Da TP-Link soluzioni tailor made per i service provider

Da TP-Link soluzioni tailor made per i service provider

Nel 2019 TP-Link si è concentrata nel potenziamento della business unit dedicata allo sviluppo di referenze sviluppate ad hoc per il target dei service provider. Il mercato dei service provider richiede alle organizzazioni una qualità del servizio che vada di pari passo con soluzioni efficienti sia a livello di performance che di costo.
In Italia l’obiettivo principale è quello di introdurre sistemi che possano rispondere alle esigenze specifiche dei service provider, con particolare riferimento agli operatori attivi a livello locale.

La gamma di prodotti progettati da TP-Link per i service provider comprende infatti una selezione di modelli curati in ogni dettaglio sia dal punto di vista hardware che software, per assicurare qualità e flessibilità di utilizzo. La particolarità comune a tutti i dispositivi è l’integrazione di Agile Config, funzionalità sviluppata appositamente da TP-link per i propri router per semplificare notevolmente le operazioni di configurazione e personalizzazione degli stessi, così da permettere ai provider di abbattere i costi dei servizi post-vendita.

Per esempio, in caso di reset dei device da parte del cliente, non sarà necessario l’intervento di un tecnico, ma sarà possibile intervenire da remoto per ripristinare le impostazioni precedentemente configurate.
Inoltre, nell’ottica di offrire un servizio sempre migliore ai propri Partner, TP-Link ha iniziato i primi beta test della soluzione proprietaria Agile ACS (disponibile a livello commerciale a partire dal 2020) che grazie al protocollo TR069 (Technical Report 069), permette di amministrare da remoto il router. In particolare consente di avviare la configurazione automatica, l’aggiornamento dei servizi e quello automatico del firmware e la diagnosi di performance di rete e del wireless.

I router più apprezzati
Il prodotto attualmente più diffuso e utilizzato dai service provider è il modem router VDSL Archer VR1200v, che presenta tutte le funzionalità richieste da questo comparto. Il dispositivo supporta infatti la connettività FTTC fino a 100Mbps, oltre che per la tradizionale ADSL. La porta Gigabit WAN dedicata consente l’utilizzo della CPE (Customer Premises Equipment) su connettività FTTH (in questo caso è necessario un apparato ONT fornito dal provider di servizio fibra ottica) o di tipo FWA.

Inoltre, il Wireless Dual Band AC1200 e l’utilizzo di antenne integrate ad alto guadagno consentono una copertura di rete stabile e di alto livello. Completa la soluzione il supporto VoIP con 2 porte FXS dedicate al collegamento di telefoni e fax. Altra caratteristica è l’implementazione della funzione multi level administration, che permette di gestire l’accesso all’interfaccia di configurazione del router attraverso 2 livelli utente: il livello amministrativo che consente la configurazione di tutti i parametri della CPE e un livello utente con accessi limitati.

Altri plus sono la possibilità di gestire diversi circuiti di accesso Internet contemporaneamente, - differenziando anche classi di indirizzi IP - e la capacità di gestire scenari business tramite un set completo di funzionalità NAT (Network Address Translation), tra cui one-to-one, many-to-one e many-to-many.
Per avere prestazioni ancora più avanzate è disponibile il nuovo Archer VR1210v, tra le CPE di più alto livello, versatile e completa sul mercato italiano. Integra tutte le funzionalità software del modello sopra citato, offrendo caratteristiche superiori in termini di hardware.

Uno dei vantaggi principali è il supporto EVDSL, che grazie al profilo supervectoring 35b consente di raggiungere velocità fino a 300Mbps. Il wireless con supporto MU-MIMO permette la trasmissione dati a più dispositivi contemporaneamente e offre una copertura ancora più estesa.
La gamma si completa con il modello di router entry level TL-WR850N, particolarmente indicato per il mercato dei Provider grazie alla connettività Ethernet e il wireless N300.

La linea di prodotti aziendali è destinata ad ampliarsi ulteriormente, per essere sempre al passo con i tempi e con le evoluzioni tecnologiche. Per questo TP-Link è già al lavoro per lo sviluppo di un nuovo dispositivo, il GPON Archer XR500v, attualmente in fase di sviluppo e scouting che permette di supportare collegamenti in fibra ottica diretti, senza necessità di utilizzare un convertitore ONT. Il Wireless Dual Band AC1200 garantisce performance ottimali. Il dispositivo è dotato inoltre del supporto VoIP con 2 porte FXS dedicate.