attraverso ASMB9-iKVM, rendendolo ottimale per l'apprendimento AI ed ambienti HPC. ASUS ESC8000 G4 detiene 64 record mondiali per applicazioni ad alta intensità di calcolo in pacchetti di benchmark SPEC CPU 2017, SPECint 2017 e SPECfp 2017.

I nuovi rack server di Asus battono 246 record mondiali

RS720Q-E9, un server 2P ad alta densità 2U4N, ha stabilito un record di 97 benchmark per applicazioni ad alta intensità di calcolo attraverso i pacchetti di benchmark SPEC CPU 2017, SPECint 2017 e SPECfp 2017. RS720Q-E9 è progettato per ambienti HPC come data center o per cloud privati. Supporta da due a otto processori (28 core per processore) e 48 DIMM per un massimo di 6 TB di memoria.
Tutti i server ASUS che hanno conquistato record mondiali per quanto riguarda le prestazioni 2P si basano su processori scalabili Intel Xeon di prima e seconda generazione.

Asus ha oltre 23 anni di esperienza nel settore dei server e un team dedicato di ingegneri specializzati nella progettazione di hardware per server, integrazione di software/firmware e ottimizzazione delle prestazioni per un'ampia gamma di applicazioni. Le prestazioni da record di questi nuovi server sottolineano l'impegno di Asus nel perseguire la continua ottimizzazione sia del sistema che delle prestazioni, in modo da fornire soluzioni di altissima qualità. A partire dal 1° agosto 2019, i server Asus hanno stabilito ben 246 record in benchmark riguardanti le prestazioni.

L’RS300-E10, un server 1U 1P con un massimo di quattro porte LAN Ethernet, archiviazione espandibile e tecnologia esclusiva Asus Performance Boost, ha stabilito 70 record mondiali con i pacchetti di benchmark SPEC CPU 2017, SPECint 2017 e SPECfp 2017.
Il processore Intel Xeon E, cuore di ASUS RS300-E10, offre prestazioni fino a 1,36 volte superiori rispetto alla generazione precedente. La combinazione di due core aggiuntivi e una frequenza turbo single-core più elevata, aumenta le prestazioni nei benchmark. Il design del telaio della RS300-E10 è la soluzione salvaspazio perfetta per le piccole e medie imprese. Basato sulla famiglia di processori Intel Xeon E, offre una potente potenza di calcolo per server di file, customer service, gateway o altre applicazioni specifiche.

I server Asus sono dotati dell'esclusiva tecnologia Performance Boost per ottenere le migliori prestazioni e velocità dei server, ottimizzandoli per soddisfare i requisiti del carico di lavoro.
Questa tecnologia migliora il throughput del carico di lavoro, massimizzando la frequenza del processore e aumentandone la potenza, rendendolo ideale per applicazioni time-sensitive come servizi finanziari o operazioni di data center. Nel BIOS, i clienti possono scegliere tra profili server preconfigurati e ottimizzati per workload specifici, massimizzando le prestazioni complessive e riducendo i tempi di configurazione del server.