Il percorso più veloce per comunicare in cloud passa da Avaya

Il percorso più veloce per comunicare in cloud passa da Avaya

ReadyNow è una soluzione in grado di assicurare ai clienti enterprise l’accesso alle soluzioni UC e CC offerte da Avaya in un ambiente cloud privato e sicuro. La soluzione di private cloud sarà fornita attraverso la rete di nuovi data center ospitati da Avaya e dai propri partner nelle regioni EMEA (Regno Unito e Germania) e APAC .

Avaya ReadyNow consente ai clienti enterprise l'accesso alle soluzioni UC e CC di Avaya che vengono fornite in un ambiente cloud privato e sicuro. La nuova soluzione consente alle aziende i vantaggi delle comunicazioni in cloud a costi ridotti e con procedure automatizzate.

Ayman Majzoub, Senior Director of Sales di Avaya Enterprise Cloud
Molti decision maker IT aziendali sono interessati ai vantaggi di un'offerta di cloud pubblico, tra cui un modello di consumo basato su opex, flessibilità e velocità di implementazione. Ma i problemi di controllo e sicurezza, unitamente alle più limitate opzioni di gestibilità e personalizzazione offerte dai nuovi fornitori di cloud CCaaS e UCaaS, ne hanno rallentato l'adozione quando si tratta di soddisfare i requisiti delle aziende di grandi dimensioni. Il nostro nuovo modello di delivery e gli strumenti per l’automazione fanno sì che con Avaya ReadyNow l'infrastruttura possa essere implementata in poche ore o giorni. Dato che le configurazioni standard sono pre-costruite e pre-configurate, siamo stati in grado di comprimere in pochi minuti processi che altrimenti richiederebbero diverse migliaia di ore. E nel caso di configurazioni più avanzate, possiamo effettuare un rapido set up del sistema in modo che sia pronto per essere personalizzato in base alle esigenze dei nostri clienti. Proof of concept e test pilota possono essere effettuati con livelli di velocità, precisione ed efficacia pari a quello del cloud pubblico.

Avaya ReadyNow offre le stesse applicazioni che i clienti Avaya utilizzano attualmente on-premise e per questo è in grado di generare risparmi in termini di efficienza minimizzando le modifiche ai flussi di lavoro CC e UC esistenti e consentendo una transizione agevole al cloud.

Il lancio si inquadra nel piano Avaya di deployment globale della propria infrastruttura cloud virtuale, con oltre 3,6 milioni di postazioni cloud distribuite fino ad oggi. Avaya è il leader di mercato con 145 milioni di postazioni in tutto il mondo, che la collocano in una posizione unica per supportare i clienti enterprise nella transizione al cloud su vasta scala.

Avaya ReadyNow viene fornito con un unico modello di consegna globale attraverso la rete internazionale di data center ospitati da Avaya e dai partner e sarà disponibile in 34 paesi, con livelli di servizio coerenti e affidabili da qualsiasi sede geografica avvenga l’accesso al servizio. I data center ospitati da Avaya sia in Regno Unito che in Germania sono già attivi, consentendo alle aziende presenti in questi paesi di soddisfare i requisiti di sicurezza, conformità e completo controllo dei dati.

Questi due data center ospitano Virtual Private Clouds precostituiti che assicurano l’interoperabilità con le applicazioni e le risorse on-premise. Il software dedicato consente ai clienti Avaya di aggiungere misure di sicurezza personalizzate in base alle proprie esigenze e di operare in un ambiente ibrido, e questo è senz’altro uno dei vantaggi del cloud.

Zeus Kerravala, Principal Analyst di ZK Research
Il cloud è diventato uno strumento strategico per il nuovo modello operativo delle aziende digitali, e si prevede che l'80% delle future implementazioni di Contact Center saranno basate su soluzioni private cloud oppure ibride e on-premise. Questo trend nasce dall’esigenza dei clienti di dotarsi di controlli di sicurezza su dati e reti, pur mantenendo la possibilità di migrare in un ambiente ibrido. Con i tassi di adozione di UC e CC in cloud in continua crescita, Avaya ReadyNow offre una proposta molto interessante per quei business leader che cercano un modo per trasformare efficientemente le loro comunicazioni senza dover ricostruire i flussi di lavoro da zero.